basketcastanea.com Rss https://www.basketcastanea.com/ A.S.D. Castanea Basket 2010 - Messina - Basket it-it Mon, 25 Oct 2021 09:27:46 +0000 Fri, 10 Oct 2014 00:00:00 +0000 http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Vida Feed 2.0 grandefilo@live.it (A.S.D. Castanea Basket 2010) grandefilo@live.it (Filippo Frisenda) Archivio https://www.basketcastanea.com/vida/foto/logo.png basketcastanea.com Rss https://www.basketcastanea.com/ Un ottimo Castanea cede il passo al Basket School. https://www.basketcastanea.com/post/646/un-ottimo-castanea-cede-il-passo-al-basket-school

Termina con una sconfitta la terza gara dei gialloviola, che però escono a testa alta dal parquet del Palarussello dopo una buona prestazione consumata soprattutto nell’ultimo quarto, quando la squadra di coach Filippo Frisenda stava per completare una clamorosa rimonta

 

MESSINA. Il parquet del Palarussello, ieri, ha ospitato il match di andata fra Asd Castanea Basket e Basket School Messina. Una gara, disputata dai gialloviola in casa ma non ancora a casa propria per le ormai note difficoltà del Palaritiro (che si sta cercando di mettere in sesto), che si è conclusa per 74 a 82, con i gialloviola che hanno incassato la sconfitta nonostante un’ottima prestazione e una rimonta quasi compiuta.

Prestazione che diventa importante e che conferma ancora una volta il potenziale del roster del Castanea Basket, specie se si considera il calibro dell’avversario a cui la società gialloviola fa i suoi complimenti per la meritata vittoria. Il Castanea, in ogni caso, ha dimostrato di non essere seconda a nessuna e lo dimostra l’aver giocato sempre a viso aperto nonostante le assenze importanti (Radostin Papazov, ad esempio).

Prima dell’inizio del match, c’è stato anche un minuto di silenzio dedicato al giocatore della Fortitudo, Haitem Fathallah, che la scorsa settimana ha avuto un malore sul parquet lasciando questa terra. Il momento solenne è stato molto sentito e commovente, e si è concluso con un caloroso applauso da parte di tutti i presenti.

Primo quarto che si chiude per 15 a 23 per la Basket School Messina, che aveva tentato sin da subito l’allungo. Castanea però che è sempre rimasto in agguato, anche se il secondo e il terzo quarto si sono conclusi con un ampio margine di vantaggio per la Basket School: 34 a 51 (17 punti di svantaggio) e 53 a 69 (16 punti sotto). In particolare, nel secondo quarto era riuscita anche ad arrivare a -3 dagli avversari nel punteggio.

Match che si è deciso solo alla fine, con qualche brivido per la Basket School Messina, che nell’ultimo quarto si era fatto rimontare da un ottimo Castanea Basket, i cui giocatori, motivati dal coach Filippo Frisenda, sono entrati nel parquet con l’obiettivo di chiudere la partita a testa alta. E così è stato perché nonostante lo svantaggio si era fatto consistente (anche 20 punti di differenza), i gialloviola erano riusciti a raggiungere nuovamente la squadra di coach Giuseppe Sidoti, senza però riuscire a sorpassarla e a siglare la vittoria.

Ancora una volta, nell’albo d’oro della partita vanno il capitano Andrea Banin e il giovane Davis Denafs (classe 2002). Il primo ha segnato 16 punti, ma il suo contributo, come al solito, è da ricercare al di là del punteggio: occasioni create, grinta, determinazione e carica nei confronti dei suoi compagni hanno avuto sicuramente il loro peso nell’andamento della gara. Davis, invece, si è regalato il titolo di miglior marcatore del Castanea con 17 punti segnati e tanta qualità messa sul parquet.

Per la Basket School Messina, invece, hanno sicuramente fatto la differenza il numero 13, Kevin Pandolfi, il migliore forse della sua squadra, e il 7 Raivis Scerbinskis, miglior marcatore della gara con ben 26 punti segnati.

Partita sicuramente condizionata dalle numerose interruzioni da parte degli arbitri, non dimostratisi all’altezza di dirigere la gara in quanto hanno fischiato parecchi falli, non graditi dalle panchine perché a volte di difficile comprensione o non pienamente compresi. Solo a Banin, infatti, sono stati fischiati 4 falli nei primi due quarti, e poi il quinto nell’ultimo tempo, costringendo il fuoriclasse gialloviola a lasciare il parquet. Stessa sorte era toccata poco prima al 22 della Basket School Messina, Antonio Sidoti, che ha dovuto spendere l’ultimo fallo a disposizione per fermare un ottimo Davis.

 

Castanea Basket 2010 – Gold & Gold Messina 74-82

Parziali: 15-23, 19-28 (34-51), 19-18 (53-68) 21-13.

Castanea Basket 2010: Banin 16, Denafs 17, Mackiw 13, Sersenis 13, Squillaci, Dauksas 2, Kirilov 10, Mwana Nzita 3. Allenatore: Filippo Frisenda

Gold & Gold Messina: Scerbinskis 26, Scimone n.e., Mazzullo 6, Pandolfi 15, Bianchi n.e., Gotelli 16, Tartamella 5, Sidoti A. 5, Busco 9, Doria n.e., Sidoti M. n.e. Allenatore: Pippo Sidoti. Assistente: Francesco Paladina

Arbitri: Luca Moschitto di Catania e Alice Foti di Acireale

]]>
Mon, 25 Oct 2021 09:27:46 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/646/un-ottimo-castanea-cede-il-passo-al-basket-school basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
A Messina passa la Dierre Reggio Calabria https://www.basketcastanea.com/post/645/a-messina-passa-la-dierre-reggio-calabria

Partita combattuta fra due squadre molto giovani che termina sul punteggio finale di 71 a 80, dopo tre tempi in perfetto equilibrio. Gialloviola che lanciano qualche segnale di qualità ed energia a coach Frisenda, ma che pagano la poca esperienza dovuta alla giovanissima età del roster

MESSINA. Il parquet del Palarussello, ieri, ha ospitato il match di andata fra Asd Castanea Basket e Dierre Reggio Calabria. Partita molto combattuta fra due squadre giovani, ma con grandi ambizioni, che è finita sul punteggio di 71 a 80 per gli ospiti dopo tre tempi su quattro in perfetto equilibrio.

Parziali che, infatti, sono stati di 15 – 15 nel 1/4, di 32 – 31 nel 2/4 e di 49 – 48 nel 3/4. La partita ha preso poi una piega diversa nell’ultimo quarto, quando la squadra ospite ha messo la freccia e accelerando ha preso le distanze dai padroni di casa, ospitati nel messinese dal Savio (il parquet ufficiale del Castanea Basket è quello del Palaritiro).

Squadra giovane, quella gialloviola, che ha lasciato intravedere grandi potenzialità da parte dei suoi giocatori, specie dal suo fuoriclasse con la maglia numero 0: Andrea Banin. Il Castanea era infatti riuscito a mantenere il vantaggio per tre tempi su quattro, anche se di poco, provando ad allungare nel 3/4, durante il quale aveva raggiunto il +7 nel punteggio sui calabresi.

È mancata forse un po’ di esperienza e di grinta ai giocatori gialloviola, la cui media della classe di età oscilla fra il 2000 e il 2002. Margini di crescita che, come dicevano coach Frisenda e il capo dello staff tecnico della squadra, Nino Molino, nel pre-campionato, saranno importanti nello sviluppo della stagione.

Coach Frisenda che, sicuramente, può essere fiero dei suoi, anche se non troppo, perché dalla panchina le indicazioni durante il match sono arrivate e la squadra non ha sfruttato al meglio molte occasioni costruite bene e altre regalate dalla squadra avversaria, che nonostante il punteggio ha sofferto e sbagliato quando il Castanea alzava il pressing.

A farsi notare in campo, oltre Banin anche Denafs e Radostin Papazov, molto presente fino al a meta gara con 14 punti segnati ma poi scomparso nell’ultimo tempo, quando non ha centrato nemmeno un canestro. Il capitano viola, invece, di punti ne ha siglati 17 (secondo nella classifica marcatori), ma la sua presenza è stata consistente soprattutto per le occasioni prodotte e per le geometrie date sul parquet alla squadra, che ne ha beneficiato.

Altro giocatore del Castanea degno di essere menzionato è il giovanissimo classe 2002 Sam Mackiw, che ha firmato solo 3 punti ma che ha fatto un gran lavoro di contenimento e di posizionamento durante tutti i minuti giocati. Purtroppo, qualche volta ha pagato il fisico, specialmente contro giocatori come Luca Laganà (il capitano della Dierre Reggio Calabria), Michele Suraci e Mladen Dmitrovic, presentato come il più forte del roster calabrese e all’altezza delle aspettative.

Adesso, occhi puntati contro la prossima gara, che vedrà il Castanea impegnato fuori casa sul parquet del Mastria Catanzaro domenica alle 18.

]]>
Wed, 13 Oct 2021 13:50:33 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/645/a-messina-passa-la-dierre-reggio-calabria basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Presentato un gradito ritorno. https://www.basketcastanea.com/post/643/presentato-un-gradito-ritorno

Andrea Banin si racconta e racconta il suo ritorno a Messina.

 

Ventisette anni di esperienza, tutti a disposizione del Castanea Basket per la stagione 2021/2022, mescolati ad una quantità incalcolabile di energia ed esplosività. Questo è quello che è pronto a dare alla squadra Andrea Banin, giocatore originario di Broini (Pavia). Alto 180 cm, ha vissuto la sua ultima squadra, l'Olympia Voghera (in provincia di Pavia), come la sua seconda a casa, ed è stato tra coloro che le ha regalato la promozione in Serie C Gold. La sua nuova avventura è a Messina, e ha già ben chiaro quali saranno i suoi obiettivi.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, a cui dice di voler continuare a crescere e migliorare, così come fa da quando in seconda elementare ha toccato il suo primo pallone.

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Gioco nel ruolo di playmaker e le mie specialità sono l'intensità e l'esplosività che metto quando scendo in campo».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«La società viene da due promozioni filate, quindi direi che l'obiettivo principale sarà quello di fare un bel campionato in un ambiente sereno. A livello personale, invece, vorrei migliorare l'aspetto caratteriale e cercare di gestire meglio le mie emozioni in campo. Inoltre, vorrei diventare campione nazionale con i meravigliosi ragazzi del Baskin».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«A loro darò tutto il mio entusiasmo. Sono pronto a mettere me stesso in campo».

Andrea si è gia messo a disposizione dello staff con la sua solita grinta, un caloroso bentornato al "trattorino".

]]>
Sun, 10 Oct 2021 09:16:04 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/643/presentato-un-gradito-ritorno basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Prima gara rinviata https://www.basketcastanea.com/post/644/prima-gara-rinviata
La società ASD Castanea Basket comunica ufficialmente il rinvio della gara, inizialmente prevista per sabato 9 Ottobre, con la DR Reggio Calabria.
Verrà comunicata a breve la data di recupero, che si cercherà di fissare a stretto giro, prevista già per martedi alle ore 21:00 Palarussello, si attende la conferma della DR Reggio Calabria.
]]>
Sun, 10 Oct 2021 08:23:25 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/644/prima-gara-rinviata tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Passaporto Bulgaro ma esperienza italiana. https://www.basketcastanea.com/post/642/passaporto-bulgaro-ma-esperienza-italiana

Ha 23 anni, ma anche molta esperienza: arriva dal “Lokomotiv G.O.”, squadra che gioca nella prima lega bulgara, e sa quanto possa essere difficile lottare per raggiungere un obiettivo. Nato a Veliko Tarnovo, la vecchia capitale della Bulgaria, Radostin Papazov (o anche solo Rado) è pronto a mettere a disposizione del Castanea Basket i suoi quasi 2 metri, la sua grinta e la sua personalità. Vuole portare alto il nome della squadra in Sicilia, una squadra che vede già come la sua famiglia e che è pronto ad aiutare a far crescere, crescendo insieme a lei.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, a cui vuole regalare il piacere e il divertimento di guardare la loro squadra preferita vincere.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato quando avevo 10 anni, dopo aver provato molti altri sport differenti. Un giorno il coach di una squadra di basket è venuto nella mia classe chiedendo a tutti se qualcuno volesse provare a giocare a pallacanestro. Io e qualche altro amico abbiamo pensato potesse essere una buona idea. E in effetti lo è stata».

 

Qual è stata la tua ultima squadra di basket e quali obiettivi hai o avete raggiunto?

«La squadra con cui ho giocato la scorsa stagione si chiama “Lokomotiv G.O.”, dalla NBL bulgara, e il nostro obiettivo era di raggiungere i playoff. E lo abbiamo fatto. Abbiamo vinto il primo match dei playoff, ma purtroppo abbiamo perso il secondo. L’ obiettivo, però, lo abbiamo raggiunto».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono alto 195 cm e gioco come ala piccola. Qui è dove mi sento più a mio agio, perché la mia abilità migliore è andare a canestro e finalizzare».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Prima di tutto il mio obiettivo è andare ai playoffs con il Castanea Basket e, spero, anche di vincerli, rappresentando la squadra con un buon gioco e mostrando a tutti che “Castanea” è un gran nome in Sicilia».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Io darò tutto quello che posso per la squadra, così potremo crescere come una famiglia e singolarmente. Sono certo avremo una buona stagione, dopo che l’ultima è stata interrotta a causa del Coronavirus. Regaleremo ai nostri tifosi il piacere e il divertimento di guardare la loro squadra preferita ancora e al massimo della forza».

Rado si sta allenando con intensità, anche e tra gli ultimi arrivi, ha dimostrato sin da subito di conoscere la pallacanestro italiana il suo inserimento negli ingranaggi tecnici è stato facile e veloce.

]]>
Sat, 2 Oct 2021 10:06:49 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/642/passaporto-bulgaro-ma-esperienza-italiana basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Contribuisci anche tu ! https://www.basketcastanea.com/post/641/contribuisci-anche-tu-

Castanea Basket, torna la tessera del tifoso

La “Casta2010 card” serve per incentivare i supporters della squadra ad utilizzare gli sconti applicati presso tutti gli sponsor, così si potranno anche supportare i giocatori e la società per affrontare la Serie C Gold. Ecco quali sono tutti i vantaggi e le agevolazioni

 

MESSINA. Torna la “Casta2010 card”, la tessera del tifoso lanciata dall’Asd Castanea Basket prima della pandemia per incentivare i sostenitori della squadra ad assistere alle partite ma poi sospesa a causa della diffusione del Coronavirus. Quest’anno, visto che i match torneranno ad essere “a porte aperte”, la società ha deciso di riproporre la tessera, acquistabile con un contributo che aiuterà la squadra ad affrontare la Serie C Gold.

«In questi anni i nostri tifosi ci hanno sempre sostenuto, non solo moralmente, e il seguito che ha avuto la tessera del tifoso quando l’abbiamo lanciata la prima volta ne è la prova – spiega l’Amministratore della società, Filippo Frisenda – A breve inizierà l’avventura in Serie C Gold e il contributo dei nostri supporters aiuterà direttamente la società ad affrontare questa nuova stagione. La C Gold, infatti, essendo un campionato nazionale, porterà sicuramente delle difficoltà in quanto si tratta di una serie più importante anche dal punto di vista delle spese».

«Allo stesso tempo siamo fieri di poter rappresentare la Sicilia e Messina in questa avventura – aggiunge Frisenda – e ci auguriamo che i nostri tifosi vogliano contribuire allo sforzo che la società sta facendo per disputare questo campionato».

«Vista la collaborazione con i nostri sponsor, che hanno appoggiato subito l’iniziativa, l’acquisto della carta procurerà dei vantaggi e delle agevolazioni a chi la richiederà: sono previsti degli sconti negli esercizi commerciali che sono entrati nel circuito di questa tessera e verrà regalato un gadget firmato Castanea Basket. Inoltre – conclude l’Amministratore e coach della squadra - i possessori della tessera potranno partecipare alle varie iniziative che la società organizzerà durante la stagione, come sorteggi ed iniziative legate solo ai tifosi che sono dotati di Tessera».

Per ottenere la “Casta2010 card” basterà contattare uno dei dirigenti, scrivere alla mail basketcastanea@gmail.com o venire al campo durante uno degli eventi che la squadra andrà a disputare durante la stagione. Poi ci sarà solo da compilare un modulo e si entrerà immediatamente nel circuito che la Card prevede. Tutte le info sulla scontistica e i privilegi, invece, sono consultabili sul sito nella sezione dedicata (qui il link).

]]>
Thu, 30 Sep 2021 09:47:50 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/641/contribuisci-anche-tu- basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Altro giovane talento arriva dal Belgio. https://www.basketcastanea.com/post/640/altro-giovane-talento-arriva-dal-belgio

Ha appena 18 anni, ma sa già cosa vuole e, soprattutto, nonostante il suo ruolo in campo sia quello di guardia, ha coscienza di quando prendersi le sue responsabilità e provare anche lui a tirare. Mackiw Sam è uno dei nuovi giocatori che il Castanea Basket ha acquistato per la stagione 2021/2022, altro profilo di spessore che sarà anche utilizzato in C Silver dal Savio Messina. Arriva dal Belgio, dalla cittadina di Mons, dov’è nato, cresciuto e ha iniziato alla sola età di 4 anni, e grazie a suo cugino, a giocare a pallacanestro. Adesso, però, è pronto a trasferirsi nella sua nuova casa, Messina, e a diventare un giocatore professionista.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, per cui è pronto a dare tutto se stesso e a cui confida le proprie ambizioni: scalare la vetta e arrivare il più in alto possibile.

 

Qual è stata la tua ultima squadra e quali risultati avete raggiunto?

«L’ultima squadra per cui ho giocato è stata la “Belfuis Mons Hainaut”. Questa milita nella prima divisione belga e io ho contribuito giocando parecchie della partite, regalando qualche punto e facendo sì che svolgesse un buon campionato».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono alto 187 cm e mi reputo una guardia “creativa”. Però so quando posso assumermi le mie responsabilità e lanciare la palla a canestro».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Voglio raggiungere il mio livello più alto. E poi, perché no, anche giocare nella Euroleage o per la Nba: io sono del parere che dobbiamo sempre puntare il più in alto possibile».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Alla squadra voglio regalare il massimo delle vittorie, mentre ai fans prometto di lasciare felicità negli occhi e anche un po’ di spettacolo».

Il giovane giocatore si sta allenando a disposizione dello staff della società.

]]>
Tue, 28 Sep 2021 13:24:56 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/640/altro-giovane-talento-arriva-dal-belgio basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Confermata la panchina della Società Peloritana. https://www.basketcastanea.com/post/639/confermata-la-panchina-della-societa-peloritana

Ha dato tanto per il Castanea Basket. Ma sa di poter dare ancora molto di più. Amministratore, Fondatore e Capo Allenatore della società, Filippo Frisenda, è pronto a sedersi nella panchina dei gialloviola anche per la stagione 2021/2022. Questa volta, però, lo farà in C Gold, una serie che si è conquistato con scelte, rischi e duro lavoro, suo e di tutto lo staff. Decisioni che hanno regalato a Frisenda e alla squadra delle soddisfazioni e un motivo per continuare a puntare sempre più in alto, nonostante la consapevolezza di essere una realtà giovane e di avere ancora tanta strada da fare.

Nel suo discorso di presentazione c’è amarezza per gli addii dell’anno scorso, speranza nei giovani acquisti su cui la società ha deciso di puntare quest’anno e anche tanta voglia di fare bene e affrontare i giganti della Serie C Gold guardandoli dritti negli occhi. Senza alcun timore. Provando a dare fastidio e a vincere ogni partita.

A poche settimane dall’inizio di un campionato che sarà sicuramente più difficile di quelli degli anni passati, in quanto più competitivo, il coach Filippo Frisenda è pronto a raccontare le sue prime impressioni, le aspettative di quest’anno che la società si è fatta e gli obiettivi che bisogna raggiungere. Con umiltà, ma a testa alta.

 

Mancano poche settimane all’inizio del campionato di Serie C Gold. Siete pronti?

«Siamo super pronti. Manca solo qualche rifinitura atletica, ma dal punto di vista burocratico e tecnico siamo pronti a cominciare questa nuova e impegnativa stagione, sapendo che molti match saranno molto sentiti in quanto derby: il nostro primo girone, infatti, sarà tutto così, in quanto ci sono parecchie squadre di Messina o di Reggio. C’era qualche dubbio sulla mia presenza in panchina, ma è stato tutto risolto: la Federazione italiana di pallacanestro ha accettato la nostra richiesta di deroga e mi sarà concesso di sedermi in panchina in C Gold come capo allenatore a patto che io mi iscriva al primo corso utile».

 

Come ha lavorato la società per il passaggio dalla C Silver alla C Gold?

«Abbiamo cercato di fare il massimo con quelle che sono le nostre possibilità. Bisogna sempre ricordarsi che siamo una società molto giovane e che solo due anni fa (pandemia in mezzo) giocavamo per fare bene (con successo) nel campionato di Serie D. Avevamo le nostre ambizioni, eravamo primi in classifica, ma in un battito di ciglia ci siamo ritrovati catapultati in Serie C Silver. Qui, vuoi per competenza, fortuna e qualche nostra capacità, siamo riusciti ad allestire un roster che ha dato i suoi risultati. Poi (altro battito di ciglia) siamo finiti in C Gold».

 

Un’avanzata che ha stupito anche voi, ma che non vi impaurisce, vero?

«No. Siamo stati felici e stupiti per le ottime annate di queste stagioni, ma questo nostro entusiasmo lo abbiamo assorbito per mettere su una macchina competitiva che non si arresti facilmente. È per questo che, anche se con tante perplessità, quest’anno abbiamo accettato di partecipare al campionato di C Gold. Ma non bisogna mai dimenticare che questa è una realtà molto giovane, condita da giocatori molto giovani, e che le difficoltà non mancano».

