basketcastanea.com Rss https://www.basketcastanea.com/ A.S.D. Castanea Basket 2010 - Messina - Basket it-it Sun, 1 May 2022 12:32:28 +0000 Fri, 10 Oct 2014 00:00:00 +0000 http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss Vida Feed 2.0 grandefilo@live.it (A.S.D. Castanea Basket 2010) grandefilo@live.it (Filippo Frisenda) Archivio https://www.basketcastanea.com/vida/foto/logo.png basketcastanea.com Rss https://www.basketcastanea.com/ Il Baskin sbarca a scuola. https://www.basketcastanea.com/post/668/il-baskin-sbarca-a-scuola

Oggi il Castanea Basket è fiero di presentare i suoi piccoli atleti di Baskin , grazie alla sinergia dell’istituto messinese e dei nostri esperti di questa meravigliosa disciplina oggi una scommessa diventa realtà, lo sport diventa #inclusionesociale una disciplina che predilige la #coesionesociale, il Baskin.

Prontissimi i futuri giocatori della squadra di #BASKIN dell' Istituito Comprensivo Salvo D’Acquisto di #Messina. Si ringraziano i docenti per la partecipazione appassionata ed il Preside Ruggeri per la visione e la

Scommessa, vinta. Finalmente il Baskin prende forma anche nel Mondo Scolastico e nella Città Metropolitana di Messina, siamo tornati più forte di prima!

#BaskineOltre #sportgoverno #CIP #eisi #baskin #baskinsicilia #Baskinascuola

 
]]>
Sun, 1 May 2022 12:32:28 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/668/il-baskin-sbarca-a-scuola tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Iniziato il Corso targato Plurimpresa. https://www.basketcastanea.com/post/669/iniziato-il-corso-targato-plurimpresa

Iniziato il corso di specializzazione ed approfondimento per i giocatori di #baskin ed i collaboratori sportivi. Si ringraziano sempre l’ ASD Sport Academy APS e Plurimpresa ma sopratutto la grande visione di Totò Bernardo.

]]>
Sun, 1 May 2022 11:38:21 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/669/iniziato-il-corso-targato-plurimpresa tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Castanea Basket, i gialloviola si salvano e restano in Serie C Gold https://www.basketcastanea.com/post/667/castanea-basket-i-gialloviola-si-salvano-e-restano-in-serie-c-gold

Castanea Basket, i gialloviola si salvano e restano in Serie C Gold

La squadra peloritana si salva anzitempo battendo in casa la Dierre Reggio Calabria. Coach Filippo Frisenda: «Abbiamo lavorato bene sotto tutti i settori di gioco. C'è stata l'ennesima dimostrazione di quanto vale questa squadra

 

MESSINA. Si è conclusa con una vittoria per il Castanea Basket la gara di ritorno dei play out che si è giocata fra i gialloviola e la Dierre Reggio Calabria, disputatasi ieri sul parquet della squadra reggina. I ragazzi di coach Filippo Frisenda portano così a casa la salvezza per rimanere in Serie C Gold, concludendo il campionato con un punteggio di 72 – 88.

«Ieri ci siamo preparati ad affrontare una squadra che sapevamo ci avrebbe dato del filo da torcere e che, essendo in casa, non avrebbe voluto tradire la fiducia dei propri tifosi. Così è stato e, infatti, il match disputato a Reggio, per i primi due quarti è stato giocato a viso aperto da entrambe le squadre – commenta il mister gialloviola – La Dierre ha dato tutto, secondo me ha pagato anche in quest'altra gara il dover stare fermi causa Covid: i reggini non sono una squadra dalle medie così basse al tiro».

«Detto questo, in campo c'eravamo anche noi, che abbiamo lavorato bene sotto tutti i settori di gioco – riconosce Frisenda - C'è stata l'ennesima dimostrazione di quanto vale questa squadra, in una gara piacevole e bella da guardare, ancora una volta a dimostrazione che queste sono due squadre che non meritavano di fare i play-out. Mi assumo la responsabilità di quello che dico: il Castanea Basket non lo meritava assolutamente, e a valutazione personale neanche l’Orsa di Barcellona, la Fortitudo Messina è la Dierre».

«Non penso che la società abbia rubato niente sul campo. Abbiamo ampiamente dimostrato di meritare la salvezza e di essere nella parte sbagliata del tabellone – aggiunge - Detto questo, non entro nel merito della conduzione arbitrale. Non l'abbiamo mai fatto durante tutto l'anno e non cominceremo per l’ultima gara di campionato, continuando a mantenere lo stile di una società che fa dell'etica e della sportività i suoi stendardi. Per chi volesse andare a vedere con un occhio tecnico ciò che ha commutato la mia espulsione, può andare tranquillamente nella diretta della partita e valutare da solo. Per quello che mi riguarda, l'unica cosa che posso dire è augurare buon lavoro. Sbagliamo noi come allenatori e, personalmente, mi assumo le mie responsabilità quando lo faccio. Allo stesso modo, quando sbagliano i giocatori mi aspetto che si assumono le loro responsabilità. Possono sbagliare anche gli arbitri e l’unica cosa che mi auguro è che lo facciano il meno possibile e che lavorino perché si riesca a costruire un gap sempre di più alto livello. Bisogna lavorare bene e con serenità per crescere e far crescere. Non ho nessuna intenzione di movimentare la mia espulsione. Lasciamo questo campionato salvandoci anzitempo e facciamo il nostro più grosso in bocca al lupo alla Dierre: gli auguriamo di salvarsi perché meriterebbero di mantenere la classifica. Facciamo il nostro più grosso in bocca al lupo agli arbitri», conclude Frisenda.

 

 

]]>
Sat, 9 Apr 2022 09:14:48 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/667/castanea-basket-i-gialloviola-si-salvano-e-restano-in-serie-c-gold basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Primo turno dei play-out: il Castanea Basket trionfa contro la Dierre https://www.basketcastanea.com/post/666/primo-turno-dei-play-out-il-castanea-basket-trionfa-contro-la-dierre

MESSINA. Finisce per 93 a 80 il primo match dei play-out disputato in casa dall’Asd Castanea Basket, che hanno vinto sul parquet del Palaritiro, sabato scorso, contro la Dierre Reggio Calabria.

«Una partita molto sentita fra due squadre che si fronteggiavano ad armi pari, anche se la Dierre veniva da una settimana di quarantena e di monitoraggi per una buona parte del proprio roster, per cui sicuramente non si è potuta allenare al meglio – commenta il coach giallognola, Filippo Frisenda – D'altro canto, noi avevamo Mathis e Raiend che si stanno riprendendo dall’infortunio. Raiens arrivava anche da una settimana in cui non era stato poco bene e a causa della quale si era allenato molto poco. Squillaci, inoltre, a causa di impegni lavorativi, non era al top. Nonostante tutto ciò, le due società si sono fronteggiate a viso aperto, regalando spettacolo».

«La nostra vittoria è dovuta soprattutto ad una giornata dedicata solo al tiro. I ragazzi, infatti, hanno avuto delle buone medie al tiro anche dalla distanza, a fronte di una Dierre che, invece, per un paio di minuti ha avuto le polveri bagnate – continua Frisenda - La squadra reggina non è stata fortunata, mentre noi nel terzo quarto abbiamo preso un vantaggio sostanzioso grazie a qualche palla recuperata davanti e grazie ad un’ottima difesa da parte di Papazov, che ha cercato di arginare le incursioni dei due stranieri della Dierre. Ottima prestazione anche da parte di Kiril, ma la chiave della partita è stato l’approccio devastante da parte di Denafs, che si è caricato la squadra sulle spalle e trascinandola completamente da solo con tiri anche da 9 metri, penetrazioni e momenti importanti».

«In generale, però, ottima la prova difensiva da parte della squadra, a tratti corale e a tratti individuale – si mostra soddisfatto il coach del Castanea Basket – così come ottimo l’attacco, che nelle ultime gare della regular season ha dimostrato anche di essere imponente. Come noi, però, anche la Dierre non merita il posto che occupa in classifica, e a dimostrazione di ciò c’è proprio l’ultima gara disputata dai reggini contro gli Svincolati Milazzo, da dove sono usciti vittoriosi. Adesso siamo destinati a giocarci la salvezza insieme ad altre squadre che hanno disputato un ottimo campionato».

«Siamo felici di aver vinto questo primo match. Adesso, occhi puntati su giovedì, una trasferta molto difficile in un campo molto complicato: affrontare in casa la Dierre non è mai semplice, per cui proveremo a prepararci nei giorni a seguire e cercheremo di dare il massimo per poter chiudere subito la pratica salvezza».