 

A proposito di giocatori: la società sta puntando molto sui giovani per un progetto a lungo termine, come diceva anche Nino Molino.

«La società è giovane e vuole crescere a piccoli passi. La stessa filosofia la abbiamo appicata al roster dell’anno scorso e a quello di quest’anno: sarà una squadra che avrà un’età media intorno ai vent’anni. Abbiamo provato a selezionare giovani di talento e aspettiamo di vedere se le nostre scelte sono state corrette o se questi ragazzi non sono ancora pronti. Ci stiamo mettendo in gioco, noi come società e loro con il loro talento, che speriamo riusciranno a mettere in mostra. Qui avranno l’opportunità di diventare professionisti, così come è successo a chi c’era l’anno scorso. Non voglio sbilanciarmi, ma posso dire che i ragazzi stanno lavorando sodo e sono già agli ordini dello staff tecnico».

 

Non solo giovani, però, anche qualcuno più esperto.

«Non si può affrontare una Serie C Gold solo con giovani giocatori. Ovviamente, ai ragazzi abbiamo affiancato qualche elemento un po’ di spessore e di esperienza. Ci sarà qualche gradito ritorno che presenteremo a breve, e anche qualche rinnovo».

 

Molti dei giocatori dell’anno scorso, però, non ci saranno. Come l’ha presa la società?

«Dopo la splendida annata che hanno fatto, con merito, sono andati a provare esperienze in categorie superiori o con stipendi più di spessore. Noi, come società, abbiamo ritenuto giusto che i ragazzi, dopo aver speso tanto ed essersi messi in gioco, abbiano avuto l’opportunità di affrontare nuove esperienze di vita. Questo farà bene al loro percorso, che è la cosa più importante».

 

Ci sono problemi con quella che è stata la vostra casa, il Palaritiro: avete già trovato un posto dove allenarvi?

«Stiamo vivendo un momento difficile. Siamo costretti ad allenarci un po’ ospiti da una parte e un po’ dall’altra perché il Palazzetto del Ritiro ad oggi non è ancora fruibile per motivi amministrativi. Stiamo ancora cercando di capire che cosa ne sarà di questo impianto. Non abbiamo ricevuto alcuna notizia legata all’avviso, pertanto attualmente stiamo cercando di capire quale sarà la nostra casa. Sicuramente un ringraziamento particolare va fatto al Savio, che al momento ci sta ospitando durante i suoi allenamenti, oltre un grazie, anche per la sopportazione, già fatto anche alla Fortitudo Messina».

 

Quali sono le ambizioni della società per questa stagione?

«Sono le stesse di ogni anno: cecare di dare il meglio per raccogliere il massimo dei risultati. Lo abbiamo fatto nell’allestimento del roster, riuscendoci, anche se con qualche sacrificio in più. Non siamo una società che al suo interno ha grossi investitori, ma quello che otteniamo lo raggiungiamo grazie all’aiuto di piccole realtà che ringraziamo, perché senza di loro non potremmo fare nemmeno quel poco che riusciamo. Ad oggi le nostre scelte hanno sempre ripagato: ogni volta che abbiamo rischiato e ci siamo messi in gioco, siamo stati premiati».

 

Cosa vi aspettate da questo campionato?

«Quest’anno probabilmente sarà un campionato più difficile, particolarmente partecipato da società più di spessore, come qualcuna che scende dalla Serie B o che torna a giocare in C Gold e che, quindi, ha una storia e un roster importante. Coerentemente con la nostra piccola ambizione, il nostro obiettivo è dare fastidio a tutti. Non ci sentiamo secondi a nessuno, anche se non vogliamo dare pronostici in quanto matricole: sarà il campo a parlare e raccoglieremo tutto quello che il nostro lavoro produce».

 

Per quanto riguarda lei? Come pensa che vivrà questa nuova avventura?

«Io lavorerò al fianco di Nino Molino. È lui il coach di esperienza e io voglio imparare il più possibile. Non è solo un allenatore: per me lui è un mentore. Purtroppo, essendo anche parte dell’amministrazione di questa società, in quanto amministratore e fondatore, spesso sono chiamato a restare poco in campo, e di questo la squadra ne risente. Infatti, coach Molino non risparmia qualche rimprovero nei miei confronti, perché vorrebbe una mia maggiore presenza durante gli allenamenti. Anche se so che la squadra è in buone mani e so che il nostro staff è di un livello abbastanza alto per sopperire a qualche mia assenza, mi auguro che questo momento di confusione che anticipa l’inizio della stagione passi presto, così che io possa tornare con la squadra e possa imparare stando accanto a lui».

 

Se c’è una cosa su cui il Castanea sta lavorando da anni è la sinergia con altre realtà. Quest’anno, però, l’impegno con altre società si sta incrementando ancora di più.

«Per noi fare rete è importante. Quest’anno stiamo cercando di accordare più corde al nostro strumento: saremo 4 o 5 le società che lavoreremo in sinergia, su più di un campionato, per instaurare finalmente degli accordi che non violano gli interessi di nessuno, ma che li potenzino senza gelosie. Al momento sono veramente contento della collaborazione con il Savio che, come accennavo prima, ci sta aiutando ospitandoci nei suoi turni di allenamento, anche se, frutto dei nostri accordi, sta ospitando i suoi giocatori: alla fine, infatti, noi abbiamo un roster che conta quasi gli stessi cestisti perché tutti i giovani di C Gold giocheranno anche la C Silver. I primi frutti di queste sinergie sono proprio questi aiuti, e già si vedono: se non fosse stato per loro, attualmente saremmo senza impianto per allenarci. Aggiungo che sono sicuro che più avanti si vedranno anche altri tipi di collaborazioni, non solo logistici, ma anche tecnici».

 

Teniamo per ultima una domanda che sappiamo per lei importante se non fondamentale, il Baskin ?

" Sul baskin posso dire solo una cosa, ho rischiato gran parte della mia salute quando quest'anno o dovuto difendere l'attività di questi meravigliosi ragazzi che sono stati classificati come sport PROMOZIONALE, il baskin è uno sport meraviglioso che consiglio di provare e di fare perche migliora l'anima ed a Messina di questo c'è tanto bisogno, per adesso mi permetto di dire solo che sarò sempre pronto a scendere in campo per difendere i diritti dei più fragili ma non con le parole o le pacche sulle spalle come fanno in tanti ma con i fatti, il baskin non si tocca, chiarirò in un secondo momento, dopo il loro rientro in palestra, quello che abbiamo dovuto soffrire quest'anno."

Società viola ai nastri di partenza per una stagione che sarà sicuramente esaltante e piena di impegni importanti.

]]>
Sun, 26 Sep 2021 11:06:07 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/639/confermata-la-panchina-della-societa-peloritana basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Arriva dalla Bulgaria il centro del Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/638/arriva-dalla-bulgaria-il-centro-del-castanea-basket

Ben 206 cm di statura per 27 anni di esperienza. Bulgaro di nascita, Kiril Kirilov è pronto a dare il meglio di sé nella nuova stagione di pallacanestro 2021/2022 indossando la maglia del Castanea Basket. Nel suo Paese è stato tra i protagonisti di un’avanzata che ha portato la sua squadra dalla lega più bassa a quella di élite, e ora vuole ripetere l’impresa regalando ai gialloviola una scalata che gli permetterà di arrivare in alto. La personalità non gli manca, e nemmeno la familiarità con il canestro. Per questo la società peloritana ha deciso di puntare su di lui, dandogli una maglia di fiducia.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, a cui vuole regalare soddisfazione alla fine di ogni match e da cui è pronto a ricevere tutto l’affetto e il supporto che sono pronti a dare.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a giocare a basket quando avevo 10 anni, nell amia città natale. Mi sono appassionato grazie ai miei compagni di classe che già giocavano. Un giorno il loro coach è venuto per convincermi ad entrare nella squadra perché sono alto e presumeva che potessi diventare un buon giocatore di pallacanestro».

 

Qual è stata la tua ultima squadra di basket e quali obiettivi hai o avete raggiunto?

«L’ultima squadra con cui ho giocato è stata nella mia città natale, Shumen, in Bulgarua. Lavorando sodo siamo riusciti ad entrare fra le élite bulgare».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono alto 206 cm e gioco in posizione centrale. Posso andare a canestro da vicino e da lontano, e anche aiutare i miei compagni a segnare facilmente quando il giocatore alto della squadra avversaria non è sotto canestro perché mi tiene lontano per tre secondi».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«I miei obiettivi e le mie visioni sono sempre stati vincere e andare avanti con la squadra per cui gioco. Per questo farò il mio meglio affinché questo accada. Oltre a giocare bene, proveremo ad essere anche appassionati da guardare per i fans e gli spettatori delle nostre partite».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Al Castanea Basket e ai tifosi, come ho già detto, sono pronto a dare il massimo che possiedo per contribuire alle vittorie della squadra, affinché siano soddisfatti del nostro gioco e ci supportino volentieri».

Kitil, dopo aver superato le visite mediche, si è unito al gruppo che si prepara per la prima uscita stagionale in Amichevole domenica a Barcellona P.G. 

]]>
Thu, 23 Sep 2021 10:19:18 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/638/arriva-dalla-bulgaria-il-centro-del-castanea-basket basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Coach Molino ancora a Messina. https://www.basketcastanea.com/post/637/coach-molino-ancora-a-messina

La sua fama lo precede, così come i tanti scudetti vinti e le tante soddisfazioni raccolte in tutti questi anni di carriera con i club e con la nazionale nel panorama cestistico femminile. Nino Molino ha allenato squadre di pallacanestro nella maggiore serie italiana, vincendo due volte la lega, una volta la Coppa Italia e due volte la Super Coppa, alzando sempre la qualità del gioco prodotto dalle sue squadre.

Ma non è tutto. La sua carriera vanta anche 3 promozioni dalla A2 alla A1; ha reso il Basket Bari campione d’Italia under 18; e ha conquistato una medaglia d’argento e una di bronzo con la nazionale italiana agli europei under 20.

La striscia di successi lo ha portato anche a collezionare diversi premi e riconoscimenti, tra questi: “Allenatore benemerito”, il premio “CNA”, quello “USSi”, quello “Donia” e, l’ultimo assegnatogli in ordine temporale, la “Palma d’argento Coni”.

Da due anni, però, è tornato nella sua Messina, dove è iniziata la sua carriera e dove dopo tanti anni è stato accolto da una realtà che lo ha fatto sentire a casa. Adesso ha sposato il progetto dell’Asd Castanea Basket, per cui fornisce una consulenza tecnica che si rivela fondamentale ogni stagione.

Anche quest’anno sarà a capo dello staff tecnico della squadra, affiancando il coach Filippo Frisenda per questa nuova annata. Queste sono le sue impressioni a poche settimane dall’inizio del campionato.

 

Quest’anno il Castanea sta puntando sui giovani, quali sono le sue impressioni?

«È impossibile fare delle valutazioni adesso: si tratta di una squadra molto giovane, il che ci porta a dire che avrà un ampio margine di miglioramento nel tempo, il che sposa il progetto a piccoli passi che la società a deciso di intraprendere e che al momento sta regalando i suoi frutti. Sui giocatori posso solo dire che imparerò a conoscerli strada facendo, nei loro pregi e nei loro difetti».

 

Pensa che il roster molto giovane della squadra possa influire negativamente sulle aspettative della società?

«La società ha le idee molto chiare. In soli due anni ha fatto un salto di ben due categorie e adesso ha come obiettivo quello di consolidarsi dal punto di vista strutturale e tecnico. C’è un progetto a lungo termine dietro ogni scelta, un progetto che prevede un ricambio generazionale per puntare sui giovani e costruire delle fondamenta solide. La società, la dirigenza e l’intera squadra vogliono muoversi a piccoli passi per arrivare in alto».

 

Quali sono secondo lei gli obiettivi a cui può puntare quest’anno la società?

«Io fornisco consulenza, gli obiettivi se li pone la dirigenza. Però, secondo me, l’obiettivo principale deve essere quello di fare un campionato tranquillo, cerchiando le difficoltà che ci saranno in questa categoria per poterle attenzionare e migliorare là dove ci sono stati problemi. Un processo, questo, che deve ripetersi di stagione in stagione».

 

Qual è il rapporto che la lega al Castanea Basket e perché ha deciso di sposare questo progetto?

«Sono stati i primi a contattarmi, dandomi un ruolo che non solo mi stava bene, ma che al tempo stesso mi permetteva di guardarmi intorno e valutare una eventuale chiamata in serie A1 femminile. Le proposte ci sono state, ma nessuna era abbastanza valida per farmi abbandonare questo progetto. Qui sto avendo a che fare con persone, collaboratori e dirigenti che ascoltano i miei consigli e che mi hanno messo nelle migliori condizioni per lavorare. Tutti questi fattori hanno fatto sì che la nostra collaborazione continui a generare frutti. Ed è per questo che anche quest’anno mi metterò a disposizione della società. Inoltre, un’altra cosa che mi ha spinto a restare è la continua ricerca di sinergia che il Castanea Basket fa nel panorama messinese, per cercare di costruire una rete che rafforzi la società e che produca vantaggi. Questo mi porta collaborare con più squadre e mi rende felice e soddisfatto».

Sciolta ogni riserva sulla sua permanenza a Messina il Coach ha già iniziato il lavoro sulla programmazione di questa stagione al comando dello staff tecnico.

]]>
Wed, 22 Sep 2021 08:51:41 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/637/coach-molino-ancora-a-messina basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Una gradita conferma premiata con la fascia di capitano. https://www.basketcastanea.com/post/636/una-gradita-conferma-premiata-con-la-fascia-di-capitano

Gioca per il Castanea Basket già dall’anno scorso, e in un anno è riuscito, grazie alla sua grinta e alla sua personalità, a conquistare il pubblico, contribuendo anche ai vari successi della squadra fino ai playoff, dove per un soffio il Castanea non è riuscito a disputare la finale della Serie C Silver. La Serie C Gold, con la stessa Società, però, adesso aspetta il messinese Paolo Donato Ponzù. E lui è pronto a mettere a disposizione dei compagni i suoi 27 anni di esperienza.

Prima dell’inizio del campionato, ha deciso di raccontarsi di nuovo ai tifosi, per cui è pronto a dare il meglio di sé. Se necessario anche sacrificandosi per la squadra.

 

Quando hai iniziato a giocare a Basket?

«Ho iniziato a giocare a basket all'età di 8 - 9 anni. Mi sono innamorato di questo sport grazie a mio nonno, il noto allenatore messinese Carmelo Fotia».

Quindi, quella di Paolo per il basket è una passione che affonda le sue radici nella famiglia, e che si tramanda di generazione in generazione.

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Gioco da 4 (ala grande), ma mi metto sempre a disposizione dell'allenatore e della squadra. Sono un giocatore che si scarifica molto per i compagni, specialmente nel cosiddetto “lavoro sporco”».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Voglio dare il massimo per la squadra dove gioco ed aiutare i ragazzi più giovani a crescere, motivandoli affinché anche loro diano il meglio di sé. Questo è il mio obiettivo».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Ai tifosi voglio regalare tanta passione per questo sport, la stessa che ho io quando lancio un pallone a canestro: voglio che notino quanta determinazione io ho quando scendo in campo e che la facciano propria. Alla squadra, invece, voglio dare un po’ di me, trasmettere solo le mie buone qualità per aiutare specialmente i ragazzi giovani a dare il massimo».

Paolo, dopo il superamento delle visite mediche, si è messo a disposizione dello staff. La società viola, il direttivo è stato unanime nella scelta, lo ha indicato come nuovo Capitano della Squadra di Serie C Gold.

]]>
Mon, 20 Sep 2021 10:17:11 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/636/una-gradita-conferma-premiata-con-la-fascia-di-capitano basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Altro giovane talentuoso per il Roster Viola https://www.basketcastanea.com/post/635/altro-giovane-talentuoso-per-il-roster-viola

Dauksas Eimantas

 

Classe 2002, è da poco entrato nel mondo dei grandi, ma è già pronto per gareggiare e mettersi in mostra anche fuori dal suo Paese, la Lituania. Per questa stagione, Eimantas, alto 1,85 metri, sarà un giocatore del Castanea Basket, lui che con il pallone da pallacanestro ci giocava prima ancora di saper leggere e scrivere, nel cortile di casa sua. Dopo un’esperienza di due anni nella seconda lega professionale lituana con il “Plunges Olimpas” (con cui ha raggiunto i quarti di finale) e un bronzo conquistato nel campionato studentesco lituano, adesso è pronto per una nuova avventura in Italia, a Messina.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, a cui dice di voler crescere e migliorare sia come giocatore che come persona, non nascondendo le sue (alte) ambizioni. Ho trovato un ambiente accogliente, una società che fa di tutto per metterci in condizione di prepararci bene, ho trovato una società giovane come me e questo mi motiva ancora ulteriormente.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a giocare a basket quando avevo 6 anni, nel cortile di casa mia. Un po’ di tempo dopo, a circa 12 anni ho iniziato a giocare con ragazzi più grandi in un campionato dilettantistico. Dopo quest’altra esperienza, ho deciso di andare in una scuola di basket e ho affrontato giocatori più grandi nel campionato studentesco lituano. E così è come il mio viaggio è iniziato».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono un playmaker. A me piace fare gioco, crearlo per i miei compagni. Ma se ho l’opportunità di andare a canestro, lo faccio».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«I miei obiettivi sono di andare lontano fin dove posso e di ottenere più vittorie possibili con la mia squadra. Oggi, però, il mio primo obiettivo è quello di disputare una grande stagione e di migliorare sia come giocatore che come persona, dalle prime impressioni sono capitato nel posto giusto, il Castanea Basket lo sento già come una seconda casa».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Lavorerò duro agli allenamenti e in partita farò il meglio che posso. Questo posso dare alla squadra. Ai fans, invece, spero di dare tante vittorie e, perché no, anche qualche trofeo».

Eimantas, dopo aver superato le visite mediche pre season, è già a Messina da due settimane e sta lavorando per prepararsi in vista dell’inizio del campionato, si è messo immediatamente a disposizione dello staff tecnico.

]]>
Wed, 15 Sep 2021 09:54:59 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/635/altro-giovane-talentuoso-per-il-roster-viola basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Innesto di spessore arriva dalla Lettonia. https://www.basketcastanea.com/post/634/innesto-di-spessore-arriva-dalla-lettonia

Davis Denafs

 

Il suo più grande vantaggio è sicuramente un bel carattere. E sa che può sfruttarlo per essere una guida per i suoi compagni. Si presenta con grinta (e con qualche nomination) Davis Denafs, sportivo a tutto tondo e nuovo acquisto del Castanea Basket per la stagione 2021/2022 della Serie C Gold maschile di Pallacanestro. Alto 1,90 metri e classe 2002 (19 anni compiuti il 25 marzo), ha già tagliato diversi traguardi nella sua carriera (anche in altre discipline), in particolare in Lettonia, Paese da cui proviene e per cui ha già giocato in Nazionale.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, dando un buon motivo per guardare le partite della squadra: «Vi garantisco che vi divertirete».

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato quando ero molto piccolo. Prima ero un giocatore di calcio ed ero anche stato selezionato per l’under 12 della nazionale. Ma dopo il calcio ha incominciato a non divertirmi più, così ho iniziato ad allenarmi a basket e sono stato subito selezionato per la nazionale under 14 del mio Paese. Così è come ho iniziato».

 

Qual è stata la tua ultima squadra di Basket e quali traguardi hai raggiunto?

«Fino all’anno scorso ero un giocatore della prima lega lettone e giocavo per il “Bk Ogre”. Sono stato anche nominato miglior giocatore under 17 della stagione. Questa estate, inoltre, ho giocato la Coppa del mondo under 19».

In quest’ultima competizione ha raggiunto una media di punti segnati a partita pari a 17,9 (in 7 partite giocate).

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono un playmaker, ma posso giocare anche come Guardia tiratrice. Sono alto 190 cm e sono un buon giocatore a tutto tondo. Io, però, penso che la mia più grande abilità sia quella di guida».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Per questa stagione, il mio obiettivo è quello di vincere il campionato».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Io posso garantire ad ogni fan che assisterà alle nostre partite che si divertirà e apprezzerà il nostro gioco, vedendo soprattutto delle belle vittorie che porteremo a casa».

Davis è un altro dei ragazzi che sarà chiamato a giocare doppio campionato all’interno del progetto di Castanea e Savio, oltre al suo campionato giovanile di competenza (Under 20), l’atleta, già a Messina da 10 giorni, sta ultimando insieme al gruppo la fase di preparazione fisica sotto l’occhio attento dello staff tecnico.

]]>
Mon, 13 Sep 2021 10:40:17 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/634/innesto-di-spessore-arriva-dalla-lettonia basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Ufficializzata la sinergia tra le due società Messinesi. https://www.basketcastanea.com/post/633/ufficializzata-la-sinergia-tra-le-due-societa-messinesi

Messina, nasce una sinergia tra l’Asd Castanea Basket e il Savio Basket

Le due squadre condivideranno i giocatori under arruolati dal Castanea Basket Messina, che così disputeranno un doppio campionato: quello di serie C Gold e quello di serie C Silver con il Savio Basket Messina. Il massimo dirigente del Castanea, l'Avv. Alessandro Saccà: «Uniamo le forze con una squadra che si sta mettendo in mostra dimostrando eccellenti qualità nella crescita dei giovani»

 

MESSINA. Una nuova sinergia è nata nel panorama sportivo messinese. Si tratta di quella tra le due società di pallacanestro Asd Castanea Basket (salita quest’anno in serie C Gold Nazionale) ed il Savio Basket Messina (squadra che milita in serie C Silver). Tutti gli under arruolati dal Castanea Basket, infatti, quest’anno saranno messi a disposizione del Savio Basket Messina per partecipare anche al campionato di serie C Silver.