«Ci tengo a chiedere scusa alla Dierre per non aver potuto consentire ai propri giocatori di fare la doccia in tempi rapidi – conclude Frisenda – Purtroppo, l’impianto, che ricordiamo che non è nostro e che, ricordiamo, è stato abbandonato e purtroppo vive di questa autogestione dove le società si sacrificano e provano a fare il massimo per poterlo rendere fruibile, presenta gravi danni dovuti alla sua vecchiaia che creano queste grosse difficoltà. Proviamo a fare il massimo per rendere tutto al meglio e ci dispiace che i nostri sacrifici non siano sufficienti. Questo è quello che abbiamo ereditato e questo, purtroppo, è quello che dobbiamo tenerci. Ci imbarazza che il danno provocato non sia nostro. Chiediamo scusa a nome del Comune di Messina che detiene la proprietà».

Castanea – Dierre 93-80 (22-16, 54-40, 74-57)

Castanea: Lucà, Denafs 35, Mackiw 10, Squillaci, Papazov 14, Beyne 8, Zebers 9, Raiend 7, Kirilov 7, Mwana Nzita 3. All. Frisenda, Ass. Ardizzone

Dierre: Nardi 7, Ravì, Scialabba 7, Dmitrovic 23, Ripepi 6, Tomic Feric 16, Frascati, Brzica 12, Laganà 9. All. Rugolo, Ass. Geri

Arbitri Giovanni De Giorgio di Giarre e Raphael Crisafi di Ragalna.

]]>
Tue, 5 Apr 2022 09:23:26 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/666/primo-turno-dei-play-out-il-castanea-basket-trionfa-contro-la-dierre basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
la Stagione regolare si chiude con una vittoria. https://www.basketcastanea.com/post/665/la-stagione-regolare-si-chiude-con-una-vittoria

Castanea Basket – Cus Catania: i gialloviola chiudono con un’altra vittoria

Adesso la parola passerà ai play out a cui la società peloritana è stata condannata nonostante sia a pari punti di una che disputerà i play off. Filippo Frisenda: «Un anno difficile. Non possiamo che guardare il bicchiere mezzo pieno ed essere contenti dei risultati raggiunti»

 

MESSINA. Continua a vincere il Castanea Basket, che sabato ha disputato la gara di campionato di Serie C Gold contro il Cus Catania. Sul parquet del PalaRitiro, i gialloviola hanno vinto per 88/55 contro i catanesi. Una gara che, commenta però coach Filippo Frisenda, «che trova l'unico senso nell’onorare il campionato».

«Un’ottima prestazione quella dei ragazzi – dichiara Frisenda – Anche se il Cus ha pagato qualche assenza. Noi però dovevamo reagire alla cessione di Andrea Banin e la reazione c’è stata da parte di tutti i giocatori che, come dimostra il tabellino, sono andati tutti a referto dando luogo ad una prestazione corale, con Sam Mackiw padrone del timone della squadra. Nota di merito anche per Davis Denafs, che ha dimostrato di potersi prendere la responsabilità di caricarsi la squadra sulle spalle».

«Ottima la risposta alla convocazione anche da parte dei nuovi innesti che abbiamo inserito, come Janic, che viene dal Savio, il lettone Thomas e Marco Lucà, 2004 prodotto del nostro vivaio che sabato ha fatto il suo esordio in prima squadra – aggiunge il tecnico gialloviola - Una grande partita giocata ad alta intensità e con tanta voglia di farsi vedere e di dimostrare che si può giocare in C Gold».

«Visti i risultati degli altri campi – continua Filippo Frisenda - ora agganciamo la Vis Reggio Calabria a 20 punti. Peccato che a causa della formula veramente imbarazzante di quest'anno siamo stati condannati a non partecipare ai play off ma ai play out, anche se siamo a pari punti con una squadra che accede ai playoff».

«È stato un anno difficile per noi, con tanta sfortuna. Un anno dove io, personalmente, ho tanti rimpianti – spiega coach Frisenda - Alcuni di questi sono dovuti alle nostre prestazioni e alla mia capacità di non sapere gestire alcune partite. Altri rimpianti sono legati a gare che dovevamo disputare in casa ma che, per problemi di omologazione di impianto, abbiamo giocato fuori casa. Rimpiangiamo anche di non avere avuto con noi due giocatori che all'inizio dell'anno erano stati aggregati al roster ma che poi, per problemi di permesso di soggiorno, non sono potuti scendere in campo, ovvero i due nostri giocatori georgiani. Paghiamo, inoltre, qualche infortunio di troppo e qualche giocatore che non è potuto rientrare in Italia in maniera giustificata. È stato un anno abbastanza difficile durante la quale abbiamo dovuto subire anche tanta sfortuna. Per questo non possiamo che guardare il bicchiere mezzo pieno ed essere contenti dei risultati raggiunti da una squadra la quale età media si aggira intorno ai vent'anni. Abbiamo vinto 10 gare e sicuramente meritavamo di vincerne qualche altra».

«Adesso – conclude Frisenda - aspettiamo di sapere chi sarà la squadra da incontrare. Il comitato regionale aspetta la Fip centrale che svelerà la mini-classifica tra le tre squadre a 10 e 12 punti. Ua volta saputo questo, ci prepareremo per andare ad affrontare il primo turno di play off sperando di potere fare bene e mantenere la categoria».

]]>
Wed, 23 Mar 2022 13:05:33 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/665/la-stagione-regolare-si-chiude-con-una-vittoria basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Castanea Basket – Orlandina Lab: i gialloviola vincono ancora. https://www.basketcastanea.com/post/664/castanea-basket-&8211-orlandina-lab-i-gialloviola-vincono-ancora

MESSINA. È terminata per 105 a 48 il match fra l’Asd Castanea Basket e l’Orlandina Lab, gara che ha visto trionfare i gialloviola di coach Filippo Frisenda sul parquet del PalaRitiro dopo aver dominato per tutti e quattro i quarti della sfida tenutasi sabato pomeriggio.

«Gara che si preannunciava già abbastanza facile, previsione estrapolata dalla classifica: dovevamo giocare contro l'ultima in classifica – ha commentato il coach Filippo Frisenda - Così è stato e abbiamo applicato un largo turnover. Tutti i nostri giocatori sono andati a referto e tutti hanno segnato».

«Tra le prestazioni – evidenza Frisenda - spicca quella del solito Banin, anche se ha giocato molto poco per dare spazio ad altri suoi compagni, così come quella di Papazov, top scorer nonostante anche lui abbia giocato poco: meno di 20 minuti. Nota di merito anche per Denafs, pure lui sotto il minutaggio abituale».

«La partita si è messa subito sul binario giusto. Ottimi segnali sono attivati dalla difesa – riconosce il tecnico gialloviola - Abbiamo provato più schemi visto che la partita ci permetteva di mettere alla prova qualche gesto tecnico in più. Il risultato parla chiaro: partita mai messa in discussione, anche se bisogna riconoscere il merito e la volontà di giocare fino alla fine messi in campo dal roster dell’Orlandina Lab, composto da ragazzi giovanissimi».

Castanea Basket (105) – (48) Orlandina Lab

I quarto (22 – 14); II quarto (49 – 24); III quarto (80 – 32); IV quarto (105 – 48)

Castanea Basket: Banin (14), Denafs (21), Mackiw (13), Squillaci (2), Papazov (24), Beyen (16), Rebers (2), Raiend (7), Kirilov (4), Mwana (2).

Orlandina Lab: Spada (2), Pizzurro (15), Collovà (0), Gori (2), Salmeri (0), Foure (4), Teirumners (11), Mazzocchi (6), Romagnolo (8).

]]>
Tue, 8 Mar 2022 16:19:46 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/664/castanea-basket-&8211-orlandina-lab-i-gialloviola-vincono-ancora basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
I gialloviola portano a casa il derby https://www.basketcastanea.com/post/663/i-gialloviola-portano-a-casa-il-derby

Partita che ha regalato spettacolo quella disputata sabato sera sul parquet del PalaRitiro e vinta in over time. Coach Frisenda: «È stata definita come una delle migliori partite di Serie C Gold fino a questo momento, per intensità, gesti tecnici, ribaltamento di fronti e per aver fatto restare con il cuore in gola i tifosi per molti minuti. Sono d’accordo con questo giudizio. Un complimento ai ragazzi»

 

MESSINA. «È stato uno spettacolo di sport. Una partita giocata fino alla fine con un over time che ha raccolto consensi sia da chi ha vinto sia da chi è stato vinto. Entrambe le squadre hanno ricevuto solo complimenti e i giocatori in campo si sono dati battaglia e si sono espressi anche in gesti tecnici di altissimo livello. Questa gara la vogliamo dedicare al nostro bellissimo sport e alla nostra passione, senza citare né vinti né vincitori, perché alla fine è stata veramente una partita in cui nessuno si è risparmiato». Così commenta il match disputatosi sabato sera il coach del Castanea Basket Filippo Frisenda, derby giocatosi al PalaRitiro di Messina fra i gialloviola e la Nuova Pallacanestro Messina, proveniente da ben sei vittorie consecutive ma fermato proprio dai ragazzi del Castanea per 96 a 94.