«Siamo onorati per la nascita di questa collaborazione tra due realtà che si stanno distinguendo in questo periodo nel palcoscenico cestistico siciliano – dichiara il massimo dirigente del Castanea Basket, Alessandro Saccà - Uniamo le forze con una squadra che si sta mettendo in mostra dimostrando eccellenti qualità nella crescita dei giovani. Quale migliore occasione di questa per condividere dei ragazzi che possiedono tanto talento e che non vedono l’ora di emergere per mettersi in discussione, iniziando così la carriera tra i professionisti. Le due società hanno condiviso scelte, investimenti e scommesse, ma quelli più felici di poter fare un doppio campionato sono proprio i ragazzi».

Inoltre, sia il gruppo di under selezionati che il gruppo ancora in prova saranno impegnati anche nel loro campionato under di competenza.

«Siamo molto felici dell’intesa raggiunta con il Castanea Basket Messina, una scelta che ci permetterà di lavorare in sinergia con la stessa e con un numero di atleti under di altissimo profilo – ha aggiunto Franco Pati, allenatore Savio Basket Messina - Lo scopo dell’accordo è quello di proiettare la nostra società a lavorare sempre di più con i giovani, permettendo alle due società di disputare campionati  competitivi e, allo stesso tempo, di dare l’opportunità ai nostri giovani atleti di confrontarsi con realtà diverse dalla nostra, che permetteranno loro un’ulteriore crescita sportiva».

Le due società hanno già unito le risorse in vista della preparazione che al momento è in fase di ultimazione.

]]>
Sat, 11 Sep 2021 18:13:43 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/633/ufficializzata-la-sinergia-tra-le-due-societa-messinesi basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Altro giovane talento per la societa messinese. https://www.basketcastanea.com/post/632/altro-giovane-talento-per-la-societa-messinese

Il Castanea Basket è lieti di informare di aver perfezionato l’ingaggio del giovane talento lituano.

Deividas Šeršenis Nazionalità Lituana, fino alla scorsa stagione giocava nel "Plungės Olimpas" (squadra che compete per la lega di pallacanestro Regionale), ha una sete insaziabile di punti e, quest’anno, giocherà per il Castanea Basket. Alto circa 1,97 metri, il diciannovenne è un ottimo rimbalzista, abilità che lo caratterizza e che sa di poter sfruttare a vantaggio suo e di tutto il team. Attualmente ben piazzato nel ranking dei giocatori lituani, con un punteggio di 6.338.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, a cui annuncia che darà tutto se stesso per questa stagione.

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a giocare molto giovane. Su suggerimento di un amico mi sono iscritto ad una scuola di basket, così ho messo a canestro i miei primi palloni».

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Il mio ruolo in campo è quello fare punti e, in particolare, recuperare tanti rimbalzi sia in attacco che in difesa. Sono alto circa 197 cm e, infatti, la mia più grande abilità è giocare sotto i canestri. Sono anche bravo a passare la palla sia in post alto che in post medio, mi piace anche attaccare il ferro in palleggio».

Quali sono i tuoi obiettivi?

«I miei obiettivi per questa stagione sono: migliorare, aiutare I miei compagni a raggiungere gli obbiettivi e, ovviamente, aiutare la squadra a vincere. Mi metterò completamente a disposizione del mio coach».

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Proverò a dare alla squadra e ai fans tutto quello che posso e tutto quello che posso fare».

 

Deividas si è già unito al gruppo che sta lavorando alla preparazione fisica in vista della parte tecnica che avverrà presto in campo.

]]>
Wed, 8 Sep 2021 17:45:00 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/632/altro-giovane-talento-per-la-societa-messinese basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Iniziano le Presentazioni per il Roster di C Gold. https://www.basketcastanea.com/post/631/iniziano-le-presentazioni-per-il-roster-di-c-gold

Giovane classe 2000 (21 anni compiuti a febbraio), originario della Repubblica del Congo e alto 203 cm. Si tratta di Noah Mwananzita, nuovo acquisto del Castanea Basket per la stagione di Serie C Gold maschile 2021/2022. Ala Grande, arriva dall’Angri Pallacanestro (in provincia di Salerno), per cui ha giocato gli ultimi due anni regalando un bottino di 88 punti in 26 presenze.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi della squadra, puntando lo sguardo verso l’alto ma rimanendo con i piedi per terra.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a 16 anni. Un po’ tardi direi, ma questo non ha frenato il mio entusiasmo. Circa cinque anni fa mi è stata offerta un’occasione dall'Aurora Basket Jesi, e da lì è partito tutto».

Ed è proprio partendo dall’under 18 dell’Aurora Basket Jesi, infatti, che il giovane alto oltre 2 metri ha incominciato a scalare la vetta e a raggiungere quota 476 puti segnati in 62 partite giocate, dall’esordio ad oggi.

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono un Ala Grande. Sono alto e, nonostante la statura, sono agile e dinamico. Mi piace rimanere in ritmo con la partita e, soprattutto, dare ritmo ai miei compagni».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Voglio andare il più lontano possibile. Salire più in alto che posso. È bello sognare, ma conta solo quello che alla fine si realizza».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Innanzitutto, voglio fare un gran saluto a tutti i tifosi che ci sosterranno durante questa nuova avventura e a tutto lo staff che ci supporterà, e poi voglio dire che darò tutto me stesso per ogni passo in avanti che farà questa squadra».

La società Viola vuole ringraziare l'Avv. Francesco De Rosa per la professionalità dimostrata nell'ingaggio del giovane giocatore.

Noah dopo aver eseguito tutta la prassi legata alle visite mediche si unirà al gruppo che sei appresta ad iniziare la preparazione, diamo il benvenuto al giovane lungo del Castanea Basket.

]]>
Sun, 5 Sep 2021 09:48:03 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/631/iniziano-le-presentazioni-per-il-roster-di-c-gold basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Serie C Gold maschile 2021/2022 https://www.basketcastanea.com/post/630/serie-c-gold-maschile-20212022

Sta per partire la stagione 2021/2022 del campionato di Basket Serie C Gold maschile e, come ogni anno, il Castanea Basket riparte dai suoi punti di forza, rinnovandoli e rilanciandoli. Alcuni di questi sono l’informazione, l’ufficio stampa ed i social media, per cui la società ha previsto conferme e new entry.

Il Castanea Basket conferma a capo dell’ufficio stampa l’avvocato Daniele Straface, che dirigerà tutti i comunicati che orbiteranno intorno alla società e la squadra.

I comunicati saranno affidati ad Andrea Denaro, giornalista pubblicista che dallo scorso anno si è affiancato alla società mettendosi in gioco con l’informazione sportiva. Andrea vanta un curriculum importante nel palcoscenico dell’informazione messinese, lavorando ormai da qualche anno per “LetteraEmme” e seguendo altre realtà sportive importanti della nostra città.

I social media, invece, saranno curati da Claudia Mangano, anche lei giornalista per la testata “LetteraEmme” e specializzata in social media strategy e copywriting.

Le riprese e le dirette di ogni evento saranno sempre affidate alla sinergia ormai storica che lega strettamente il Castanea Basket a “SportMe”, tutto affidato al sapiente occhio e alle telecamere del solito Nino Famá.

Più in generale, la comunicazione del Castanea Basket, insieme al sito internet, fiore all’occhiello della sodalizio, saranno affidate a “Dabliu”. La professionalità e la competenza di questa giovane realtà messinese, infatti, sarà a nostra disposizione proprio nelle persone di Andrea Denaro e Claudia Mangano.

Nei prossimi giorni la società peloritana, impegnata nella ricerca di nuovi dirigenti per potenziare la squadra del direttivo, inizierà la presentazione dei roster per questa nuova e importante stagione di Serie C Gold maschile.

]]>
Sun, 29 Aug 2021 17:10:54 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/630/serie-c-gold-maschile-20212022 tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Primo comunicato della nuova stagione. https://www.basketcastanea.com/post/629/primo-comunicato-della-nuova-stagione

Il Comunicato arriva direttamente dal suo fondatore, coach Frisenda.

“Ripartiamo con questa nuova avventura della C gold, se devo essere onesto anche questa sfida è stata accolta tra qualche perplessità, non si capisce perché in un anno dove si dovrà pensare alla ripartenza,

e ci sono tanti dubbi su numeri ed investitori, ci siamo trovati a dover scegliere Silver o Gold, le perplessità sono scontate, non dimentichiamoci mai che due stagioni fa eravamo in serie D.

Comunque abbiamo deciso di continuare a rischiare. Torna questa categoria dopo tanti anni, voluta o imposta, cambia poco abbiamo scelto di metterci in gioco per l’ennesima volta. 

Stiamo lavorando alla squadra che inizia a prendere forma, tante nuove leve, tanti ragazzi che hanno voglia di mostrare il loro talento, c’è anche qualche sorpresa per la serie ogni tanto ritornano, anche se stiamo limando i dettagli, un messaggio deve arrivare chiaro che nessuno pensi al Castanea come una squadra che proverà a galleggiare, abbiamo già dimostrato ampiamente che non ci interessa restare a guardare, noi faremo il massimo, per quelle che sono le nostre giovani forze, dopo di che lasceremo il Verdetto al campo.

Molte novità ci saranno anche sul fronte collaborazioni abbiamo intenzione di, finalmente, riunire più società per riuscire ad essere tutti più forti. Il trend deve cambiare, le società devono iniziare a collaborare in maniera seria e duratura il prossimo anno il Castanea Basket proverà a farlo con la certezza di avere individuato società che possono fare bene ed altre che stanno già facendo bene, se riusciamo a trovare tutti la giusta umiltà ci sarà la possibilità di fare cose grandi.

Pronto finalmente anche il mio Baskin, a settembre riabbraccerò i miei magnifici ragazzi, non vedo l’ora di perdermi nei loro spensierati sorrisi.

Vi anticipo che saranno impegnati in due campionati Nazionali, il primo ad ottobre “Il Campionato Nazionale della Ripartenza” il secondo a Maggio “il Campionato Nazionale di Baskin”, ci sarà tanto da divertirsi anche con il Baskin Messina.

Di tutte queste notizie e molte altre sorprese ancora si inizierà a parlare dopo la riunione con la Dirigenza della Società, nella quale io stesso informerò la mia squadra di DR, solo dopo questo passaggio inizieremo formalmente a presentare tutte le attività ed il nuovo Roster di C Gold”.

Appuramento alla fine di agosto per la presentazione di tutte le attività della società viola e conseguente preparazione atletica della C Gold.

]]>
Sun, 15 Aug 2021 12:46:39 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/629/primo-comunicato-della-nuova-stagione tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Le parole di un furibondo Coach Frisenda, "forse ci siamo montati la testa". https://www.basketcastanea.com/post/628/le-parole-di-un-furibondo-coach-frisenda-forse-ci-siamo-montati-la-testa

Nell'ultima recita interna della stagione regolare arriva uno dei successi più sofferti per il Castanea Basket 2010 che supera di stretta misura per 90-88 lo Sport Club Gravina autore di un'ottima prestazione. Affermazione giunta soltanto dopo il tempo supplementare quando la tripla dall'angolo di capitan Di Dio è sbattuta sul primo ferro. Nel supplementare Gravina sogna a lungo il colpaccio con l'accoppiata Florio-Santonocito che non sbaglia nulla , servirà un grande Blair a costringere gli etnei al ko. Cinque uomini in doppia cifra che hanno segnato ben 85 punti dei 90 totali, in una serata caratterizzata dalle assenze di Commisso (a referto ma limitato da un problema al polso), Brusca e Landgren. Il pivot svedese è a riposo per un problema al ginocchio, lo staff proverà a ristabilirlo in campo per le semifinali playoff (in programma nel weekend del 6-7 giugno).

Partita molto godibile a Ritiro, i gialloviola schierano Di Dio, Friberg, Schiavoni, Dosic e Cordaro. L'equilibrio è totale in campo con i ragazzi di coach Marchesano che pur non avendo nulla da chiedere al torneo giocano a viso aperto e senza timori. Gran primo quarto del play svedese che sfiora la doppia cifra, a ruota una tripla di Schiavoni, tre punti di Dosic e due rimbalzi di Blair consentono agli uomini di coach Frisenda di rimanere incollati agli avversari (20-21 al 10').
Il copione non cambia minimamente nel secondo quarto con le due squadre racchiuse in pochi punti. Il quartetto composto da Friberg, Blair e i lunghi Cordaro e Dosic prendono per mano la squadra che però all'intervallo lungo conserva due punti di margine (37-39). Gravina ottiene buone soluzioni alternando le difese e passando dalla zona alla uomo mentre coach Frisenda ruota sette uomini con minuti in campo per Ponzù molto attivo in difesa.
Alla ripartenza i gialloviola completano la rimonta e passano in vantaggio con le giuste inziative in attacco. Da questo momento sembrerebbe una gara in discesa ma in realtà pur costretto a inseguire Gravina non mollerà mai e lotterà sino all'ultimo istante. Di Dio è on fire e dopo un primo tempo da 4 punti ne segnerà ben 22 negli ultimi venticinque minuti di gara (pur in una serata da 1/13 da tre). Con lui Cordaro si porta a 9 punti mentre Friberg dà sempre grande saggio della qualità in palleggio ma pur stuzzicato dagli avversari alle volte eccede in agonismo. Blair e le sue quattro triple risolveranno molti grattacapi per cui il 59-56 al 30' lascia immaginare che sarà una gara risolta sui titoli di coda, e sarà proprio così. La gara è molto bella con i rispettivi attacchi abili a colpire le amnesie difensive, diciassette i punti della squadra di casa nei 10 minuti finali. Gravina però ha grande orgoglio e con Spina (13) e Barbera (10) è sempre a contatto e opera anche il sorpasso con diversi viaggi in lunetta. Quando sembra fatta per i peloritani invece gli etnei hanno una grande forza, difendendo bene nell'ultimo possesso con la tripla sbagliata dall'angolo. Alla sirena il 76 pari regala un'emozione supplementare. O.T. dove si segna tantissimo con canestri tutti di pregevole fattura. Florio e Santonocito danno saggio di qualità indiscusse al tiro proiettando i compagni anche a due possessi di vantaggio. Di Dio e Blair dovranno impegnarsi, il play giocherà 43 minuti con tre canestri di assoluta qualità in jumper. Per Friberg soliti numeri di spessore: ben 12 rimbalzi conquistati, 6 assist e 35 di valutazione, sarà però Cordaro con una tripla pesantissima a operare il sorpasso e decretare il sofferto successo della propria squadra.
 
Furibondo Coach Frisenda a fine gara " Sia chiaro non va tolto niente al nostro ospite,anzi,  lo Sport Gravina meritava la vittoria per gioco, grinta e voglia di dimostrare, il problema adesso inizia ad essere il nostro gioco corale, abbiamo un gioco che prima deve premiare ll sistema e solo successivamente puntare su singoli momenti legati alle grandi qualità individuali che abbiamo, inizio invece a vedere i miei ragazzi sconcentrati dai tabbellini, difendere con sufficenza e conservazione, troppo egoismo legato da interessi singoli e non più di squadra, spero di sbagliarmi ma inizio a vedere i miei ragazzi giocare con appagata voglia e scarsa attitudine, forse ci siamo montati la testa, mi auguro che non sia cosi e chiarirò personalmente, approfondendo in spogliatoio, questa mia impressione ma la mancanza di gioco penso sia sotto gli occhi di tutti, sono critico con me stesso figuriamoci con loro, esigo e pretendo che tornino a sentirsi un gruppo senza guardare statistiche e classifica, non abbiamo velleita ne ambizioni di promozione, come più volte ripetuto, ma la voglia di vedere il progressivo lavoro rispecchiarsi in campo questo si lo esigo, i ragazzi devono tornare a sentirsi una squadra unita nel gioco prima e solo poi un gruppo con grandi qualità individuali ma che devono essere messe al servizio del sistema di gioco.
Sicuramente quando si gioca male i meriti sono anche dell'avversario, ed in questa gara molti meriti vanno allo Sport Club Gravina, ma attaccare senza esprimere neanche lontanamente il lavoro che si fa in settimana questo mi crea imbarazzo ed io faccio troppi sacrifici per sentirmi imbarazzato, non ci sto, la mia squadra non può difendere cosi male da prendere 88 punti in casa propria".
 
Il castanea pur con un roster non al meglio dimostra grinta e fiducia nei propri mezzi e costringe la Just Mary a dover rinviare l'ufficialità del primo posto in classifica. Adesso ultima trasferta della regular season a Milazzo, poi qualche giorno di pausa e spazio per le semifinali playoff col Castanea che s'annuncia grande protagonista.

Castanea-Gravina 90-88 (dts)
Parziali: 20-21; 37-39; 59-56; 76-76
Castanea: Cosetta ne, Dosic 5, Commisso ne, Di Dio 26, Cortina, Schiavoni 12, Currò ne, Friberg 16, Blair 19, Cordaro 12. Allenatore: Frisenda.
Gravina: Patanè, Fodale, La Mantia, Barbera 10, Spina 13, Mastrandrea, Florio 28, Santonocito 29, Privitera, Spampinato, Alì 6, Zambataro, Renna 2. Allenatore: Marchesano.
Arbitri: Brusca e Scuderi.
]]>
Fri, 28 May 2021 14:23:57 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/628/le-parole-di-un-furibondo-coach-frisenda-forse-ci-siamo-montati-la-testa basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea si impone sulla MelfaS Gela. https://www.basketcastanea.com/post/627/il-castanea-si-impone-sulla-melfas-gela


La trasferta di Gela giocata al PalaLivatino dura poco più di un quarto per il Castanea che poi prende saldamente le redini dell'incontro e domina nel secondo quarto piegando la resistenza per 89-56 di una squadra che nonostante un indubbio valore tecnico occupa mestamente l'ultima piazza del campionato e ormai ha ben poco da chiedere a questo finale di stagione. Di contro la squadra peloritana ottiene la dodicesima affermazione stagionale e, complice la sconfitta della Just Mary, appaia la capolista e nei prossimi due turni proverà a migliorare il proprio score.


I gialloviola scendono in campo con capitan Di Dio, Friberg, Schiavoni, Landgren e Dosic e il primo quarto è l'unico realmente combattuto prima della resa avversaria arrivata anche a seguito di un infortunio occorso al pivot Milekic. Assoluto mattatore della prima frazione di gioco è lo svedese Landgren che segnerà tre triple e salirà in doppia cifra già dopo nove minuti di gioco. Lo staff tecnico peloritano ruota sin da subito gli interpreti (sono assenti Ponzù, Cosetta e Currò) e il Castanea soffre solo l'intraprendenza del lituano Seskus (alla fine mvp a referto con 28 punti). Sei i punti di vantaggio alla prima sirena per gli ospiti (25-19).


Nel secondo quarto l'accelerata è già decisiva, il gap si amplia con un break di 22-11 che decide la sfida. Doppia cifra e lucida regia per Di Dio, bene in attacco sia Blair che Cordaro con Friberg che inizia a carburare e così il team messinese conquista quasi 20 rimbalzi a metà gara. Alla ripartenza Gela sembra non crederci più anche per problemi di infermeria, il divario diventa incolmabile per la squadra di coach Bernardo che affonda sotto i colpi delle doppie cifre di Landgren, Di Dio, Blair e un otitmo Dosic. Il pivot colleziona un quarto da 8 punti, 5 rimbalzi e 4 palle recuperate che valgono 22 di valutazione. Unica buona notizia per la Melfa's è il ritorno in campo di Gaspare Caiola dopo una lunga assenza.


L'ultimo quarto ha poco da dire. La frazione è utile soltanto per le statistiche, sono due le bombe di Commisso che dimostrano la qualità dell'organico peloritano (11 triple di squadra a fine gara). Non rientra più in campo Landgren uscito per problemi fisici da valutare e successo colto in assoluta scioltezza che dà tranquillità in vista degli ultimi due impegni stagionali con Gravina e Milazzo. Poi la squadra riposerà fino alle semifinali playoff, lì saranno tutte gare da dentro fuori ma il Castanea vuole dire la propria anche nella post season.

Gela – Castanea 56-89


Parziali: 19-25; 30-47; 42-70


Gela: Vancheri, Kuburovic 5, Milekic 6, Moricca, Gazzillo 4, Bozic, E. Caiola ne, Seskus 28, G. Caiola 9, Markovic 2, Tuccio, Ndubuisi 2. Allenatore: Bernardo.


Castanea: Dosic 12, Commisso 5, Di Dio 17, Brusca 5, Cortina 2, Schiavoni 6, Friberg 9, Blair 14, Cordaro 7, Landgren 12. Allenatore FrisendaBiondo.


Arbitri: Perrone e Crisafi.

 
 
]]>
Mon, 24 May 2021 18:03:52 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/627/il-castanea-si-impone-sulla-melfas-gela basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Killer Instinct di Di Dio e Blair consegnano il derby al Castanea. https://www.basketcastanea.com/post/626/il-killer-instinct-di-di-dio-e-blair-consegnano-il-derby-al-castanea-

Autentico antipasto di playoff al PalaRitiro nel big match della settima giornata di ritorno del campionato di serie C Silver tra Castanea Basket e Basket School Messina. Gara che sarà ricordata tra le più belle e intense di questa stagione. In palio c'è una fetta considerevole di secondo posto, piazzamento che permette l'accesso diretto alle semifinali post season saltando il turno dei quarti. Dopo aver accarezzato il sogno di un blitz esterno il Basket School cade per mano di un eroico Castanea che vince col punteggio di 71-70 con un jumper del prorpio capitano Di Dio, autentico trascinatore e miglior giocatore del torneo in questo momento (27 punti come all'andata, 6 rimbalzi e identico dato di valutazione). Con lui splendida la prestazione di Blair jr (17 conditi da tre triple e 11 rimbalzi) e Landgren (doppia doppia da 10 punti e 10 rimbalzi). Merito anche alla formazione ospite che partita a razzo ha comandato per quasi tutto l'arco della gara arrivando sul più 15 ma che è inciampata proprio nel rush finale molto concitato. La sensazione è che queste due squadre possano anche ritrovarsi una di fronte all'altra nella post season e quello potrà essere nuovamente un grande sport per la pallacanestro cittadina.