«È stata una partita difficile da arbitrare, detto ciò non è stata arbitrata in maniera corretta. Nonostante questo è stata una partita che ha regalato tante emozioni. Finalmente si ritorna a far vedere ai tifosi che la pallacanestro è uno sport che dà spettacolo – aggiunge Frisenda - Per quanto riguarda la parte tecnica, abbiamo affrontato una tra le migliori squadre del campionato: al suo interno conta due dei migliori lunghi tra i più forti del campionato e ha un portatore di palla, ovvero Salvatico, che è uno dei migliori play (se non il migliore) di tutto il campionato. Sapevamo che avremmo affrontato una squadra che aveva al proprio interno sia tecnica che fisicità, per cui sapevamo benissimo che sarebbe stata una gara molto difficile. Ma l'abbiamo preparata bene e fin quando la concentrazione dei ragazzi ha retto siamo riusciti anche ad intrappolare abbastanza bene il gioco degli avversari. Giustamente la gara, poi, si è spostata su sul nervosismo atletico e agonistico, e là gli schemi possono saltare: sono arrivati dei gesti tecnici importanti, come la tripla da dieci metri di Banin, le schiacciate di Budys e molto altro. Là si è cominciato a vedere il basket individuale».

«Noi veniamo da un sistema di gioco che ancora è da rotare, perché innesti come Mathys e Illmar, anche se hanno dimostrato di essere pedine importanti, sono ancora fuori dai sistemi – continua Frisenda con un occhio critico nei confronti del gioco della propria squadra - Abbiamo avuto un approccio importante del solito Banin, ormai leader indiscusso di questa squadra, e del solito Denafs che ormai continua con prestazioni di livello. Ottimi anche Kirill, Gustav e Noah sotto i canestri. La squadra ha fatto il suo. A momenti è stata impeccabile e a momenti si è fatta sentire ancora la stanchezza della poca preparazione, dovuta al ritardo della ripresa. Un complimento ai ragazzi non può mancare, che hanno retto sia come concentrazione che come voglia di portare a casa il derby».

«Durante la gara eravamo riusciti anche a prendere un distacco di 14 punti, dopodiché, essendo che non giocavamo contro nessuno, ma contro una squadra di livello, gli avversari sono riusciti a ricucire lo strappo – prosegue coach Frisenda - Per più di una volta abbiamo tentato di scappare senza riuscirci mai del tutto. È stato uno spettacolo perché le squadre si sono fronteggiate a viso aperto, senza mai risparmiarsi, le società si sono espresse al meglio regalando allo sport cittadino ciò di cui aveva bisogno e che da tanto tempo gli mancava. È stata anche definita come una delle migliori partite di Serie C Gold fino a questo momento, per intensità, per gesti tecnici, per ribaltamento di fronti e per il fatto che ha fatto restare con il cuore in gola i tifosi per molti minuti. Sono d’accordo con questo giudizio, per cui siamo contenti di aver potuto regalare questo spettacolo e di averlo potuto dare al PalaRitiro. Portiamo i due punti a casa, ma è come se li avessero guadagnati entrambi i team».

 

Castanea - Nuova Pallacanestro Messina 96-94.

Parziali: 25-26, 25-19 (50-45), 21-18 (71-63), 11-19 (82-82).

Castanea: Banin 16, Denafs 15, Mackiw 12, Squillaci 0, Papazov 12, Beyne 7, Zebers 0, Raiend 12, Kirilov 14, Mwana Nzita 8,   0,   0.

Allenatore: Frisenda. Assistente: Ardizzone – Biondo

Nuova Pallacanestro Messina: Salvatico 9, Vasilevskis 2, Fernandes Barroca 12, Perriere 23, Guadalupi 7, Pierleoni 11, Budrys 25, Maddaloni 2, Criscenti 0, Lo Iacono 3,   0,   0.