Da segnalare l'assenza tra le fila di casa di Commisso (problema al polso) e Currò mentre per lo School è assente l'under Doria.

In avvio coach Frisenda s'affida al quintetto composto da Di Dio, Schiavoni, Friberg, Landgren e Cordaro. Coach Sidoti risponde con Busco, Sidoti, De Angelis, Manfrè e Pocius. Il primo quarto è tutto di marca ospite. School parte forte e approfitta di una difesa di casa apparsa non pienamente sintonizzata su questa sfida. I ritmi sono vertiginosi, Di Dio e Landgren provano a scuotere i compagni ma la difesa in maglia rossa limita Friberg e l'unica tripla della serata di Schiavoni fissa a nove punti lo svantaggio interno (15-24 al 10') mentre sul fronte opposto sono Pocius, De Angelis e Busco a creare problemi nel pitturato. Da segnalare un’inchiodata di Blair nel finale.

Nel secondo quarto l’attacco del Castanea comincia a carburare. Saranno venti i punti complessivi messi a referto. Grande la frazione a livello personale per Di Dio che sale a quota 15 imitato da un determinante Blair (8). Le difese mordono sugli attacchi, ne fa le spese l’estro di Friberg fermo a quota 2 e con quattro errori ai tiri liberi. Ospiti che cercano la fuga con la doppia cifra di vantaggio, la tensione in campo si avverte e gli arbitri dialogano con i giocatori ma fischiano spesso con i bonus dei falli che arrivano presto sul tabellone. Si contano due falli tecnici comminati allo School: al 20’ il punteggio sul 35-41.

Si riparte con diversi giocatori da ambo le parti a rischio falli. Nel terzo quarto inizialmente la gara muta: il Castanea si riporta sotto nel punteggio con grande coraggio e il predominio a rimbalzo arrivando anche sul meno due con una lenta ma inesorabile rimonta sempre ben gestita dal proprio playmaker. L’ex Ragusa e Blair si confermano due certezze in una serata in cui i compagni fanno più fatica a entrare in ritmo con continuità. Lo School però nel momento difficile si schiera a zona 2-3 e la scelta paga riconquistando palloni e riportandosi in doppia cifra di vantaggio al 30’ (punteggio di 50-61) con il quartetto Pocius, Manfrè, Busco e Sidoti sugli scudi.   

L’ultimo quarto è da vietare ai deboli di cuore, si parte e fulmineo arriva il break di 4-0 del Castanea che alla fine ribalterà l’incontro con un parziale da 20-9. Cordaro (gli viene comminato un antisportivo), Schiavoni e Friberg devono gestire i 4 falli personali cosi come Manfrè, Sidoti (altro antisportivo) e Busco. Nessuno uscirà per sopraggiunto limite. Pocius parte bene e tocca quota 20 con la tripla del più sei ma Landgren alla distanza lo riesce a limitare concedendogli solo i liberi, lo svedese in attacco segnerà due canestri in precario equilibrio fondamentali. Si lotta su ogni possesso e gli ultimi due minuti sono decisivi: sul 66-68 Sidoti realizza due tiri liberi. Grandi proteste ad un minuto dal termine per una palla contesta a metà campo, col Castanea sotto di quattro punti a 55” dal termine è Blair con calma olimpica a segnare una tripla da sette metri che vale il meno 1. Lo School sbaglia l’attacco seguente e con 21” Friberg amministra il cronometro, chiuso decide di servire Di Dio che con un arresto e tiro da leader segna il suo 27° punto che vale il 71-70 tra la gioia del team gialloviola. Rimane dopo il time out giusto il tempo per lo schema che porta al tiro di Genovese che non va. Gara spettacolare e dagli alti contenuti tecnici decisa da una prodezza del singolo al termine di una grande rimonta. Con l’undicesimo successo stagionale il Castanea mette un’ipoteca sul secondo posto utile in chiave playoff. Meriti anche allo School per una partita coraggiosa e condotta a lungo. Adesso rimangono le ultime tre sfide da calendario, la squadra del presidente Saccà si recherà a Gela poi ospiterà Gravina e chiuderà nel derby di Milazzo. Una stagione da protagonista che ancora potrà dire molto in chiave futura.  

Castanea Basket-Basket School Messina 71-70
Parziali: 15-24, 35-41 (20-17), 50-61 (15-20), 20-9
Castanea Basket: Dosic 2, Cortina, Di Dio 27, Brusca n.e., Schiavoni 3, Friberg 9, Blair 17, Ponzù Donato n.e., Cordaro 3, Landgren 10, Cosetta n.e. Allenatore: Filippo Frisenda.  
Basket School Messina: Sidoti A. 11, Genovese, Olivo ne, Scimone 2, Freni n.e., Manfrè 12, Tartamella, Arena n.e., Sidoti E. n.e., Busco 13, Pocius 20, De Angelis 12. Allenatore: Pippo Sidoti 
Arbitri: Cappello e Foti

]]>
Sun, 16 May 2021 18:45:26 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/626/il-killer-instinct-di-di-dio-e-blair-consegnano-il-derby-al-castanea- basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea Basket passa contro il Cus Catania. https://www.basketcastanea.com/post/625/il-castanea-basket-passa-contro-il-cus-catania-

Il Castanea passa a Catania col brivido finale. Rafforzato il secondo posto

Il turno infrasettimanale conferma il magic moment vissuto dal Castanea Basket 2010 che espugna l'ostico PalaCus di Catania col punteggio di 79-83. Vittoria sofferta, la decima in stagione, arrivata al termine di una gara che il team gialloviola di coach Filippo Frisenda è arrivato a condurre con un massimo vantaggio di 18 punti, sul 41-59.

I catanesi allenati da coach Guadalupi forti di una formazione finalmente al completo risalivano la corrente grazie a Pennisi, Corselli, Guadalupi e al recuperato Mazzoleni (tre uomini in doppai cifra) arrivando fino al 60-63. Un 19-4 di controbreak che riapriva completamente i giochi ma nel finale la vicecapolista manteneva i nervi saldi e ai tiri liberi (straripante lo svedese Friberg con 29 punti) conduceva in porto la gara confermandosi un complesso glaciale a cronometro fermo. Match intenso che vedeva il Castanea partire alla grande e indirizzare l'incontro sui binari più congeniali col predominio dei tabelloni per merito di una maggiore prestanza fisica ed il solito attacco prolifico (quattro triple in avvio per lo specialista Schiavoni). Il punteggio di 12-24 alla prima sirena è esemplificativo del predominio alla prima sirena della squadra in trasferta. Tutto confermato nel secondo parziale chiuso in perfetta parità tra le squadre ed il più dodici ospite all'intervallo lungo.

Capitan Di Dio prendeva per mano la squadra in una serata in cui il totem Landgren era osservato speciale dalla difesa di casa che lo limitava ad un canestro dal campo (ma ugualmente in doppia cifra e presenza solida a rimbalzo). Nel secondo tempo come detto gara sulle montagne russe, il Cus rientra prepotentemente in gara col passare dei minuti ma cede ai nervi con l'espulsione di Guadalupi jr e due falli tecnici. I gialloviola pur sudando conducono in porta l'enesima partita fondamentale in vista della post season.

Si prosegue con ritmi forsennati: sabato attesa stracittadina casalinga contro il Basket School Messina, un incontro che può chiudere il discorso in chiave secondo posto.

Cus Catania-Castanea Basket 79-83


Parziali: 12-24, 35-47 (23-23); 58-63 (23-16), 79-83 (21-20).


Castanea Basket 2010: Dosic, Commisso 3, Di Dio Busà 22, Schiavoni 11, Currò, Friberg 29, Blair 7, Ponzù Donato, Cordaro 1, Landgren 10. All. Frisenda.


Cus Catania 2003: Lo Faro 16, Arena 6, Vasta 7, Cuccia, Corselli 5, Saccà, Sarchioto, Pennisi 23, Mazzoleni 15, Elia, Sgroi ne, Guadalupi Gio. 7. All. Guadalupi Giu.

]]>
Fri, 14 May 2021 12:50:43 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/625/il-castanea-basket-passa-contro-il-cus-catania- basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Anche il Castanea Basket vuole dire la sua sul momento arbitrale. https://www.basketcastanea.com/post/624/anche-il-castanea-basket-vuole-dire-la-sua-sul-momento-arbitrale

Il Castanea si complimenta con l'arbitro Federico Puglisi

Nella serata che ha sancito il successo del Castanea Basket 2010 sulla Fortitudo Messina la società, tramite il racconto di Coach Frisenda, intende sottolineare il bel gesto che ha visto protagonista l'arbitro Federico Puglisi di Acicatena (CT).

Il giovane fischietto etneo, infatti, designato per il derby messinese insieme al collega Rafael Crisafi nel corso del secondo tempo è stato costretto momentaneamente a fermare il gioco a seguito di una dolorosa distorsione alla caviglia riportata durante una fase di gioco che ha richiesto la sottoposizione alle cure dello staff medico di casa dopo che coach Cavalieri ha prontamente segnalato l'episodio al tavolo degli ufficiali e prestato il primo soccorso.


Racconta il coach - "Mi sono accorto del ragazzo a fine gara anche perche il fatto è successo lontano dalla mia panchina, il giovane era visibilmente dolorante a causa di una forte scavigliata e si trasportava sostenuto dal collega, gli va dato atto e merito di essere riuscito a portare a termine la conduzione arbitrale evitando qualsiasi interruzione della sfida o un avvicendamento con un altro fischietto che sarebbe stato oltremodo problematico. Un gesto questo che evidenzia la massima dedizione per il proprio lavoro e che per le società in campo deve rappresenta un esempio sicuramente da seguire in ottica futura anche al fine di riportare al centro delle cronache sportive esclusivamente quanto di bello il rettangolo di gioco è capace di esprimere, non è giusto puntare il dito su questi ragazzi solo quando pensiamo che sbaglino, ricordiamoci sempre che dietro ogni fischietto c'è un ragazzo che per "quattro spicci" ci permette di giocare, questo ragazzo ha dato esempio di quanta passione siano capaci di mettere nel loro "mestiere".

La società di casa ha fatto tutto quello che era nelle sue possibilità per aiutare i due ragazzi nel rientro in casa.Pertanto il Castanea segnala questo episodio meritorio al CIA regionale complimentandosi con l'arbitro Puglisi, gesto che riporta al centro del dibattito sportivo un fatto positivo soppiantando polemiche nelle ultime settimane troppo spesso al centro della scena.   

 
 
]]>
Tue, 11 May 2021 15:46:05 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/624/anche-il-castanea-basket-vuole-dire-la-sua-sul-momento-arbitrale grandefilo@live.it (Filippo Frisenda)
Il derby di Messina va al Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/623/il-derby-di-messina-va-al-castanea-basket

Il Castanea supera una Fortitudo volitiva e rafforza il piazzamento sul podio. Vicinanza a Incitti

Gara di grande intensità quella del PalaRitiro tra Castanea Basket 2010 e Fortitudo Messina che metteva di fronte due squadre appaiate nelle zone altissime di classifica a quota sedici punti. Il successo finale per 89-74 premia gli sforzi degli uomini di coach Filippo Frisenda che bissano la vittoria del girone d'andata e rafforzano il piazzamento playoff dietro la battistrada Just Mary che da calendario osserva il turno di riposo. Assenti Currò e Brusca per turnover, la copertina di diritto spetta a capitan Di Dio (ventello con 5 rimbalzi e 8 assist per un 26 di valutazione), doppie cifre anche per Friberg (16 punti, 11 assist e 31 di valutazione), Landgren (15), Cordaro (13) e Blair (12 punti all'esordio per l'ex Pall. Biella). In casa Fortitudo (priva di Davide Bianchi) solita generosità per capitan Bellomo, Di Nezza, Nikoci e Leanza mentre all’inizio dell’ultimo quarto è uscito dal campo dopo una lotta a rimbalzo offensivo per un serio infortunio alla spalla Lorenzo Incitti, ragazzo serio da due anni a Messina al quale la società gialloviola esprime la propria vicinanza e un augurio di pronta guarigione. 

Si parte con Di Dio, Friberg, recuperato dal problema alla caviglia, Schiavoni, Landgren e Cordaro. La gara vede subito ritmi elevati e una posta in palio molto alta. Ottima la partenza ospite con Di Nezza autore di tre canestri in rapida sequenza mentre è bellissima la sfida tra Landgren e Nikoci col giocatore albanese autore di un primo quarto da otto punti e giocate di puro dinamismo. I neroverdi toccano il 3-7 ma è lo stesso Friberg a svoltare l'inerzia del primo quarto con 13 punti e due triple. Lo imita Di Dio che nonostante una difesa importante di Bellomo trova le giocate giuste per dare la prima scossa alla sfida. Cordaro fissa al 10' il punteggio sul 27-16 con l’attacco gialloviola che conferma la propria facilità ad andare a canestro.    

Nel secondo quarto il copione non cambia, la Fortitudo prova con generosità a restare sempre attaccata alla partita mentre il Castanea risolve con iniziative singole tutte le situazioni più complicate. Incitti sale ad otto punti con due canestri e un tiro libero. Di Dio si mette in proprio e raggiunge la doppia cifra personale, si iscrive a referto un Dosic in costante crescita mentre Landgren dimostra le sue grandi qualità sia fisiche che balistiche (una tripla per lui). Al 20' il punteggio è di 46-32.

Alla ripartenza le squadre affilano ulteriormente le armi in fase offensiva. Si segnerà tanto (26-23 il parziale a favore del Castanea). I gialloviola di casa sembrano poter chiudere anzitempo la gara con un Blair che mostra tutte le sue doti balistiche sia nel passaggio (due assist al bacio per i compagni) che al tiro dalla lunga chiuderà con quattro triple in fotocopia dal lato a colpire un tardivo adeguamento difensivo. L’altro uomo del quarto è Landgren che si issa in doppia cifra e mostra tutto il suo valore. Eppure la Fortitudo seppur sempre costretta ad inseguire è sempre lì con cuore e orgoglio: un ottimo quarto di Leanza e di Cavalieri dà la spinta ai propri compagni che con i punti dell’indomito Bellomo si portano alla sirena sotto di undici (69-58). 

La partita si chiude di fatto nei tre minuti d’apertura dell’ultimo quarto, un break poderoso di 11-3 per il Castanea chiude i giochi portando i ragazzi di Filippo Frisenda sull’80-61. Di Dio e due triple di Schiavoni spaccano la gara. La Fortitudo non ne ha più e pur scossa dall’infortunio a Incitti (accompagnato in braccio in ospedale) ha ugualmente il merito di non mollare e dal meno ventidue risale ad un meno quindici più realistico per lo sforzo profuso.

E' il nono successo in stagione per la formazione del presidente Saccà, splendida protagonista in alta classifica. Adesso pochi giorni di riposo, mercoledì spazio per un nuovo turno infrasettimanale col Castanea atteso dalla trasferta sul campo del lanciato Cus Catania, ennesimo banco di prova da superare per un team che dimostra di volersi giocare le proprie carte fino in fondo.       

Castanea Basket-Fortitudo Messina 89-74

Parziali: 27-16; 46-32; 69-58; 89-74

Castanea Basket: Dosic 7, Cortina, Di Dio 20, Commisso ne, Schiavoni 6, Friberg 16, Blair 12, Ponzù ne, Cordaro 13, Landgren 15, Cosetta. All: Frisenda/Biondo.

Fortitudo Messina: Fathallah, Bellomo 10, Di Nezza 13, Cavalieri 7, Leanza 10, A. Bianchi 5, Incitti 8, Nikoci 13, Tagliano 8, Lanza, Saddi. All: Cavalieri

]]>
Mon, 10 May 2021 09:38:43 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/623/il-derby-di-messina-va-al-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Friberg Sabato in Campo, nuovo arrivo in casa Castanea. https://www.basketcastanea.com/post/622/friberg-sabato-in-campo-nuovo-arrivo-in-casa-castanea

Sul gong della chiusura del mercato fissata per lo scorso 30 aprile il Castanea Basket 2010 comunica la definizione della trattativa con l’ala piccola classe 2000, di 200 cm, Joseph Blair Jr. Autentico figlio d’arte, suo papà Joe è stato, infatti, un grandissimo giocatore di pallacanestro diventando un idolo nelle piazze dove ha militato tra cui Pesaro, Biella e Olimpia Milano nel  nostro paese prima della decisione di intraprendere la carriera da allenatore che attualmente lo vede impegnato in NBA come vice allenatore dei Minnesota Timberwolves dopo una precedente esperienza a Philadelphia. Il ragazzo è nato in Italia ed è un prodotto della Pallacanestro Biella, società con la quale ha disputato i campionati giovanili diventando anche il capitano della formazione Under 18 e togliendosi la soddisfazione di arrivare in prima squadra aggregato agli allenamenti del team allenato a quel tempo da coach Galbiati.                                                                                                                                     

Il ragazzo, che ha già sostenuto la prima settimana di allenamento col suo nuovo gruppo di lavoro, promette di dare un grosso apporto in questo finale di stagione alla squadra allenata da Filippo Frisenda chiamata a difendere una posizione di autentico prestigio in vista dei playoff promozione. La trattativa è stata resa possibile grazie ad alcune conoscenze nel roster gialloviola che hanno agevolato l’arrivo del ragazzo che comunque in estate volerà negli States per intraprendere un’esperienza collegiale in un arco di due-tre anni.

Queste le sue prime dichiarazioni da giocatore del Castanea: “L’idea di venire a giocare qui è stata presa da un mio amico che ha fatto da tramite con la società permettendo il tutto. Tatticamente sono un 3/4 a cui piace giocare in 1vs1 e tirare da tre punti. Ovviamente do una mano anche sotto canestro ed a rimbalzo in considerazione che dispongo di due metri di altezza. Nonostante non abbia ancora definito tutti i dettagli voglio ripartire a breve per l’America verso la metà di agosto per intraprendere un’esperienza di College nel prossimo triennio. Mio padre per questa esperienza è praticamente fondamentale per me e mi sta aiutando molto”.                                 

Al contempo la società gialloviola comunica che gli accertamenti a cui si è sottoposto lo svedese Lukas Friberg hanno avuto esito positivo e il giocatore sta riprendendo la preparazione col resto del gruppo. Il ragazzo ex Uppsala dovrebbe rispondere presente alla convocazione nella prossima gara interna contro la Fortitudo Messina.    

]]>
Fri, 7 May 2021 17:35:26 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/622/friberg-sabato-in-campo-nuovo-arrivo-in-casa-castanea basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Castanea: il bollettino dell’ infermeria. https://www.basketcastanea.com/post/621/castanea-il-bollettino-dell-infermeria

La società Castanea Basket 2010 ha comunicato che il proprio play/guardia di nazionalità svedese Lukas Friberg a seguito di un infortunio alla caviglia occorsogli in allenamento è stato costretto a saltare il big match di alta classifica disputato contro la capolista Just Mary Messina. Il giocatore, che in questa stagione si sta affermando come una delle stelle del roster gialloviola e che sta viaggiando a 16 punti di media, è stato subito sottoposto ad accertamenti clinici curati dal centro specialistico di riabilitazione "Reumaphysio" tenuto sotto osservazione dalla massaggiatrice Martina Cosenza.

In attesa degli esiti strumentali la viva speranza dell'entourage della compagine del presidente Alessandro Saccà è che l'atleta scandinavo possa tornare nel più breve tempo possibile a dare il proprio contributo ai suoi compagni attesi dal rush finale della stagione regolare. Nel frattempo buone notizie arrivano dal pivot Lukas Landgren che dopo tre settimane di assenza dovute ad un problema al polpaccio è tornato in campo in quintetto. Il ragazzo dovrà recuperare la migliore condizione fisica ma l'aggiunta del centro svedese rappresenta un'arma in più per la formazione peloritana.

Da segnalare infine che il Castanea, nell'attesa di capire definitivamente l'evolversi della situazione legata a Friberg con la quantificazione dei tempi di recupero, si è voluto cautelare sul mercato aggregando alla squadra entro i termini di chiusura un nuovo elemento che da questa settimana sta conoscendo il nuovo gruppo. Al termine della valutazione dello staff peloritano il giocatore verrà presentato.     