Allenatore: Manzo. Assistente: Caselli

Arbitri: Luca Beccore di Messina (ME) e Edoardo D'Amore di Messina (ME)

]]>
Tue, 8 Feb 2022 09:47:59 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/663/i-gialloviola-portano-a-casa-il-derby basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Castanea Basket: i gialloviola portano a casa il derby https://www.basketcastanea.com/post/662/castanea-basket-i-gialloviola-portano-a-casa-il-derby

Castanea Basket: i gialloviola portano a casa il derby nonostante i tanti problemi del roster relativi agli innesti che si sono dovuti integrare velocemente: «L'abbiamo preparata cercando di contrastare i loro terminali offensivi, ma ovviamente coach Claudio Cavalieri rispondeva con una contromossa. Un match che entrambe le società avrebbero potuto vincere»

 

MESSINA. «Ci aspettavamo un derby molto fisico dal risultato incerto, d’altronde lo sono tutti i derby. Sapevamo che avremmo affrontato una società che fa della fisicità, dell'intensità e della voglia di giocare e di non mollare mai i loro punti di forza». Così, a qualche giorno dalla gara, il coach del Castanea Basket Filippo Frisenda commenta il derby contro la Fortitudo disputato fuori casa sabato scorso e vinto dai gialloviola per 91 a 85.

«L'abbiamo preparata cercando delle contromosse per contrastare i loro terminali offensivi e fermare così Bricis e Bellomo. Siamo riusciti a controllare più il secondo che il primo, ma ovviamente dall’altra parte ci sono state delle risposte atte a loro volta a contrastare noi. Coach Claudio Cavalieri, infatti, ad ogni nostra mossa rispondeva con una contromossa – spiega Frisenda - Questo ha fatto sì che la partita sia stata veramente bella. Un match che entrambe le società avrebbero potuto vincere serenamente senza fare un torto a nessuno».

«Per quanto riguarda il nostro approccio, venivamo da una ripresa delle attività che è partita due settimane fa, per cui siamo molto indietro con la forma e col gioco, e questo si è visto in alcune situazione – evidenzia il coach del Castanea Basket - La squadra a fine 2021 aveva trovato una quadra nel gioco, riuscendo ad esprimere anche in alcune partite un bel gioco. Alla ripresa questo ha un pochettino latitato e infatti due settimane di solo allenamento senza nessuna partita amichevole in mezzo. Perché comunque la filosofia della nostra società di stare sempre molto attenti non ci ha permesso di dare ai ragazzi il giusto ritmo gara».

«Naturalmente paghiamo il mancato rientro dei due ragazzi lituani, a causa della leva obbligatoria. Abbiamo provveduto a degli innesti, ma entrambi i nuovi arrivi sono arrivati da troppo poco tempo – ricorda Frisenda – Tutti e due però hanno fatto la loro parte, nonostante le pochissime ore di allenamento sulle spalle. C’è anche Papazov, che rientrava dal Covid e che praticamente per un mese non ha potuto toccare palla: anche per lui un solo allenamento. In poche parole, in questa partita non abbiamo affrontato solo la Fortitudo, ma anche tante altre difficoltà»

«Abbiamo giocato una gara sempre concentrati e per questo ad un certo punto siamo riusciti a prendere un po’ di distacco. Ovviamente, però, la Fortitudo non è squadra che ti fa volare via così facilmente e in un batter d'occhio sono riusciti a rientrare in partita – conclude il coach gialloviola – Siamo contenti della vittoria, a mio modo di vedere meritata per tanti punti di vista, e non abbiamo intenzione di entrare nella disamina di quelli che sono i presunti errori arbitrali, perché non lo facciamo mai e non inizieremo oggi».

 

Fortitudo Messina: Bellomo 16, Bricis 37, Cavalieri, Vicente, Tagliano 20, Stevanovic, Llukacej 10, Giovani, Mento, Zaccone, Pirro 2, Bianchi. Coach Cavalieri C.