 
 
]]>
Wed, 5 May 2021 17:38:09 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/621/castanea-il-bollettino-dell-infermeria basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea continua la corsa. https://www.basketcastanea.com/post/620/il-castanea-continua-la-corsa

Il Castanea Basket 2010 prosegue la sua inarrestabile corsa e nella prima giornata del girone di ritorno batte agevolmente l'Orlandina Lab col punteggio di 85-54. Partita mai in discussione tra due squadre che stanno lottando per obiettivi diversi come dimostrano i rispettivi piazzamenti di classifica con i gialloviola in testa ma prossimi alla disputa del turno di riposo e i giovani paladini ultimi con un solo successo ma che non meritano la posizione occupata. La formazione di coach Frisenda chiude la settimana post Milazzo recuperando tutti i protagonisti e ritrovando capitan Di Dio grande protagonista sul parquet con ben 30 punti e sempre più uomo squadra. Ben nove gli uomini a segno in un roster lungo e variegato con Friberg, Schiavoni e Dosic in doppia cifra. In casa orlandina solita sottolineatura per il classe 2003 Ellis che mostra grandi numeri fisici e tecnici e la sensazione è che in estate possa anche arrivare la chiamata in pianta stabile con la prima squadra. Buone iniziative anche per il duo straniero Klevinskas-Teirumnieks mentre capitan Triassi è stato discontinuo al tiro.
Si parte con Di Dio, Friberg, Schiavoni, Dosic e Cordaro opposti a Ellis, Triassi, Teirumnieks, Dore e Klevinskas. Assenti Landgren da un lato (si tenterà il recupero per la partitissima contro la Just Mary) e Telesca dall'altro.
L'avvio è sfolgorante per il Castanea che in attacco non sbaglia nulla: lo dimostrano i 32 punti nel quarto con ben 28 arrivati dal trio Friberg-Di Dio-Schiavoni (il teramano colpirà tre volte dall'arco) e punirà i rientri difensivi non ben eseguiti dagli ospiti. Ellis e Teirumnieks provano a lasciare in scia i compagni ma il gap anche di struttura fisica tra le squadre è evidente. Al 10' il 32-13 incanala già la sfida sui binari del Castanea.
Nel secondo parziale la musica non cambia ed anzi nonostante la buona volontà dei biancoblu il gap si amplia. I locali girano bene palla e trovano soluzioni efficaci, Dosic è sempre più inserito e sfiora la doppia cifra all'intervallo lungo, Cordaro segna allo scadere dei ventiquattro spendendosi per la squadra, Di Dio sfiora il 90% al tiro da due mentre Friberg conquista 8 rimbalzi e smazza 5 assist ai compagni. 51-26 al 20' con l'Orlandina Lab che mostra numeri ma anche disattenzioni figlie della giovane età. Bene Giacoponello in difesa e alcuni movimenti in attacco.
Alla ripartenza pur col pronostico ormai tutto per la prima della classe la partita registra una reazione d'orgoglio ospite con un break di 9-4 che riporta i ragazzi di coach Brignone anche sul meno 15. La frazione verrà vinta di misura dai paladini per 13-14 che con Klevinskas e un Ellis in ritmo (chiuderà a quota 22) difendono forte e procurano maggiore difficoltà allo sviluppo della manovra peloritana. Da segnalare una tripla per il rientrante Commisso e una schiacciata di Dosic: al 30' è 64-40.
Nell'ultimo quarto la gara ha ormai poco da dire, il cronometro scorre veloce. Lo staff tecnico gialloviola consente il meritato tributo a capitan Di Dio che realizza 30 punti in 29 minuti (più 8 assist per un 34 di valutazione) e Friberg (tripla doppia da 17 punti, 12 rimbalzi e 10 assist per 44 di valutazione) con il ritorno in campo di Currò (bel canestro nel finale) e minuti per l'under Cosetta. Finale 85-64, è l'ottavo successo in stagione per il Castanea che adesso avrà una settimana piena per preparare con cura il big match   contro la Just Mary Messina in programma il 2 maggio al PalaPertini.  

Castanea Basket-Orlandina Lab 85-54
Parziali: 32-13; 51-26; 64-40  
Castanea: Cortina 3, Dosic 12, Commisso 3, Di Dio 30, Brusca, Schiavoni 13, Currò 2, Friberg 17, Ponzù, Cordaro 4, Cosetta 1. All: Frisenda
Orlandina Lab: Giacoponello 2, Ellis 22, Spada, Carlo Stella ne, Pizzurro, Triolo 2, Triassi 9, Colica, Klevinskas 10, Teirumnieks 9, Manera ne., Dore. All: Brignone
Arbitri: Perrone e Sapuppo

]]>
Sun, 25 Apr 2021 12:41:30 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/620/il-castanea-continua-la-corsa basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Altra vittoria in casa Castanea Basket https://www.basketcastanea.com/post/619/altra-vittoria-in-casa-castanea-basket

Il Castanea supera gli svincolati Milazzo e conclude un girone da andata da record

Settimo sigillo stagionale per il Castanea Basket 2010 che non ha nessuna intenzione di arrestare la propria corsa al vertice della classifica. Sette successi in otto incontri disputati testimoniano l'ottimo impatto avuto dal team gialloviola del presidente Alessandro Saccà nell'esordio assoluto nella propria storia nella massima categoria regionale. Un cammino imperioso che equivale al primo posto in condominio con la Just Mary Messina con le due squadre che si ritroveranno di fronte nello scontro diretto in programma alla terza giornata di ritorno.  


Al "PalaRitiro" dopo Cus Catania e Gela sono costretti alla resa anche gli Svincolati Milazzo piegati dalla formazione di coach Filippo frisenda che si conferma un attacco inesorabile con 96 punti segnati.


Derby molto sentito per il peso della classifica con tante assenze da ambo le parti. I locali erano privi di Landgren (verrà valutato nel corso della settimana), Commisso (forte botta alla schiena) e Currò in distinta ma non al meglio. Milazzo di contro non schierava del proprio capitano Sofia assente da inizio anno, Scilipoti e Varotta (ferita al sopracciglio) e dopo pochi minuti perdeva anche il pivot Roso per un forte risentimento alla pianta del piede.
Il Castanea sin da subito cercava di creare un solco che oscillava tra i cinque e i sette punti di vantaggio. In avvio di gara ottimo l'impatto di Nemanja Dosic che sarà l'mvp assoluto della serata con 20 punti e la partenza in quintetto. Il lungo ex Valsesia segnerà 6 punti nel solo primo quarto ma sarà una minaccia costante per la difesa mamertina. La squadra di coach Maganza ha giocato a sprazzi sorretta dalla precisione dall'arco di Barbera e Scozzaro oltre alle giocate del sempre elegante Alberione. al 10' il punteggio di 22-14 conferma l'ottimo approccio al match dei gialloviola col canestro allo scadere di Di Dio, due canestri da sotto di Cordaro e 4 punti di un Cortina che promette di essere un'altra aggiunta di assoluto spessore e agonismo.
Nel secondo quarto il copione è similare. Milazzo perso Roso alterna diversi uomini sotto canestro mentre il Castanea tocca anche la doppia cifra di vantaggio col serbo Dosic sempre on fire e in doppia doppia (10 punti e 13 di valutazione). Assoluti protagonisti sono anche lo svedese Friberg (consueta regia e 5 assist all'intervallo lungo) e Schiavoni che con due bombe segna 11 punti in 13 minuti d'impiego. Al 20' il tabellone recita 49-39.  
Nel secondo tempo improvvisamente la gara si surriscalda. E' palpabile la tensione all'inizio del quarto quando, sul punteggio di 49-40, gli animi si sono surriscaldati con gli arbitri che, a seguito di un parapiglia, hanno comminato le espulsioni di Di Dio, Currò, Ponzù e Piperno, tutti giocatori presenti in quel frangente ma con distinti gradi di responsabilità nella vicenda.


Un nervosismo che ha macchiato una partita di assoluto livello. I padroni di casa, rimasti con il solo under Cosetta e Brusca in panchina, piazzavano però nel momento più difficile sia morale che fisico un parziale impressionante (21-0) che chiudeva anzitempo i giochi. Difesa asfissiante e transizioni efficaci concluse con diverse giocate spettacolari (su tutte la schiacciata di Dosic) contro un Milazzo che subiva il contraccolpo e sbandava sensibilmente per diversi minuti. Cortina saliva alla ribalta con 15 punti e 20 di valutazione (100% al tiro da due e ben otto palle recuperate). Gli ospiti si scuotevano con alcune conclusioni dalla distanza dopo essere andati sotto di ben 25 punti. Al 30' 75-53 in favore della vicecapolista.


Solo garbage time nell'ultimo tempo, il Castanea dà spazio a Brusca che si rende protagonista di diverse giocate di energia e presenza fisica con ben 5 palloni catturati in attacco. Esordio anche per Cosetta che gioca con personalità gli ultimi due minuti di gioco mentre il vicecapitano Schiavoni abile sugli scarichi a chiudere la contesa col 46% da oltre l'arco (6/13). Il finale di 96-75 chiude un pomeriggio intenso che avrebbe richiesto maggiore personalità anche dal duo arbitrale comportamento che a fine gara ha originato recriminazioni da entrambe le parti. Ed il Castanea in attesa delle decisioni del Giudice Sportivo si prepara al prossimo impegno ancora a Ritiro contro l'Orlandina Lab, primo confronto del girone di ritorno.  


Castanea-Svincolati 96-75


Parziali: 22-14; 49-39; 75-53.


Castanea: Dosic 20, Di Dio 7, Brusca 2, Cortina 21, Schiavoni 20, Currò, Friberg 16, Ponzù, Cordaro 10, Cosetta. Allenatore: Frisenda.


Svincolati: Alberione 18, Roso, Piperno 4, Coppola 8, Molino 1, Siracusa, Iannello 8, Barbera 17, Scozzaro 19, De Paoli. Allenatore: Maganza.


Arbitri: Puglisi e Moschitto.

]]>
Tue, 20 Apr 2021 09:55:10 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/619/altra-vittoria-in-casa-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea piega gravina. https://www.basketcastanea.com/post/618/il-castanea-piega-gravina

Il Castanea Basket ingrana la sesta e difende la vetta. Domenica sfida al Milazzo

Il Castanea Basket 2010 continua a essere la grande novità del torneo di serie C Silver Sicilia e dopo l'ottava giornata del campionato, la penultima del girone di andata, riesce a difendere la vetta occupata in condominio con la Just Mary Messina. Ennesima dimostrazione di solidità mentale e carattere da parte degli uomini di coach Filippo Frisenda che vincono con estrema naturalezza sul campo di Gravina col punteggio di 82-66 su un terreno sempre insidioso per tutti. La squadra ha mostrato, come sempre, voglia e nuove certezze tecniche grazie ad un roster composito e pieno di alternative nonostante le difficoltà per i contemporanei stop occorsi al pivot Landgren, uno dei migliori interpreti del suo ruolo, Currò e Commisso, quest'ultimo out quasi subito.


I gialloviola infatti hanno dominato per tre quarti di gara prima di un comprensibile leggero calo di energia mostrato nel finale di gara anche per preservare le energie in vista del confronto casalingo di domenica contro gli Svincolati Milazzo.
Il primo quarto moostra una squadra pressocchè perfetta con schemi ben eseguiti e un attacco da circoletto rosso con ben 29 punti e appena 13 subiti, un gap che indirizzerà le sorti dell'incontro. Gravina reduce da due successi di fila non ci sta e prova a reagire ma il castanea è moritfero a colpire nei momenti cruciali per mantenere le proprie certezze e smorzare sul nascere gli entusiasmi. Ottima la gara di Dosic, molto responsabilizzato per l'assenza di Landgren, Schiavoni, il solito Friberg e il leader Di Dio (ben 69 punti in quattro). Nel terzo parziale si segna poco (13-12 il computo complessivo) ma la situazione non cambia. E' abile il team peloritano a non mettere mai in condizione il team etneo a rientrare in partita grazie al duo Florio-Santonocito in spolvero (33 punti). Nell'ultimo quarto la squadra di coach Marchesano spinta dal coraggio e un po' di sfrontatezza riduceva il distacco sino al meno otto a due minuti dalla fine (66-74), senza però, avvicinarsi ulteriormente. L'allungo finale degli ospiti dava la dimostrazione della forza di una squadra che è sempre meno una sorpresa. Adesso l'attenzione è rivolta alla sfida agli Svincolati Milazzo (spostata a domenica su accrdo tra le società per avere più tempo per recuperare) per provare a chiudere col sorriso un girone di andata da inserire negli annali di storia della società gialloviola.

Gravina-Castanea 66-82


Parziali: 13-29; 31-50; 44-62.


Gravina: Fodale 2, Patanè 6, La Mantia 3, Barbera 5, Spina 4, Mastrandrea ne, Florio 12, Santonocito 21, Alì 2, Spampinato 6, Zambataro ne, Renna 5. Allenatore: Marchesano.


Castanea: Cortina 4, Dosic 12, Commisso, Di Dio 27, Brusca 2, Schiavoni 13, Currò ne, Friberg 17, Ponzù, Cordaro 7, Cosetta ne. Allenatore: FrisendaBiondo.


Arbitri: Brusca e Costanza di Palermo.

]]>
Sun, 18 Apr 2021 10:48:01 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/618/il-castanea-piega-gravina basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea è più forte di assenze e infortuni. https://www.basketcastanea.com/post/617/il-castanea-e-piu-forte-di-assenze-e-infortuni-

Un Castanea Basket 2010 sempre più matricola terribile raggiunge la vetta dopo l’anticipo della settima giornata di serie C Silver. Vittoria 70-67 su Gela con brividi finali ma che dimostra la caparbietà della squadra dei coach Frisenda e Biondo che in una serata condizionata dalle assenze di Landgren (noie al polpaccio) e Currò (risentimento alla schiena) e con Commisso messo out da un colpo alla tempia, (per questo episodio verrà richiesto l'intervento del CIA poichè non si può non fermare immediatamente il gioco dopo un colpo alla testa) si ottengono le solite certezze da Di Dio, Schiavoni, Friberg e Cordaro. I gialloviola schierano per la prima volta in stagione l’ex Orsa Simone Cortina che, superati alcuni problemi personali, ha esordito con la maglia gialloviola. Ottima anche la prova di Dosic chiamato a sopperire all'assenza sotto canestro. La Melfa’s Gela è squadra di talento che, priva di Rifferi e nonostante tre ko di fila, ha dimostrato di valere le prime posizioni ed ha lottato colpo su colpo ma si è dovuta arrendere di fronte alla voglia di stupire da parte del team del presidente Alessandro Saccà.

Alla palla a due il Castanea presenta Dosic al posto di Landgren con Cordaro, Friberg, Di Dio e Schiavoni. Gela risponde con i fratelli Caiola, il play Seskus che ha mostrato tutto il suo talento, Ndubuisi e il cavallo di ritorno Kurburovic. Nel primo quarto l’equilibrio è massimo con i locali che più volte provano a creare il gap anche sul più sei (17-11) ma Gela reagisce trovando sulla sirena la parità a quota 22. In questo quarto Seskus è mattatore con ben 12 punti, dall’altro lato ottimo l’apporto di Cordaro che sfiora la doppia cifra e Dosic (6 punti ma tre falli) oltre al primo canestro di Cortina.

Alla ripartenza i gialloviola ruotano per necessità tanti uomini, Ponzù Donato, Brusca e l’esperto Schiavoni si rendono utili per la squadra con diversi minuti di qualità sui due lati del campo. Il Castanea produce altri 22 punti e al 20’ sul tabellone la quota 44 induce al massimo ottimismo pur con problemi di falli ai lunghi. Di contro la formazione nissena di coach Bernardo ha una serata assolutamente negativa del pivot Madunic troppo falloso ma non molla mai la presa: Moricca dà giuste idee in regia, Emanuele Caiola non si risparmia mai e Ndubuisi pur a corrente alternata mostra un atletismo devastante con una schiacciata sopra il ferro. Gli ospiti si fermano a quota 39 ma la gara è tutta da giocare.

Nel terzo quarto la gara cambia repentinamente perché i due attacchi s’inceppano visibilmente, specialmente il Castanea non troverà più la fluidità del gioco e segnerà solo otto punti nel quarto tutti da tiro libero grazie ai viaggi in lunetta di Friberg, Brusca, Cordaro e Di Dio. Gela subisce due falli tecnici per protesta ma alla penultima sirena recupera un punto all’avversario con Seskus (5 nel quarto) e due canestri dei fratelli Caiola. Al 30’ il 52-48 fa presagire un finale in volata. In questa frazione da segnalare che anche l’arbitraggio scontenta entrambe le formazioni.

Nell’ultimo quarto succede di tutto, il Castanea ritrova energia con Di Dio e Friberg che saranno protagonisti del quarto. Saranno due loro triple a issare la squadra sul 60-51 con Gela completamente annebbiata nelle idee in attacco. A due minuti e mezzo dalla fine Di Dio con un canestro dei suoi sembra chiudere la sfida (punteggio di 69-58 e doppia cifra di vantaggio) ma da questo momento la gestione del vantaggio da parte del Castanea è da rivedere complice anche falli e stanchezza. Da solo Gaspare Caiola piazza un 8-0 (tripla e liberi) di controbreak in appena un minuto. E’ Friberg a sbloccare i compagni con un tiro libero (per lo svedese 12 punti, 10 falli subiti, 10 assist e 30 di valutazione). Emanuele Caiola deposita alla tabella il meno tre e la difesa ospite recupera palla in difesa. E’ suo fratello Gaspare l’azione dopo a provarci da tre per il pareggio che sarebbe valso un ipotetico overtime ma sul rimbalzo lungo Di Dio conquista il pallone e fa morire i dieci secondi senza che Gela commetta fallo. E’ il quinto successo in campionato per i gialloviola che festeggiano al centrocampo e raggiungono la vetta con una partita in più. Affermazione sofferta ma meritata per il Castanea Basket che dimostra di avere, oltre ai soliti leader, un intero roster capace di puntare ad un torneo di vertice. Adesso giovedì nuova trasferta a Gravina, altra prova di maturità per il gruppo peloritano.

Castanea-Gela 70-67

Parziali: 22-22; 44-39; 52-48; 70-67

Castanea: Cortina 4, Dosic 8, Commisso, Di Dio 15, Brusca 5, Schiavoni 11, Currò ne, Friberg 12, Ponzù 2, Cordaro 13, Cosetta ne. All: Frisenda

Gela: Capobainco ne, Kurburovic 8, Madunic, Moricca 4, Bozic 2, Caiola E. 15, Seskus 20, Caiola G. 13, Markovic, Ndubuisi 5. All: Bernardo

Arbitri: Alice ed Ettore Foti  ViDa - Pannello di controllo - Media contents - Nuovo media content

]]>
Sun, 11 Apr 2021 13:52:09 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/617/il-castanea-e-piu-forte-di-assenze-e-infortuni- basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea Basket si dimostra competente nella scelta degli stranieri. https://www.basketcastanea.com/post/616/il-castanea-basket-si-dimostra-competente-nella-scelta-degli-stranieri

Friberg il segreto del Castanea: “Grato per questa esperienza. La cosa più importante sono i playoff”

L’impatto sul campionato di serie C Silver da parte di Lukas Friberg è solo in parte testimoniato dalle cifre. 15,6 punti di media, oltre 33 minuti d’impiego per gara, 10 rimbalzi e 35 di valutazione nell’ultima gara disputata. Il giocatore svedese si è sempre confrontato con la pallacanestro ai massimi livelli nel proprio paese e in Sicilia sta dimostrando di essere un leader ed un giocatore difficilmente contenibile che potrebbero portarlo a diventare un oggetto del desiderio anche a livelli più alti. Lo abbiamo conosciuto meglio analizzando la sua carriera e i motivi che l’hanno spinto ad arrivare a Messina.

"Avrei giocato in serie B in Svezia con il club di Uppsala, team di grandi tradizioni che però a seguito di problemi finanziari dalla massima serie è recentemente ripartito dalle categorie minori. Anche nel mio paese il problema del Coronavirus ha causato l’interruzione della stagione. Avevo quattro mesi di fermo obbligatorio e sapevo dell'opportunità che aveva il mio amico Lukas Landgren qui in Italia al Castanea. Ho parlato con lui ed ho quindi deciso di cogliere al volo questa grande opportunità che mi permette di confrontarmi con un gioco ben differente in un paese lontano dal mio".

Due svedesi a Messina in una realtà diversa ma accomunati dalla passione per il basket. Lukas spiega come sia stato possibile concretizzare quest’opportunità pur sapendo che il futuro prossimo rimane un grande enigma.

"La mia famiglia e la mia ragazza sono ovviamente rimasti in Svezia, io sto proseguendo i miei studi a distanza tramite internet per cui riesco a giocare anche lontano dalla Svezia e dividermi con le lezioni. Il mio futuro dipenderà molto dalle situazioni che avverranno nei prossimi mesi, da ciò che dovrò sostenere per i miei studi e i bisogni della mia famiglia. Certamente vivo giorno per giorno, un po' come tutti del resto in questo momento".

In patria, lui che è un classe 1995, vanta già tanta esperienza al fianco di grandi giocatori in una lega molto professionale e conserva splendidi ricordi legati all’esperienza con Uppsala.

"Sono cresciuto nella locale High Basket School che ha visto militare e crescere grandi giocatori come Marcus Eriksson, Jonathan Person e l'ex Virtus Victor Gaddefors. Onestamente in Svezia il calcio è lo sport più amato ma anche il basket è molto seguito anche se la leadership tra i paesi scandinavi spetta alla Finlandia che vanta la maggiori tradizione. Ho giocato tra i diciassette e i diciotto anni le finali scudetto in Svezia. Quelle resteranno un ricordo indelebile per me. Non ho calcato il campo per molti minuti ma non dimenticherò mai quell'esperienza con la maglia di Uppsala in una formazione fortissima composta da giocatori della nazionale svedese e ottimi americani in una piccola città che però ama molto il basket. La mia seconda casa è proprio lì, fu una grande squadra ed un gruppo di veri amici con cui ho condiviso bellissimi ricordi".

Secondo la point guard a livello di gioco cambia tanto come caratteristiche nel passare da una dimensione di giocatore in patria ad una qui in Italia.

"In Svezia in forza delle mie caratteristiche posso giocare principalmente playmaker e come guardia specializzata principalmente a livello difensivo. Aiuto il team in quello che mi chiede come specialista nella nostra metà campo anche se mi piace molto tirare. Già come ala piccola vengono richiesti giocatori alti due metri ed io non potrei col mio fisico. Ovviamente da voi dove sono molti i giocatori più “under size” io riesco a ricoprire più ruoli tatticamente, c’è grande agonismo”.