Castanea Basket: Banin 17, Denafs 21, Mackiw, Squillaci, Papazov 11, Beyne Mathys 4, Zeber 3, Raiend 14, Krilov 5, Mwanazita 16. Coach Frisenda

]]>
Fri, 4 Feb 2022 08:51:14 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/662/castanea-basket-i-gialloviola-portano-a-casa-il-derby basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Altro Giovane Talento arriva dall’Estonia. https://www.basketcastanea.com/post/661/altro-giovane-talento-arriva-dall-estonia

La passione per il basket nasce dal fratello, ma adesso, Illimar Raiend, estone di 19 anni, ha deciso di fare carriera e di mostrare le sue doti. Qualche giorno fa è approdato a Messina per vestire la maglia gialloviola del Castanea Basket, dopo aver giocato, lo scorso anno, nel suo Paese Natale. Quest’anno sarà un importante rinforzo per la squadra peloritana in corsa nel campionato di Serie C Gold maschile di pallacanestro, dove affronterà sfide diverse ma che lo aiuteranno a crescere.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, a cui vuole regalare tante vittorie e delle belle emozioni.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro e qual è stata l’ultima squadra per cui hai giocato?

«Ho iniziato molto giovene, grazie a mio fratello. La mia ultima squadra è stata la Tallinna Kalev. Il mio obiettivo da raggiungere il prima possibile è stare bene nel mondo del basket».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono alto due metri e gioco nella posizione di 4. Per vedere le mie abilità dovrete venire a vedermi giocare e giudicarle da voi stessi».

 

C’è qualche aneddoto che ti ha segnato particolarmente e che vuoi raccontare ai tifosi?

«Giocavo nell’under 16 e nell’under 18 del campionato estone. Ma quella stagione, con l’under 16, abbiamo concluso il torneo imbattuti e io ho segnato. 

Il giovane, dopo aver superato le visite di rito, si è aggregato al gruppo mettendosi a completa disposizione dello staff, sarà in campo già nel derby previsto per Sabato 29 Gennaio.

 

]]>
Fri, 28 Jan 2022 18:02:23 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/661/altro-giovane-talento-arriva-dall-estonia basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Il Castanea Basket presenta Mathys Beyne. https://www.basketcastanea.com/post/660/il-castanea-basket-presenta-mathys-beyne

Arriva dal Belgio il primo rinforzo della società messinese, le sue prime parole in vista dell'esordio previsto nel derby di Sabato.

Il primo pallone lo ha toccato a 4 anni. Dopodiché non si è mai più tolto i calzoncini da basket. Belga di 19 anni, Mathys Beyne approda a Messina e vestirà la maglia gialloviola del Castanea Basket, dopo aver giocato, lo scorso anno, in North Carolina. Adesso è pronto per un’esperienza tutta italiana nella Serie C Gold maschile di pallacanestro, dove affronterà sfide diverse ma che lo aiuteranno a crescere.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, a cui vuole regalare splendide giocate.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro e qual è stata l’ultima squadra per cui hai giocato?

«Ho iniziato quando avevo quattro anni, a Gembloux. L’anno scorso ho giocato per la “Combine academy” in North Carolina. Adesso il mio obiettivo é continuare a migliorare e vivere di basket».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sul parquet sono un’ala. Vado a canestro, difendo, tiro. Sono 191 cm e do tutto per la squadra».

 

C’è qualche aneddoto che ti ha segnato particolarmente e che vuoi raccontare ai tifosi?

«Il mio ricordo più bello è stato l’anno scorso, quando ho giocato la mia prima partita negli Stati Uniti. Siamo scesi sul parquet di una grande arena del South Carolina e il palazzetto era pieno di spettatori. Era la mia prima volta davanti ad un pubblico così numeroso e quando durante la partita ho fatto la mia prima azione con una schiacciata e abbiamo portato a casa il match tutti hanno cominciato ad urlare e a correre verso il campo. È stato il momento più bello che finora ho avuto sul parquet».

Il giovane è già al servizio dello staff cercando di inserirsi velocemente negli ingranaggi del gioco viola.

]]>
Thu, 27 Jan 2022 11:01:19 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/660/il-castanea-basket-presenta-mathys-beyne basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Castanea Basket, ripartono gli allenamenti dei gialloviola. https://www.basketcastanea.com/post/659/castanea-basket-ripartono-gli-allenamenti-dei-gialloviola

Castanea Basket, ripartono gli allenamenti dei gialloviola quadra di Serie C Gold pronta che torna ad allenarsi con due nuovi innesti, così come quella del settore giovanile. Il baskin vede l’inizio della ripresa, mentre l’unico stop è stato imposto al minibasket. Coach Filippo Frisenda: «Siamo ripartiti nel migliore dei modi, e sulla stessa scia stiamo lavorando per ritrovare la forma»

 

MESSINA. Riparte la stagione dell’Asd Castanea Basket. La squadra di Serie C Gold, quella delle giovanili e del baskin hanno infatti ripreso regolarmente gli allenamenti o stanno per ricominciare ad allenarsi dopo la pausa invernale per le feste natalizie e un ulteriore slittamento della ripresa a causa dell’aggravamento delle condizioni epidemiologiche dovute alla diffusione del Coronavirus.