Il torneo siciliano sta vedendo il team gialloviola grande protagonista forte di una squadra ben rodata che al momento ha mostrato un ottimo basket. Ancora ogni discorso appare prematuro però secondo l’ex Koping Stars.

"Col Castanea siamo partiti molto bene ma abbiamo ancora disputato poche partite. Dobbiamo continuare così e concentrarci sugli allenamenti perchè il segreto è allenarsi bene e il più possibile. La partita con la Just Mary è stata una grande battaglia, abbiamo perso ma questo ci può stare perchè la prima fase di stagione rappresenta soltanto una fase intermedia in vista dei playoff. Sarà allora che saremo chiamati a fornire il nostro meglio".

In chiusura un parallelo tra la lega scandinava e questa italiana con un giudizio per certi versi sorprendente.

"In serie C italiana c'è un livello differente rispetto al mio paese perchè nella C svedese trovi solo ragazzi locali mentre in serie B e A ci sono ottimi atleti dotati di grande fisicità. Credo che una squadra come il Castanea oltre a qualche altra lotterebbe per vincere la serie C svedese. Le differenze ci sono, il gioco è molto veloce ma comunque è sempre pallacanestro, sport dal linguaggio universale". 

Friberg arriva al Castanea Basket grazie alla grande amicizia che lo lega all'altro Svedese, Landgren, merito della società viola di aver riscontrato subito un prospetto di valore e assoluta eccellenza, il sodalizio peloritano non è nuovo nel portare in Italia ragazzi stranieri di assoluto valore cestistico, non ultimi il trio di inglesi dello scorso anno.

Arriva immediato l'accordo tra società e giocatore che, arrivato in Italia, viene orientato verso la Scuderia di Carmine Lopomo, agente di altri prospetti del Castanea Basket compreso lo stesso Landrgren, che viste le qualità dell'atleta si muove subito per prenderlo in procura.

A Friberg il consiglio di continuare a lavorare con la stessa umiltà d'animo e dedizione che ci ha mostrato in queste settimane.

]]>
Mon, 5 Apr 2021 12:23:44 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/616/il-castanea-basket-si-dimostra-competente-nella-scelta-degli-stranieri basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Poker Castanea Basket al Pala Mili. https://www.basketcastanea.com/post/615/poker-castanea-basket-al-pala-mili

Terza vittoria consecutiva lontano da casa e secondo posto solitario per il Castanea Basket 2010 che al PalaMili si regala una nuova impresa sul parquet della Gold e Gold Messina. Non sembra più una sorpresa la squadra dei coach Frisenda e Molino che al primo anno in serie C Silver sta dimostrando di potersi sedere al tavolo con le grandi anche se l’umiltà dovrà rimanere massima perché siamo ad appena un terzo di stagione disputata e mancano diversi appuntamenti prima di una post season che promette già scintille. 80-71 il punteggio finale di una sfida avvincente e ben giocata da ambo le parti con un’ottima tenuta mentale dei ragazzi del presidente Saccà che, pur soffrendo di fronte un’ottima partenza dei padroni di casa, hanno poi piazzato l’allungo decisivo tra terzo ed ultimo quarto resistendo alla generosa rimonta locale. Mvp assoluto il play Di Dio autore di 27 punti, 87% ai liberi e 7 falli subiti per un 32 di valutazione in 38 minuti sul parquet, solite certezze arrivano poi dal duo svedese composto da Friberg (24 punti, 10 rimbalzi e 35 di valutazione) e Landgren (8 punti e 12 rimbalzi) con Schiavoni a regalare qualità ed esperienza (12 punti con quattro bombe). Numeri di spessore in una serata difficile per l’ottima qualità dell’avversario e la defezione di Brusca che privava il roster di una valida rotazione. Unico neo in una bella serata di sport la direzione di gara che ha scontentato entrambe le formazioni ed è apparsa poco propensa al dialogo con i giocatori, continue le interruzioni con diversi uomini usciti anzitempo per falli, un po’ troppo in una gara dura ma corretta.  

Il Castanea in avvio schiera il quintetto con Di Dio, Friberg, Schiavoni, Cordaro e Landgren, la Gold e Gold risponde con Busco, Sidoti, Manfrè, De Angelis e Pocius. Problemi di falli per il lituano di casa, il Castanea va sotto di sette lunghezze alla prima sirena (21-14), soffrendo l’energia avversaria e il trasporto emotivo per il ritorno di coach Sidoti in panchina dopo tre anni. Vanno a segno in tre per i gialloviola, Di Dio già a quota otto, Landgren che ha un buon impatto mentre Friberg ne segna due ma si accenderà a gara in corso.    

Nel secondo quarto il Castanea segna con continuità, le percentuali al tiro si alzano e i 26 punti nel quarto lo dimostrano. Il 39-40 all’intervallo lungo lo testimonia, a referto s’iscrive Cordaro con due buone conclusioni. Di Dio è on fire (4/5 da tre all’intervallo lungo) e l’ex Uppala Friberg regala grandi giocate dal palleggio arrivando in doppia cifra. C’è il tempo anche per la prima bomba di Schiavoni ben assistito dai compagni. Negli ultimi cinque secondi si reclama per l’indecisione degli arbitri che decidono di far rigiocare un’azione, scelta appara singolare.

Il Castanea vuole il successo, il terzo quarto dimostra le qualità dell’attuale vicecapolista del girone. Il parziale di 26-19 allarga la forbice sul parquet tra le due squadre, è Schiavoni l’uomo del quarto con tre bombe mortifere a colpire la difesa di casa. Sul fronte opposto elogi per la prestazione di De Angelis, tocca a Friberg e Di Dio recitare la parte del leone con ben 15 punti in tandem nel quarto. Il più otto non dà certezze sul finale in considerazione di una situazione falli pesante per i lunghi (situazione analoga sul fronte opposto) ma è un buon bottino in vista dell’ultimo quarto di gioco.

L’ultima frazione è molto intensa, quando sembra sul punto di mollare la Gold e Gold trova quattro ottime difese che riaprono la gara risalendo complessivamente dal meno dodici sino al meno quattro con Busco e De Angelis. Si va spesso in lunetta da ambo le parti, il Castanea mostra freddezza quando serve, dopo due minuti ha già speso il bonus ma Cordaro colpisce dall’arco con una conclusione pesante. Il duo svedese mette i punti della tranquillità (8 nel quarto in totale tra Friberg e Landgren) che devono gestire i propri falli dopo l’uscita anzitempo di un Dosic ancora a lenta carburazione. I titolari non escono praticamente mai e nell’ultimo minuto e dieci secondi l’ultimo generoso tentativo dei locali si arena. Il Castanea può fare festa a centrocampo al suono della sirena per un’affermazione di prestigio con praticamente sette uomini ruotati, due punti che danno grande morale in vista della prossima importante sfida casalinga contro Gela che potrà confermare ai vertici della classifica il team di coach Frisenda.  

Gold e Gold Messina-Castanea Basket 71-80

Parziali: 21-14; 39-40; 58-66; 71-80

Gold e Gold: A. Sidoti 7, Genovese 2, Doria, Scimone 7, Freni ne, manfrè 8, Tartamella 1, Arena ne, E. Sidoti ne, Busco 16, Pocius 7. All: Sidoti

Castanea: Dosic 2, Commisso, Di Dio 27, Brusca ne, Schiavoni 12, Currò, Friberg 24, Ponzù ne, Cordaro 7, Landgren 8, Last born ne, Cosetta ne. All: FrisendaBiondo

Arbitri: Squadrito e Beccore di Messina

]]>
Sat, 3 Apr 2021 13:34:47 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/615/poker-castanea-basket-al-pala-mili basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Prima vittoria tra le mura amiche del Pala Ritiro. https://www.basketcastanea.com/post/614/prima-vittoria-tra-le-mura-amiche-del-pala-ritiro

Il Castanea Basket liquida alla distanza il Cus Catania e centra il tris.

Terzo successo stagionale per il Castanea Basket 2010 che centra il primo acuto al PalaRitiro contro il Cus Catania e lo appia in classifica conquistando la posta in palio col punteggio di 74-54. Prestazione diesel per il team del presidente Alessandro Saccà che ci mette qualche minuto di troppo a carburare ma dal secondo quarto in poi prende il comando delle operazioni e non permette più il rientro alla formazione etnea che è stata frenata da una situazione fisica precaria (out Mazzoleni, infortuni a gara in corso per Lo Faro e Saccà). La squadra di coach Filippo Frisenda mostra la consueta fisicità del quintetto, un'arma da giocare nel prosieguo di torneo oltre ad un roster lungo con dieci atleti mandati a referto. Tra i singoli doppie cifre per Landgren (sempre più leader del gruppo e tra i migliori interpreti del ruolo di pivot, per lo svedese 20 punti e 11 rimbalzi per 24 di valutazione), capitan Di Dio e Commisso (12 a testa). Consueta positività arriva da Friberg (altro atleta di assoluto valore per il campionato) e l'esperto Schiavoni.


Al via il Castanea schiera il quintetto "pesante" composto da Di Dio, Friberg, Schiavoni, Landgren e Cordaro, il Cus oppone Corselli, Saccà, Pennisi, Vasta e Guadalupi. Non si segna tanto nella prima frazione, i ritmi sono alti e l'intensità è elevata sfociando spesso in contatti fisici al limite da ambo le parti. Di Dio segna due jumper, autentico marchio della casa, poi è Landgren che pur in avvio a corrente alternata a dare il vantaggio ai propri compagni. Il Cus conquista diverse carambole offensive ma fatica a segnare e tolto Saccà i 12 punti a referto lo dimostrano. Dosic ancora non nel pieno della condizione fisica segna un tiro libero, analoga cosa fa Commisso che alzatosi dalla panchina si conferma elemento molto prezioso: al 10' il punteggio è di15-12. Lo Faro esce subito per un problema alla caviglia, nel secondo tempo problema al costato anche per Saccà.

Il secondo quarto di fatto chiude i giochi, il Castanea finalizza un break di 28-9 con Friberg che sale in cattedra in regia non a livello realizzativo ma giocando per i compagni. Cordaro conquista molti rimbalzi offensivi e segna due canestri che fiaccano il morale della difesa cussina che paga inevitabilmente il gap di centimetri. Landgren dà saggio dei suoi ottimi movimenti spalle a canestro e realizza anche una tripla frontale dimostrandosi giocatore completo. Buono l'impatto anche del giovane Currò che va a segno e difende forte. Al riposo lungo il 43-21 testimonia la salda inerzia nelle mani dei gialloviola.


Si riparte dopo l'intervallo lungo e il Castanea non abbassa la concentrazione, il Cus prova a recuperare lo svantaggio. Mantiene una pressione difensiva alta che costringe anche gli arbitri ad interrompere spesso il gioco pur di mantenere la partita sui giusti binari. Il momento migliore della squadra di Guadalupi si arresta quando i rossi arrivano sul meno dodici con Guadalupi e Vasta che dimostrano di essere giovani in crescita, Cuccia offre la consueta esperienza. Per i locali Landgren non trova opposizione sotto canestro e segna la sua seconda tripla, Schiavoni e Di Dio (quest'ultimo abile a gestirsi nonostante i falli) limano il nuovo vantaggio che al 30' è sempre di venti punti (62-42).


L'ultimo quarto è buono soltanto per le statistiche, il serbo Dosic entra nel vivo del gioco e porta il suo contributo ai compagni. Spazio per Last Born all'esordio stagionale. Brusca e Commisso confermano di essere uomini di valore in uscita dalla panchina per la squadra con Di Dio che mette in ritmo i compagni nel modo giusto e segna su un bello scarico la tripla dall'angolo che fa scorrere i titoli di coda sul match. Il finale è di 74-54, locali al terzo successo su quattro gare giocate e rinnovata fiducia in vista del derby di venerdì santo contro la Basket School Messina. Si annuncia essere una gara di particolare interesse. Il Cus Catania, di contro, andrà rivalutato quando disporrà dell'organico al completo ma alcuni giovani mostrano la solita grinta e crescita col consueto lavoro posto in essere dallo staff tecnico.

Castanea-Cus Catania 74-54
Parziali: 15-12; 43-21; 62-42; 74-54
Castanea: Dosic 5, Commisso 12, Di Dio 12, Brusca, Schiavoni 9, Currò 2, Friberg 7, Ponzù ne, Cordaro 7, Landgren 20, Last Born, Cosetta ne. All: Frisenda
Cus Catania: Lo Faro, Vasta 7, Cuccia 12, Corselli 6, Di Mauro 2, Saccà 13, Gemmellaro 5, Sarchioto, Pennisi 10, Elia, Arena, Guadalupi 1. All: Guadalupi
Arbitri: Tartamella e Messina     

]]>
Mon, 29 Mar 2021 09:57:04 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/614/prima-vittoria-tra-le-mura-amiche-del-pala-ritiro basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Un derby completamente in equilibrio. https://www.basketcastanea.com/post/613/un-derby-completamente-in-equilibrio-

Il Castanea mostra i muscoli. Successo pesante sul campo della Fortitudo Messina


Una bellissima stracittadina sorride al Castanea Basket 2010 che supera per 80-73 la Fortitudo Messina imponendo il primo stop alla squadra di coach Cavalieri. La formazione di Filippo Frisenda riscatta la sconfitta in extremis rimediata con la Just Mary e dimostra nella stagione d'esordio in serie C Silver di poter ambire ad una stagione di vertice. Cinque uomini in doppia cifra per i padroni di casa, nelle fila gialloviola ottima prestazione per capitan Di Dio e Commisso ma la copertina spetta di diritto al duo svedese composto da Landgren (25 punti e 10 rimbalzi) e Lukas Friberg (18 punti e 7 rimbalzi). Gara sempre in bilico nonostante alcuni tentativi di strappo operati da ambo le parti e alcune giocate che meritano di essere sottolineate.


La Fortitudo in avvio schiera Bellomo, Incitti, Fathallah, Di Nezza e Nikoci. Il Castanea risponde con Di Dio, Cordaro, Schiavoni, Friberg e Landgren. Si capisce subito che sarà un match vibrante ed equilibrato, il primo canestro lo segna dall'angolo Schiavoni, il lungo Landgren vuole risollevare la squadra e si conferma uomo in più in questo avvio di stagione (viaggia sopra i 20 punti di media). La Fortitudo risponde con i canestri di Di Nezza e Bellomo e i tiri liberi di Incitti. Al primo time-out il punteggio è di 11-9, i neroverdi escono bene dalla pausa tecnica realizzando cinque punti che li issano sul 16-9 con Nikoci che sfrutta sapientemente la propria fisicità. La risposta ospite non si fa attendere con l'esordiente Dosic, Friberg e Landgren, autori di un parziale di 9-0 che capovolge la situazione (controsorpasso sul 16-18). Bellomo riporta in vantaggio la Fortitudo con un pregevole gioco da tre punti, il Castanea alla prima sirena mantiene il minimo vantaggio grazie alle iniziative di Di Dio e Friberg (20-22 al 10').


Sul più cinque ospite in avvio di seconda frazione la Fortitudo prova a scappare via, realizzando un parziale di 14-0 concretizzato da Nikoci, Di Nezza, Fathallah e Bellomo (34-25). Il Castanea decide di frenare l'emorragia con un time out che servirà a riordinare le idee. La tripla di un ottimo Commisso e il gioco da tre punti di Landgren riportano pienamente in partita la squadra di coach Frisenda, mentre la Fortitudo trova linfa nei canestri del giovane Saddi, che uscendo dalla panchina sigla cinque punti consecutivi. Il Castanea però è pienamente in gara e con nervi saldi recupera palla nell'ultimo possesso lanciando in contropiede Friberg che allo scadere deposita il -2 (41-39).


All'inizio del terzo quarto il Castanea opera il sorpasso, grazie all'apporto della coppia Friberg-Landgren che rimane un rebus per la difesa di casa (41-42). La Fortitudo gioca la propria pallacanestro fatta di ritmo e intensità coi canestri di Incitti e Nikoci (49-44). L'esperienza di Schiavoni e la verve di Commisso lasciano immutate le distanze tra le squadre. I tiri liberi di Cordaro chiudono un parziale di 6-0 che ridà il vantaggio ai gialloviola. L'equilibrio è totale in campo: la Fortitudo replica con il solito Nikoci (14 punti alla fine) e con la tripla di Tagliano conservando tre lunghezze di vantaggio (56-53). Il Castanea si conferma avere il killer istinct nei finali di quarto: è grazie ad un miniparziale di 4-0 che al 30' la formazione del presidente Saccà rimane in scia (59-58).


L’ultimo quarto si apre con la tripla di Landgren, giocatore che mostra un bagaglio completo, ed è bello il gesto di coach Cavalieri che dà il cinque al ragazzo scandinavo. I ritmi salgono, Bellomo segna dall'arco ma capitan Di Dio risponde con egual moneta (62-64). Il match diventa sempre più tirato, con alcuni errori di troppo ai liberi da entrambe le parti. Al 37' si vive un mini supplementare con una perfetta parità a quota 68. Landgren fa muovere tanto la difesa di casa e realizza la seconda tripla di serata in un momento determinante, risponde l'esperto Fathallah per la Fortitudo dalla stessa distanza bravo a rimanere in campo nonostante i falli (71-71). La svolta arriva tre azioni dopo, due buone difese del Castanea permettono di recuperare palla e in transizione è Di Dio, anche lui dal 25' in campo gravato di quattro falli, a segnare da tre punti in precario equilibrio. Succede di tutto, gli arbitri prima sanzionano un flopping poi decidono di annullare la conclusione dell'ex Ragusa. Dopo un conciliabolo decidono di convalidare il canestro confermando il fallo tecnico che chiude la gara del capitano gialloviola. Per proteste arriva anche un tecnico alla panchina della Fortitudo col punteggio fermo sul 71-74.

Restano da giocare soltanto trentasei secondi ma la Fortitudo accusa il colpo, Nikoci perde palla in attacco e commette un fallo antisportivo che esclude il lungo albanese dalla gara. Il Castanea sfrutta il bonus ed è preciso nel doppio viaggio in lunetta che fissa il finale sul 73-80 ottenendo un successo di inestimabile valore per risvolti di classifica e morale.

Prestazione da sottolineare per entrambe le squadre che hanno dato vita ad una stracittadina intensa. Festeggia con merito il Castanea che sabato a Ritiro attende la visita del Cus Catania.

Fortitudo Messina-A.S.D. Castanea Basket 2010 73-80


Parziali: 20-22, 41-39, 59-58, 73-80.


Fortitudo Messina: Bellomo 14, Di Nezza 13, Saddi 7, Leanza 2, Fathallah 10, Incitti 10, Nikoci 14, Tagliano 3, Bianchi A, Bianchi D, Giovani ne, Cavalieri. All. Cavalieri


A.S.D. Castanea Basket 2010: Diallo, Dosic 2, Commisso 10, Di Dio 14, Brusca, Schiavoni 6, Currò, Friberg 18, Cordaro 5, Landgren 25, Last Born, Cosetta ne. All. FrisendaBiondo


Arbitri: Moschitto di Catania e Sapuppo di Aci Sant’Antonio (CT).  

 
 
]]>
Sun, 21 Mar 2021 18:02:49 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/613/un-derby-completamente-in-equilibrio- basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea Basket presenta l’ultimo arrivato e chiude il roster. https://www.basketcastanea.com/post/612/il-castanea-basket-presenta-l-ultimo-arrivato-e-chiude-il-roster

Nemanja Dosic completa il roster del Castanea. Il pivot serbo pronto all'esordio

Il Castanea Basket 2010 comunica la definizione del proprio roster col pivot classe 2000 Nemanja Dosic che chiude ufficialmente il mercato in entrata della società del presidente Saccà.

Si tratta di un ragazzo di 207 cm di nazionalità serba ma di formazione cestistica italiana che promette di offrire nuove soluzioni tecniche alla formazione gialloviola. Il suo esordio avviene soltanto alla terza partita di campionato perchè nel viaggio di arrivo verso Messina la società è stata informata, dalla compagnia Wizz Air, che sul suo volo una persona era risultata positiva al Covid. Questo ha reso necessario da parte della società gialloviola la preventiva denuncia dell'episodio all'Usca competente in materia che ha predisposto obbligatoriamente il successivo isolamento del ragazzo rispetto al resto dei componenti della squadra e dello staff tecnico e societario.

Dopo aver osservato per legge i dieci giorni di distanziamento e quarantena ed essersi sottoposto a doppio tampone, il successivo esito ha scongiurato qualsiasi complicazione per cui la sua presenza al PalaRussello avverrà regolarmente.


Nato a Vrbas il 29 giugno del 2000, sin da subito mostra il suo grande feeling con la palla a spicchi e inizia il suo percorso cestistico in patria sostenendo corsi prima minibasket e poi giovanili mostrando  tecnica e talento. Su consiglio del padre a 14 anni si trasferisce in Italia, in Veneto per giocare con Bassano del Grappa (serie B) nella stagione 2014/15. Qui rimane in prova per due settimane e poi decide di ritornare in Serbia. L’anno successivo, 2015/16, viene richiamato in Italia per un altro provino alla Viola Reggio Calabria, dove lo allena l'ex Pall. messina Domenico Bolignano. Anche questa volta dopo due settimane di prova Nemanja decide di optare per il ritorno in patria e continuare ad allenarsi sempre con grande determinazione. Nel campionato 2016/17 viene ingaggiato dalla società Virtus Valmontone (serie B) dove rimane in pianta stabile disputando 13 partite condite da 2,5 punti di media. In estate aveva firmato per la Siaz Piazza Armerina autentica corazzata del girone che poi ha deciso di non partecipare al torneo.

A febbraio la chiamata al suo procuratore da parte del Castanea e l'arrivo a Messina. Il derby con la Fortitudo sarà la prima occasione per vederlo all'opera.  

]]>
Sat, 20 Mar 2021 08:04:08 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/612/il-castanea-basket-presenta-l-ultimo-arrivato-e-chiude-il-roster basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Tre quarti da applausi non bastano al Castanea. https://www.basketcastanea.com/post/611/tre-quarti-da-applausi-non-bastano-al-castanea

Tre quarti da applausi non bastano al Castanea. La Just Mary opera il sorpasso nel finale

La prima assoluta in serie C Silver tra le mura amiche lascia l'amaro in bocca per il Castanea Basket 2010. I gialloviola di coach Frisenda non danno seguito alla vittoria inaugurale di S. Agata Militello e sono costretti alla resa nelle battute conclusive del derby contro la capolista Just Mary Messina. 80-75 il punteggio finale di una sfida avvincente e con un epilogo inatteso considerato che il Castanea ha totalizzato venti punti di vantaggio nel corso della prima parte di gara ma la formazione di coach Manzo è stata brava a crederci sempre e ribaltare l’esito del match grazie a una ripresa in cui ha concesso nell’ultimo parziale soltanto nove punti ai gialloviola.

Il Castanea ha bisogno di migliorare la condizione fisica ma sono emerse ottime individualità in un gruppo che dimostra di poter dire la sua in questa stagione. Conduzione arbitrale che ha sempre mantenuto un metro arbitrale molto chiaro e che solo con alcuni fischi ha dimostrato interpretazioni regolamentari un po' controverse ma che non minano il successo meritato degli ospiti. I gialloviola schierano al via il capitano Di Dio, Friberg, Schiavoni, Cordaro e Landgren. E' subito 5-0 per il Castanea con l’asse svedese Friberg – Landgren in luce, gli ospiti rispondono con Vidakovic (tripla e due liberi) ma è repentino un altro 6-0 casalingo e inevitabile Manzo chiama time out. Friberg dimostra grandi qualità fisiche e tecniche colpendo due volte dall’arco e l’antisportivo di Budrys consente al subentrante Ponzù di segnare i due liberi del più quattordici.

In un primo quarto show per i padroni di casa a segno Brusca, Vidakovic e Di Dio che quasi sulla sirena segna il 31-14 di fine primo quarto. Equilibrato il secondo parziale con i giallorossi che provano in tutti i modi a ridurre lo svantaggio, Commisso esce alla grande dalla panchina (34-14) ma Fernandez è protagonista nel rilevare Salvatico e confeziona un 11-0 di break. Il Castanea con i tre punti di Landgren e un tap-in volante si riporta a distanza sul 41-26. Il match è nuovamente equilibrato e il Castanea chiude all’intervallo avanti 51-33.

E' Cordaro nel terzo quarto a siglare il massimo vantaggio casalingo sul più venti prima di essere frenato per falli. Da questo momento comincia la lenta ma inesorabile rimonta dei giallorossi. Parziale di 8-0 con Vucenovic, Fernandez e Vidakovic, i canestri di Budrys e Salvatico rispondono alla buona iniziativa in entrata di Brusca e alla terza sirena il divario è pressoché dimezzato (66-55).

Il Castanea ha problemi di falli e subisce il dispendio fisico per i primi tre quarti. Il primo a uscire è l'esperto Schiavoni per il quinto fallo, super canestro in entrata di Fernandez che mostra grande personalità. Vidakovic conclude un break di 7-0 che riduce il vantaggio casalingo a soli cinque punti. Segna Landgren e ridà respiro ai suoi ma Fernandez è “on fire” e segna dai 6,75. Currò sigla un tiro libero ma esce per limite di falli. Vidakovic e ancora Fernandez dalla lunetta sono le assi della Just Mary riportando a -1 la formazione di Manzo che corona l'inseguimento. Segna Landgren ma Budrys impatta a quota 73, è il primo pareggio della serata ad eccezione dei primi minuti. Arriva anche il primo vantaggio grazie all’MVP del match Fernandez, l’argentino mette con freddezza due liberi, Di Dio da capitano vero pareggia quando mancano 1’30’’. Vidakovic segna in backdoor su grande assist di Salvatico, poi si registrano errori al tiro con Di Dio, lo 0/2 ai liberi di Diop, lo sfondo di Fernandez e l’errore da tre punti di Friberg. Sul +2 con 18’’ da giocare penetrazione di Budrys che da giocatore esperto serve Vidakovic lasciato solo che inchioda la schiacciata della vittoria. Di Dio sfonda nell’azione successiva, un libero di Fernandez fissa il 75-80 finale e a fine gara con i giallorossi che festeggiano un successo insperato.

Comprensibile amarezza per il Castanea a fine gara che pur giocando alla grande per tre quarti non corona un successo pesante e adesso tornare in palestra per preparare la sfida esterna all'altra capolista Fortitudo Messina che potrebbe regalare per l'occasione una new entry nel roster gialloviola.

Castanea - JustMary Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza 75-80              
Castanea: Di Dio 16, Brusca 7, Commisso 3, Schiavoni 6, Currò 1, Friberg 19, Ponzù Donato 2, Cordaro 3, Landgren 18, Last Born ne.
Allenatore: Frisenda. Assistente: Biondo.
JustMary Nuova Pallacanestro Messina Cocuzza: Kiameso 1, Crisafulli ne, Sartor ne, Fernandez 25, Salvatico 7, Vidakovic 25, Budrys 15, Diakite 3, Vucenovic 2, Diop 2.
Allenatore: Manzo. Assistente: Pizzuto
Parziali: 31-14, 20-19 (51-33), 15-22 (66-55), 9-25 (75-80)
Usciti per cinque falli: Schiavoni, Currò e Cordaro.
Arbitri: Alice Foti di Acireale (CT) e Ettore Foti di Acireale (CT).

 
 
]]>
Sun, 14 Mar 2021 15:11:14 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/611/tre-quarti-da-applausi-non-bastano-al-castanea basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Esordio Storico per il Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/610/esordio-storico-per-il-castanea-basket
Il Castanea Basket conquista uno storico successo a S. Agata contro l'Orlandina Lab 
 
Arrivano i primi due punti della storia recente del Castanea Basket 2010 in serie C Silver. Nell'insolito turno infrasettimanale disputato al PalaMangano di S. Agata Militello la formazione di coach Frisenda s'impone per 80-72 sui giovani dell'Orlandina Lab. I paladini di coach Brignone, sempre costretti ad inseguire gli avversari, hanno tentato una clamorosa rimonta tra terzo e ultimo quarto ma gli ospiti hanno sfruttato la maggiore fisicità a propria disposizione tra gli esterni e sotto canestro.

I gialloviola partono col quintetto composto da Di Dio, Schiavoni, Friberg, Cordaro e Landberg che approcciano con lo spirito giusto alla sfida inaugurale del campionato. Nei primi minuti del match infatti i biancoblu di casa non riescono a trovare la via del canestro per merito di un'attenta difesa messinese che, trascinata dallo svedese Landgren e da due triple dall'angolo di Schiavoni piazzano un parziale di 21-5 nei primi 8’ del match. La Lab, priva del proprio capitano Triassi convocato con la prima squadra in A2, rientra leggermente nel punteggio ma il parziale di 9-4 in chiusura di quarto consente di rosicchaire poco margine e i primi dieci minuti di gioco si chiudono sul punteggio di 14-25.


Nel secondo quarto la musica non cambia, sono sempre i ragazzi del presidente Saccà ad avere una migliore precisione al tiro ed approfittando di qualche errore di troppo dei paladini si portano avanti sul 31-46 trovando anche buona intraprendenza dai giovani impiegati dalla panchina. Al rientro dalla pausa lunga i ragazzi di coach Brignone riescono a dettare i ritmi del match, e con i numeri dell'inglese Ellis e del lettone Teirumnieks (i due insieme a Klevinsaks fatturano 68 punti complessivi) provano a rientrare in partita piazzando un parziale di 21-10 e portandosi sul 52-56 a pochi secondi dall’ultimo quarto. A cavallo tra il terzo ed il quarto parziale il Castanea Basket ha la forza mentale e fisica di costruire un controbreak di 10-0 che taglia le gambe ai ragazzi di coach Brignone, col punteggio che dice 54-66 a cinque minuti dalla fine del match. Ellis e Teirumnieks però non ci stanno e piazzano un nuovo parziale di 10-2 che tiene ancora vive le speranze dei paladini, che si riportano sotto sul 64-68. L’asse Friberg-Cordaro però è incontenibile per i ragazzi della Lab, che si ritrovano sotto 70-75 a un minuto dal termine.

Nei secondi finali i paladini ci provano ma non riescono a ricucire lo svantaggio. 72-80 il punteggio alla sirena finale che regala i primi due punti al Castanea. Poco tempo per festeggiare, lo staff tecnico gialloviola è già proiettato alla sfida casalinga contro la Nuova Pallacanestro Messina di sabato.

Orlandina Lab-Castanea 72-80
Parziali: 14-25, 31-46; 52-58, 72-80


Orlandina Lab: Ellis 31, Spada, 1 Lo Iacono 3, Carlo Stella ne, Pizzurro, Teirumnieks 27, Colica ne, Klevinskas 10, Manera ne, Manera ne, Dore. All: Brignone


Castanea: Diallo , Di Dio 6, Brusca 2, Commisso 3, Schiavoni 16, Currò 2, Friberg 10, Ponzù, Cordaro 18, Landgren 23, Last Born. All: Frisenda

]]>
Thu, 11 Mar 2021 15:05:47 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/610/esordio-storico-per-il-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Benvenuto a Lukas Friberg. https://www.basketcastanea.com/post/609/benvenuto-a-lukas-friberg

Prosegue il mercato in entrata del Castanea: arriva la guardia Lukas Friberg

 

Secondo innesto in arrivo dalla Svezia per il Castanea Basket 2010 che ha definito la trattativa con la guardia Lukas Friberg. Classe 1995 si tratta di un esterno di 191 cm che ha sempre giocato in patria nella Basketligan con le canotte di Uppsala, sua città natale e Koping Stars. Nonostante la giovane età il nuovo giocatore gialloviola ha raccolto buone cifre nel massimo campionato svedese come dimostrano le quattro stagioni consecutive giocate con la canotta di Uppsala, suo club di valorizzazione (la stagione migliore è stata quella 2017/18 conclusa con 28 presenze, quasi 20 minuti d'impiego per gara e 5 punti per partita). Nel 2019 il passaggio ai Koping Stars, altro club scandinavo dove ha collezionato numeri simili (18 minuti, 4 punti e oltre due assist per partita). Predilige giocare per i compagni ma ama prendersi le responsabilità anche dal palleggio per cui aiuterà la squadra anche in cabina di regia.  

Arriva anche grazie alla presenza in squadra del suo connazionale Lukas Landgren, i due promettono di formare un asse svedese che porterà alla squadra del presidente Saccà nuove soluzioni tecniche e tattiche.

Queste le prime dichiarazioni da giocatore gialloviola: "Arrivo al Castanea Basket con grande voglia di confrontarmi con una realtà per me nuova. Sto conoscendo ogni giorno la pallacanestro italiana e sin dai primi allenamenti sono certo che con i miei compagnni potremo competere ai massimi livelli in questa competizione. Sono consapevole che lo staff tecnico si aspetti molto da me ma non è la prima volta in carriera che questo succede e non sono spaventato dalle responsabilità cui andrò incontro. In Svezia il livello fisico della competizione è elevato ma qui in Sicilia noto che la pallacanestro richiede molta rapidità di esecuzione dei fondamentali, ovviamente reperirò maggiori informazioni soltanto con l'inizio del campionato. Ci attenderanno tanti derby sentiti che richiederanno molta energia, non vedo quindi l'ora di poter esordire con questa maglia".  

]]>
Fri, 5 Mar 2021 08:56:52 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/609/benvenuto-a-lukas-friberg basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
La Palestra Comunale di Ritiro vuole provare l’impresa. https://www.basketcastanea.com/post/608/la-palestra-comunale-di-ritiro-vuole-provare-l-impresa

Il Castanea Basket prosegue la manutenzione del PalaRitiro

A seguito della convezione firmata nello scorso mese di ottobre col Comune di Messina che ha qualificato il Castanea Basket come società Custode del PalaRitiro, il sodalizio del presidente Alessandro Saccà in vista dell’imminente inizio delle attività ufficiali della prima squadra sta proseguendo gli interventi di manutenzione e ristoro del proprio palazzetto.                       

Al termine di una prima fase dedicata alla sanificazione, la pulizia e la pitturazione di parte dello spazio attiguo al campo da gioco, in questa seconda fase gli sforzi del team gialloviola si stanno concentrando principalmente sulla messa a norma degli spogliatoi della squadra ospite e degli arbitri che, a seguito dei nuovi protocolli sanitari, richiedono ulteriore efficienza e precisi standard qualitativi ma che nel corso dell’ultimo periodo per via del poco utilizzo stanno mostrando numerose criticità a livello strutturale che di arredi interni.                                                                                           

Pur in un momento oggettivamente difficile per la precaria situazione sanitaria la volontà della società messinese è infatti quella di presentare sin dalla prima partita casalinga della stagione locali che rispettino le prescrizioni regolamentari per consentire agli addetti ai lavori di poter vivere nel migliore dei modi la struttura sita sul Viale Giostra. Le attrezzature infatti hanno dimostrato di risentire in modo evidente delle criticità conseguenti all’inattività durante l’ultima stagione sportiva per cui richiedono continui interventi da parte del Custode.                                                               

Il regolamento prevede, infatti, la facoltà per la stessa società di vietarne l’utilizzo qualora i locali non possano garantire il massimo grado di efficienza ma il Castanea si sta impegnando con la massima trasparenza possibile e tutti gli sforzi del caso nell’evitare quest’eventualità nel rispetto in primis di arbitri e squadre avversarie, " In un anno dove i problemi non mancano mai, tra quelli creati e quelli ereditati, ci impengneremo anche in questa che sa d'impresa, il campo viene da un stop delle attività' molto lungo, ricordo che Ritiro era già prima della pandemia una struttura vecchia, proveremo tra tutte le difficoltà anche a superare questa, mi auguro di non dover cedere il passo". Queste le parole del Primo Dirigente del Castanea Basket Frisenda Filippo.                                                                                                                           

La prima partita casalinga si disputerà, infatti, sabato 13 marzo al PalaRitiro contro la Just Mary Messina e per quell’occasione l’obiettivo della formazione di casa è presentare i locali nella migliore situazione logistica.

]]>
Thu, 4 Mar 2021 14:25:17 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/608/la-palestra-comunale-di-ritiro-vuole-provare-l-impresa basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Lukas Landgren è il nuovo pivot del Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/607/lukas-landgren-e-il-nuovo-pivot-del-castanea-basket

Lukas Landgren è il nuovo pivot del Castanea Basket

La società Castanea Basket 2010 a pochi giorni dallo storico esordio stagionale in programma il prossimo 10 marzo ha definito un importante colpo di mercato ingaggiando il pivot svedese Lukas Landgren. La trattativa si è resa necessaria dopo che la situazione pandemica ha imposto lo stop alla stagione e la decisione della Brexit ha privato la squadra dell’atleta britannica Henry Langton, giocatore pari ruolo precedentemente firmato dal club gialloviola.

Landgren è nato a Malmö nel 1995, pivot di 205 cm è dotato di buona prestanza fisica grazie ai suoi 102 kg, ma vanta di capacità atletiche di ottimo livello che lo rendono pericoloso in diverse zone del campo. Dotato di una mano molto educata, si fa apprezzare sia a livello offensivo sotto le plance e anche nel tiro da fuori (con la nazionale svedese under 20 conquistò il titolo di capocannoniere) che a livello difensivo, dove fa dell’agonismo e del sacrificio le sue principali caratteristiche. Nel corso del mese di settembre aveva firmato con l’Olympia Comiso, una delle squadre che alla vigilia partiva coi favori del pronostico prima di decidere di rinunciare al massimo torneo regionale. Adesso si profila all’orizzonte la nuova avventura col club del presidente Saccà.

Lukas nasce in Svezia, ma dopo il liceo si trasferisce negli Stati Uniti. Gioca cinque anni nei college a stelle e strisce di cui tre in “Division II” e gli ultimi due in “Division I” con Monroe College. La scorsa stagione ha giocato con la Virtus Fondi in serie C Gold laziale chiudendo con una media di 11,1 punto per gara (season high di 27 punti) 

Queste le sue prime dichiarazioni da giocatore del Castanea: “Non potevo rinunciare a questa opportunità che si è profilata. Dopo la separazione forzata con Comiso volevo rimanere in questa regione che vanta una serie C unica a differenza di altre regioni italiane, la mia speranza è quella di poter disputare un ottimo campionato. Voglio conoscere le avversarie e capire cosa potremo ottenere. Sono per natura molto competitivo e versatile perché mi piace passare bene la palla e allungare la squadra sfruttando le potenzialità di ogni giocatore. Abbiamo due settimane di lavoro ulteriori per preparare il primo appuntamento stagionale, lavoriamo per migliorare la nostra condizione. Tutti dovremo convivere col Covid, penso gara per gara e nessuno parte avvantaggiato”.

]]>
Tue, 2 Mar 2021 00:32:51 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/607/lukas-landgren-e-il-nuovo-pivot-del-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Nominato un nuovo Capitano ed un Vice Capitano. https://www.basketcastanea.com/post/606/nominato-un-nuovo-capitano-ed-un-vice-capitano

Leonardo Di Dio è il nuovo capitano del Castanea. Giancarlo Schiavoni il vice

La società Castanea Basket 2010 in vista dell’inizio della nuova stagione che per i colori gialloviola partirà il prossimo 10 marzo, data del primo match in esterna al PalaFantozzi di Capo d’Orlando ha comunicato che Leonardo Di Dio rivestirà il ruolo di capitano per la stagione sportiva 2021 nel campionato di serie c Silver. L’ex giocatore dell’Amatori Messina che due anni fa vinse la classifica dei realizzatori del massimo campionato regionale in maglia neroarancio arriva da un’ottima stagione con i colori del Ragusa. L’obiettivo è confermarsi col club della propria città.

Queste le sue prime dichiarazioni: ”Voglio ringraziare la società per avermi affidato questo ruolo così significativo. Il mio primo obiettivo è quello di fare integrare questo nuovo gruppo in un anno caratterizzato da tante difficoltà per la situazione pandemica e i continui stop che hanno complicato l’affiatamento del nuovo gruppo. Ho trovato comunque un gruppo molto unito, valido e composto interamente da bravi ragazzi. Abbiamo gli ultimi giorni di preparazione per arrivare pronti sia fisicamente che tecnicamente all’inizio della nuova stagione. Ascoltiamo attentamente i nostri coach e siamo pronti, dobbiamo collaudare tutto quello che ci servirà in vista delle prime partite. Non abbiamo nulla da perdere e il nostro obiettivo è quello di giocare al massimo delle nostre potenzialità credendo nel nostro potenziale. Non vediamo ormai l’ora di cominciare”.

Al contempo il Castanea ha affidato il ruolo di vicecapitano a Giancarlo Schiavoni, atleta abruzzese arrivato quest’anno nel team del presidente Alessandro Saccà. Classe 1987 sarà anagraficamente il giocatore più grande del gruppo agli ordini dei coach Frisenda e Molino.                                             

Questo il suo commento: “La società ha puntato molto su di me e questo per me è molto motivante. E’ inoltre un onore e cercherò di guidare i miei compagni cercando sempre di dare l’esempio. Sono qui a Messina per dare tutto quello che ho”.

]]>
Sat, 27 Feb 2021 18:10:43 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/606/nominato-un-nuovo-capitano-ed-un-vice-capitano basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Chi deve controllare l’applicazione dei protocolli? https://www.basketcastanea.com/post/605/chi-deve-controllare-l-applicazione-dei-protocolli

Attuazione dei protocolli: il Castanea Basket interpella enti territoriali e Fip per chiarimenti

In questi giorni le attività sportive stanno ripartendo a pieno regime al PalaRitiro e, finalmente, dopo una lunga assenza a causa del Covid la palla da basket sta tornando a rimbalzare nell'impianto cittadino per la gioia di tutti i tesserati e addetti ai lavori. In quest'ottica il Castanea Basket 2010, società che detiene la custodia dell'impianto sito sul Viale Giostra, con l'unica finalità di premunirsi e reperire quante più determine possibili in merito all'attuazione ed al rispetto dei protocolli sanitari, ha interpellato gli enti territoriali locali e, in ultima analisi, la Fip per capire come comportarsi in presenza di eventuali violazioni degli stessi.      

Ad oggi la società del Presidente Alessandro Saccà sta comunque notando grande comprensione e massima collaborazione da parte delle altre società utilizzatrici dell'impianto che si stanno distinguendo per il proprio comportamento sempre a difesa di un bene comune supremo, ovvero la salute. 
La Federazione Italiana Pallacanestro ha inviato nei giorni scorsi una comunicazione ufficiale alla società peloritana chiarendo che il gestore dell'impianto può riservarsi la facoltà, dopo aver provato a sensibilizzare il rispetto del protocollo, ad allontanare chi trasgredisce o non attua scrupolosamente i protocolli sanitari.
La stessa mail verrà adesso condivisa con l'amministrazione nella speranza che venga chiarito che, oltre l'intervento delle autorità competenti territoriali, l'intervento a salvaguardia della salute e quindi del rispetto dei protocolli può e deve avvenire, ove fosse necessario, da parte di tutti.

In un clima di massima collaborazione tra le diverse squadre e nella piena consapevolezza dell'obiettivo comune, ovvero quello di evitare casi di positività al virus tra tesserati, la società Castanea è certa di non dover dare attuazione a questa disposizione perchè solo giocando di squadra si potrà vincere quest'importante partita. 

]]>
Mon, 22 Feb 2021 07:31:45 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/605/chi-deve-controllare-l-applicazione-dei-protocolli tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Lettera aperta al Presidente Nazionale. https://www.basketcastanea.com/post/604/lettera-aperta-al-presidente-nazionale

La società Castanea Basket 2010, nella persona del responsabile tecnico Filippo Frisenda, intende inviare una mail alla Federazione Italiana Pallacanestro con l’obiettivo dichiarato di esplicitare i motivi della propria posizione, contraria, in merito ad una possibile ripartenza, in questo preciso momento storico, del campionato di serie C Silver siciliana nella stagione in corso.

La scelta, che intende seguire l’esempio già adottato da altre regioni, è unicamente quella dettata dal dare voce alle società, principali protagoniste di questo settore, che non possono far finta di non conoscere le criticità oggettive ed evidenti emerse in modo eloquente in questo momento. Non è un caso infatti che la situazione epidemiologica stia dilagando soprattutto in Sicilia, regione profondamente colpita da questa seconda ondata del virus con numeri in constante e preoccupante crescita, tanto che dalla giornata di domenica l’Isola, a seguito di provvedimento governativo, verrà interamente decretata zona rossa insieme alla Lombardia e, pertanto, anche il mondo dello sport non può far finta di nulla. Tale decisione, inoltre, imporrà nuove e pesanti restrizioni nella vita quotidiana dei cittadini che dovranno limitare gli spostamenti e di conseguenza l’attività sportiva.  
Con quest’iniziativa l’obiettivo della società gialloviola è, dunque, quello di esprimere con chiarezza tutte le ragioni che l’hanno portata a supportare la linea della non ripartenza del campionato, quantomeno in questo momento (inteso non come momento storico, bensì proprio come momento attuale) nonostante il fronte opposto finalizzato a ripartire già nell’immediato stia, nelle ultime settimane, confermando e argomentando la propria posizione. Nella missiva che verrà inviata a stretto giro ai vertici federali la volontà del Castanea Basket è, inoltre, quella di consentire a tutte le altre società siciliane di esprimere il proprio pensiero e, in caso di condivisione, apporre la propria firma certificando il fatto di non ritenere possibile l’inizio della stagione in questa fase storica.

Questo il pensiero di Filippo Frisenda: “Vogliamo innanzitutto chiarire il nostro punto di vista sulla questione ripartenza con una chiara assunzione delle nostre responsabilità, ma chiedendo anche ai vertici centrali di ascoltarci e fare altrettanto, qualunque scelta alla fine verrà adottata. Lo devo principalmente ai miei tesserati che non ritengono possibile ad oggi tornare in palestra, come detto, senza l’adozione di alcun protocollo sanitario e a tutti gli addetti ai lavori che in questi giorni ci contattano confermandoci la loro vicinanza. Ribadisco che la nostra non è una posizione ideologica e contraria a prescindere, ed infatti rispetteremo qualsiasi decisione che verrà presa così come rispetto la posizione di chi vuol ripartire, ma da uomo di sport devo guardare in faccia la realtà e dire con chiarezza che oggi, principalmente a Messina e in Sicilia in generale, non ci sono le possibilità per ritornare a vivere gli impianti sportivi principalmente per società come la nostra, pur sempre impegnate ad un livello semi professionistico”.

]]>
Sun, 17 Jan 2021 11:50:15 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/604/lettera-aperta-al-presidente-nazionale basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Castanea Basket, Frisenda: “Amiamo questo sport, ma ripartire adesso è un’utopia” https://www.basketcastanea.com/post/603/castanea-basket-frisenda-&8220amiamo-questo-sport-ma-ripartire-adesso-e-un&8217utopia&8221

Il pensiero da parte del responsabile tecnico del Castanea Basket 2010 è emerso in maniera chiara e netta durante la riunione svoltasi, nella giornata di venerdì 8 gennaio, tra il presidente della Fip, Sicilia Cristina Correnti, ed i dirigenti di tutte le società partecipanti al prossimo campionato di serie C Silver, al fine di valutare la fattibilità o meno di una ripartenza della stagione sportiva.


Questa la posizione ufficiale della società gialloviola che soltanto con le debite garazie potrà valutare se tornare in campo, eventualità che ad oggi appare poco realistica: “Ringraziamo il presidente regionale per averci permesso di evidenziare il nostro punto di vista prima dell’incontro romano col presidente federale Petrucci. Aspettiamo di capire quello che avverrà il 12, ma prevedere adesso una ripartenza mi sembra una scelta molto discutibile. Vorrei comunque che prima di qualsiasi decisone assunta a livello centrale fossero tenute in debita considerazione le esigenze delle società emerse anche in questa sede. Non capisco perché dopo la prudenza nei mesi di marzo ed ottobre adesso con dei numeri sanitari di gran lunga più deficitari per il nostro territorio si stia accelerando nella direzione di una ripartenza. In città l’invito è quello di restare a casa mentre noi in questo momento dovremmo girare con l'autocertificazione per andare a giocare o ad allenarci. La nostra categoria è stata indicata d’interesse nazionale ma quando parlo con molti dei miei giocatori loro faticano a prendere una decisione a scatola chiusa. Ho collaboratori tecnici molto esperti che preferirebbero evitare la loro presenza al campo. Il rischio di un contagio personalmente non mi fa dormire, non me la sento in questo momento di prendere in considerazione una partenza immediata. Posso considerare unicamente una valutazione tra qualche settimana perché non abbiamo ancora idea di quanto possa durare questa pandemia. Come società abbiamo già sostenuto diversi interventi di sanificazione del campo di Ritiro dopo che ad ottobre si era ipotizzato il verificarsi di un possibile contagio. Peraltro a livello economico, se si dovesse ripartire e nuovamente richiudere personalmente andrei incontro a perdite non più affrontabili che potrebbero persino costringerci alla chiusura o al ridimensionamento della società. Dopo essere arrivati in serie C, che rappresenta un grande sogno per noi, non pensavamo di dover vivere un momento del genere. Il nostro, quindi, non è un “no” ideologico, perchè siamo disponibili a giocare magari attendendo marzo anche grazie alla diffusione del vaccino e con una diminuzione di contagi. Con i palazzetti aperti, per di più, sarà consentito lo spostamento di tante persone verso questi spazi. Ad ogni modo attendiamo la giornata di martedì e valuteremo se questo campionato potrà svolgersi in sicurezza”.


Per la cronaca la riunione tecnica dei club siciliani ha evidenziato posizioni di segno opposto con un fronte maggioritario in favore di una non ripartenza immediata.

]]>
Sun, 10 Jan 2021 10:27:33 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/603/castanea-basket-frisenda-&8220amiamo-questo-sport-ma-ripartire-adesso-e-un&8217utopia&8221 basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Da Gennaio in onda sui social Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/602/da-gennaio-in-onda-sui-social-castanea-basket

Da gennaio in onda “Tiro libero”, la rubrica che tiene alta l’attenzione del mondo della palla a spicchi.

La società Castanea Basket 2010 col supporto del proprio ufficio stampa dai primi giorni del 2021 lancerà un nuovo podcast informativo denominato “Tiro libero”, contenitore dedicato a tutti gli appassionati del mondo della pallacanestro regionale. A conclusione di un anno molto difficile come il 2020 che si sta per chiudere e con un’attività agonistica paralizzata da ormai dieci mesi infatti l’esigenza di tanti addetti ai lavori è quella di ricercare chiarezza e spiragli di luce per intravedere una ripartenza dell’attività. Per questo l’obiettivo della nuova rubrica vuole essere quello di tenere alta l’attenzione su tutti gli aspetti del mondo della palla a spicchi, intervistando e dando voce direttamente a tutti i protagonisti del parquet, nel tentativo di fornire risposte in vista di un’auspicabile ripartenza.

Si partirà il prossimo 3 gennaio 2021 con la prima puntata: l’ospite inaugurale sarà il presidente della Fip Sicilia Cristina Correnti.                                                           

Per chiunque volesse interagire sarà possibile ogni settimana porre domande o richieste particolari scrivendole alla mail della società (basketcastanea@gmail.com) o direttamente sui canali social della società.

Il rotocalco sportivo sarà postato sui canali social della società gialloviola ed andrà in onda grazie alla collaborazione tecnica di Emanuel Caristi e con in studio la presenza dei giornalisti Andrea Denaro ( Giornalista di LetteraEmme ) e Daniele Straface ( Addetto Stampa Castanea Basket e Giornalista di MessinaSportiva ). Con la speranza di produrre il contenuto migliore possibile il Castanea Basket vi invita sin da subito a partecipare numerosi!

]]>
Sun, 27 Dec 2020 15:01:28 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/602/da-gennaio-in-onda-sui-social-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Altro colpo per il Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/601/altro-colpo-per-il-castanea-basket

L'esterno abruzzese Giancarlo Schiavoni è un nuovo acquisto del Castanea

Proseguono le ufficializzazioni in casa Castanea Basket 2010 che ha ormai praticamente definito il roster considerato che il torneo di serie C Silver inizierà a metà novembre. La società del presidente Alessandro Saccà per aumentare l'esperienza a disposizione della prima squadra ha chiuso la trattativa con l'esterno Giancarlo Schiavoni in uscita dalla Farnese Pallacanestro. L’atleta teramano, classe ’87, sarà infatti il giocatore più grande anagraficamente del roster gialloviola essendo un veterano in questa categoria in considerazione del fatto che l’ha giocata par tanti anni consecutivi nella propri regione con diversi club (Martinsicuro, Penta Basket Teramo, Teramo a Spicchi, Campli e Farnese Basket). Un giocatore che farà parte del pacchetto guardie a disposizione di coach Frisenda e che il Castanea ha scelto per le indubbie qualità tecniche ed umane a propria disposizione.


Lo scorso anno in forza al Farnese Basket è risultata essere la migliore stagione a livello statistico con una media di 12,5 punti a partita in 20 partite ed un high di 24 punti nel match contro il Basket Aquilano. Cifre che lo hanno posto come secondo marcatore di squadra. Adesso si profila una nuova avventura in Sicilia, esperienza che ha voluto fortemente come lo stesso giocatore ci conferma: "Ho trovato subito una società molto affiatata, dove c'è un bell'ambiente e si respira un'aria positiva. Mi sto ambientando e pian piano sto conoscendo la città di Messina. Volevo fare questa esperienza professionale. Per quanto riguarda la stagione io sono qui per dare tutto quello che ho, essendo la prima volta in Sicilia non posso sbilanciarmi sul livello generale del campionato. La nostra squadra dovrebbe comunque essere competitiva, lo speriamo ma solo il lavoro in palestra lo potrà confermare".


Il Castanea Basket formula il proprio benvenuto a Giancarlo Schiavoni augurandogli il meglio a livello individuale e di squadra. 

]]>
Thu, 12 Nov 2020 19:17:48 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/601/altro-colpo-per-il-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Colpo sotto le Plance per il Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/600/colpo-sotto-le-plance-per-il-castanea-basket

Il britannico Henry Langton è il nuovo pivot del Castanea Basket
 

Il Castanea Basket 2010 dopo aver archiviato le prime settimane di preparazione ufficializza un importante colpo per il mercato in entrata. Si tratta del 22enne Henri Langton che sarà il nuovo pivot della formazione del presidente Alessandro Sacccà. Nato a Licester, è alto 2007 cm, predilige il gioco intenso ed ha una buona propensione al posizionamento difensivo ed al rimbalzo. Nonostante la giovane età vanta numerose esperienze di ottimo livello anche a livello continentale, da sottolineare infatti la parentesi con le selezioni giovanili della nazionale britannica di cui è uno degli elementi da tenere in considerazione. Con la maglia della sua Nazionale infatti ha disputato tra il 2013 e il 2014 gli Europei Under 16 e 18 giocando oltre 15 minuti e realizzando quasi sei punti per gara. Nel 2016 con la selezione Under 20 si è confermato ad un livello più alto con tre punti per gara in una formazione dove militava anche l'ex Biella e Pistoia Carl Wheatle e che ha conteso alla Russia il gradino più basso del podio.
A livello di club ha dimostrato le proprie qualità nel 2014 in EABL (Elite Academy Basketball League) con il Charnwood College con oltre 12 punti e 7 rimbalzi per gara, medie praticamente replicate anche l'anno dopo. Nel 2016 compie il salto in NBL (National Basketball League) D1 con i Loughborough Riders. In 16 gare totalizzerà 6 punti e catturerà oltre 4 rimbalzi per gara. Gioca lo stesso anno altre nove gare in EABL sempre al college di Charnwood andando in doppia cifra. Gli ultimi due anni li gioca in National Junior College Athletic Association prima con la canotta di Otero (6,3 ppg e  3,1 rpg) e poi con Missouri State (3 ppg e 1 rpg).
Adesso la nuova esperienza in Italia a Messina, precisamente col Castanea su suggerimento del connazionale Sam Lane che avrà come proprio compagno.    
Queste le dichiarazioni del nuovo lungo gialloviola: "Questa sarà la mia prima stagione lontano da casa da professionista avendo completato la trafila da under. Sono impaziente di cominciare la stagione più tardi a livello di calendario. Amo la città e conoscere la cultura italiana. Abbiamo completato le prime settimane di preparazione ed è bello conoscere i compagni e lo staff tecnico. Attendo con ansia l'inizio della stagione".
Il Castanea Basket dà il proprio benvenuto a Henri Langton e gli augura il meglio in vista della nuova stagione. 
]]>
Sun, 8 Nov 2020 19:07:13 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/600/colpo-sotto-le-plance-per-il-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Un giovane in prestito dalla Green Palermo. https://www.basketcastanea.com/post/599/un-giovane-in-prestito-dalla-green-palermo

Daniel William Last Born è un nuovo under del Castanea Basket

 

Continuano i movimenti di mercato all'interno della compagine del Castanea Basket 2010 a poco più di tre settimane di distanza dall'esordio casalingo del 14 novembre contro gli Svincolati Milazzo. Nel reparto under la società del presidente Alessandro Saccà ha definito l'ingaggio del classe 2001 Daniel William Last Born, atleta di nazionalità nigeriana ma ormai italiano d'adozione essendo da diversi anni nel nostro paese e precisamente in Sicilia come le esperienze maturate sin qui in carriera possono dimostrare.

Atleta dotato di grande fisicità può occupare i post 2 e 3 e col suo dinamismo potrà offrire nuove soluzioni in difensive.

Nella sua giovane carriera ha sempre militato per club di Palermo, in ordine di tempo tutta la trafila del settore giovanile sino all'under 15 l'ha svolta con la canotta della Master mentre successivamente è approdato al Green del presidente Mantia. Con la canotta del club biancoverde, oltre ad inserirsi in un ambiente che si è dimostrato essere per lui congeniale, ha inoltre potuto proseguire la propria esperienza a livello giovanile militando con l'under 18 e andando a referto nei match con la Ginnnic e la Fortitudo Balestrate. Si è inoltre allenato con la prima squadra di serie B ed è stato convocato due stagioni fa dallo staff tecnico capeggiato da coach Priulla per la gara casalinga contro la Tiber Roma. Vanta anche convocazioni al Torneo delle Regioni con la rappresentativa regionale.         

Queste le prime dichiarazioni del nuovo acquisto del Castanea: "in da subito ho puto notare come il gruppo sembri abbastanza motivato e con ottime prospettive future considerata la nostra gioventù. Già conoscevo qualcuno del gruppo sia per averci giocato contro da avversari o semplicemente a seguito di conoscenze maturate anche fuori dal campo. In questo momento dobbiamo unicamente sudare in campo per trovare il ritmo giusto per iniziare il campionato. Al di là della condizione dell'emergenza dovuta alla rapida diffusione del Covid-19 a livello nazionale e mondiale speriamo di fare divertire il pubblico sia che assista alle partite da fuori sia che più avanti possa tornare ad assiepare il nostro campo".

Il Castanea Basket rivolge il proprio benvenuto a Daniel augurandogli il meglio in maglia gialloviola in vista della nuova stagione sportiva.

]]>
Sat, 24 Oct 2020 20:21:57 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/599/un-giovane-in-prestito-dalla-green-palermo basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
La palestra Comunale di Ritiro in Custodia. https://www.basketcastanea.com/post/598/la-palestra-comunale-di-ritiro-in-custodia

Il Castanea Basket è la società conessionaria della palestra Ritiro per la stagione 2020/21

Con grande soddisfazione la società Castanea Basket 2010 comunica che, a seguito della propria manifestazione d'interesse, il Comune di Messina ha ritenuto meritevole tale proposta individuando pertanto la compagine del presidente Alessandro Saccà quale società concessionaria dell'impianto Palestra Ritiro per la stagione sportiva 2020/21.

Con apposita determina, infatti, il Dipartimento servizi alla persona e imprese Servizio Sport e Spettacolo, a firma del dirigente dott. Salvatore De Francesco, ha inviato apposita comunicazione alla società peloritana che si è messa subito al lavoro per raccordarsi con le altre società utilizzatrici dell'impianto (Fp Sport, Lions, San Matteo e Asd Sport 360) è stata fissata per venerdi 23 Ottobre una riunione per continuare già da subito le attività, già iniziate, dell'impianto, al cospetto dell'assessore Francesco Gallo verranno informate le società sul nuovo disciplinare di utilizzo e sarà ricostruito un nuovo piano di riparto orario. 

In una stagione in cui fondamentale sarà anche attenersi al rigido rispetto dei protocolli sanitari la società Castanea informa, inoltre, che già ad inizio ottobre ha incaricato una nota ditta messinese specializzata nella sanificazione dei locali al chiuso che ha pulito l'intero impianto, primo passo congeniale alla fruizione della struttura comunale nel pieno rispetto del protocollo teso a debellare la diffusione del Covid 19.

In questi giorni tutte le società utilizzatrici potranno inviare una mail all'indirizzo basketcastanea@gmail.com con la richiesta dei propri turni di allenamento e la società si attiverà in base alla suddivisione dei turni stilata ad inizio anno col Comune.

Con spirito di viva collaborazione il Castanea Basket dà inizio a questa nuova fase di gestione nella speranza che finalmente una struttura comunale tanto nevralgica per la disciplina della pallacanestro possa tornare a garantire tutti i requisiti di sicurezza e affidabilità a tutte le società utilizzatrici, ai propri tesserati e a tutti i sostenitori.

Per la Riuscita di questa Custodio e la redazione del nuovo Disciplinare si Ringrazia il Lavoro dello stesso Assessore allo Sport, Francesco Gallo, sempre presente nel percorso precedente alla gestione ed il Dipartimento Sport del Comune di Messina, ringranziando in particolare la Dott.ssa Carbone ed il Dirigente e De Francesco firmatario della concessione. 

]]>
Thu, 22 Oct 2020 11:49:04 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/598/la-palestra-comunale-di-ritiro-in-custodia basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Un gradito rientro in casa Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/597/un-gradito-rientro-in-casa-castanea-basket

Colpo del Castanea. A distanza di quattro anni Leonardo Di Dio torna in gialloviola

Non conosce soste il mercato in entrata del Castanea Basket 2010. La società infatti annuncia con soddisfazione che Leonardo Di Dio, classe 2000, playmaker di spessore tornerà nella sua città per indossare la maglia del club peloritano. Atleta di proprietà Life, ed in passato già tesserato per l’Amatori, in questi anni è stato uno degli elementi portanti del Progetto CLUB (la collaborazione giovanile tra Amatori, Life, Ganzirri e nel 2017 anche MIA). Il giovane atleta peloritano è uno dei prospetti più validi del nostro territorio avendo dimostrato da sempre grande confidenza con la palla a spicchi, crescendo tecnicamente di stagione in stagione, mettendo in mostra doti di grande realizzatore unite ad una buona gestione della squadra.
Proviene da due anni positivi nel massimo campionato regionale, dapprima ha giocato nell’Amatori Basket Messina e ha conquistato, nel suo primo anno in serie C Silver, il primato di miglior realizzatore della categoria (media di 20 punti per gara). Nella stagione precedente, la 2017-18, ha militato in serie D proprio con il Castanea Basket viaggiando a 16 punti di media a partita con la squadra arrivata sesta. Nel 2016 ha vinto il titolo regionale Under 16 con la Life Basket Messina. Lo scorso anno esperienza importante lontano da casa a Ragusa in una delle squadre da battere del campionato. Con la Virtus 7,5 i punti a referto in 19 gare disputate con un high di 20 punti nel match con l'Agatirno. Qualità tecniche confermate in un roster che era primo posto al momento della sospensione del torneo. Ora riparte dal Castanea, la sua volontà è quella di confermarsi ad alti livelli e provare a migliorarsi ulteriormente.
Queste le dichiarazioni del nuovo play del Castanea: "Questo è il mio terzo campionato in serie C Silver. Al primo anno anno ho avuto la possibilità di giocare con l'Amatori Messina con la quale nonostante fosse una nuova categoria. Mi sono espresso al meglio laureandomi il capocannoniere del campionato, l’anno scorso a Ragusa è stata sicuramente una grande esperienza. Ho giocato in una squadra con tradizione, professionalità ed obiettivi che è sempre stata ai vertici del campionato, con la quale sono maturato molto sotto diversi aspetti. Adesso torno a Messina in questo nuovo progetto propostomi dal Castanea. Sono diversi i motivi che mi hanno spinto ad accettare quest'offerta, intanto perchè conosco benissimo la società e tutto la staff dirigenziale composto da persone serie e professionali con le quali ho già condiviso una stagione positiva in passato. Infine io e i miei compagni avremo la fortuna di essere allenati, migliorati e seguiti da uno staff tecnico che può contare sulla presenza di coach Nino Molino, un allenatore di ben altre categorie e che rappresenta un autentici lusso per il movimento cestistico della nostra città".
Il Castanea formula il bentornato a Leonardo Di Dio e gli augura il meglio per la stagione ormai alle porte.

]]>
Sat, 17 Oct 2020 12:08:32 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/597/un-gradito-rientro-in-casa-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)