Per il girone bianco di Serie C Gold la ripartenza, com’è noto, è  stata fissata per il 23 di gennaio, ma il roster gialloviola osserverà il turno di riposo e pertanto tornerà ufficialmente sul parquet una settimana dopo, il 30 gennaio, fuori casa contro la Fortitudo.

«Abbiamo sfruttato la sosta per cercare di monitorare l'andamento che stava prendendo la pandemia – commenta Filippo Frisenda, coach della squadra - Sicuramente la situazione attuale ci desta qualche preoccupazione e non ci fa stare sereni. Una persona come me, che si ritiene molto prudente, non può che essere molto perplessa, però il campionato bisogna che vada avanti, quindi bisogna farsi coraggio. La società deve gestire anche il settore giovanile e il baskin, pertanto cercheremo di stare molto attenti e di metterci in allerta».

«Per quanto riguarda la Serie C – continua Frisenda – siamo ripartiti nel migliore dei modi, e sulla stessa scia stiamo cercando di lavorare per ritrovare al più presto possibile la forma. Abbiamo anche dovuto colmare le lacune del roster: due dei nostri ragazzi non sono rientrati dai loro rispettivi Paesi perché sono stati richiamati all'obbligo di leva. Si tratta di Devidais e di Eimantas, ma questa era una cosa a noi già nota e quindi siamo riusciti a provvedere in tempo con dei nuovi acquisti provenienti dall’estero che promettono molto bene. Abbiamo cercato di mantenerci sempre in linea con la nostra filosofia, quella di puntare sui giovani. Nonostante questo sono tutti ragazzi che girano in orbita nazionale e pieni di ambizioni».

«Dato il rientro slittato di qualche giorno, ce la siamo presa un po’ più con comodo anche perché volevamo vedere che problemi avrebbe portato questa ripresa – aggiunge il coach gialloviola – infatti, già veniamo a sapere che qualche società ha problemi di contagi. Tralasciando questo, siamo a lavoro per ripartire nelle migliori condizioni».

«Per il baskin, stiamo provando a programmare una ripartenza che non avverrà prima del mese di febbraio in occasione del campionato nazionale – conclude Frisenda - Si inizierà con una partenza graduale e che porti le squadre a giocare la fase regionale in Sicilia e poi l’eventuale fase nazionale. Anche le giovanili sono riprese, eccetto il minibasket: hanno, infatti, ricominciato gli allenamenti e si aspetta di capire quando sarà il momento migliore per far ricominciare il torneo».

]]>
Thu, 20 Jan 2022 10:16:05 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/659/castanea-basket-ripartono-gli-allenamenti-dei-gialloviola basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
PalaRitiro fatiscente, il Castanea Basket annuncia interventi nelle sedi competenti https://www.basketcastanea.com/post/658/palaritiro-fatiscente-il-castanea-basket-annuncia-interventi-nelle-sedi-competenti

PalaRitiro fatiscente, il Castanea Basket annuncia interventi per vie legali

Dopo l’ennesima sanzione dovuta alle condizioni dell’impianto, di proprietà del Comune di Messina, la società gialloviola ha deciso di inviare una lettera al dipartimento Sport e Cultura e all’assessorato al ramo di Palazzo Zanca. Filippo Frisenda: «La società è stanca di pagare danni teoricamente surrogati ad un impianto che non è nostro e che il dipartimento, da ottobre, ha completamente abbandonato»

 

MESSINA. «Alla stanchezza arriva anche la frustrazione: adesso iniziano a farsi pesanti le problematiche del PalaRitiro, che dall’inizio della stagione ad ora ci hanno procurato oltre mille euro di multe a causa dell’impianto fatiscente e piena di infiltrazioni». Così il coach dell’Asd Castanea Basket, Filippo Frisenda, annuncia l’invio di una lettera al dirigente dipartimento Sport e Cultura e all’assessorato al ramo, oltre che un intervento in tutte le sedi legali per affinché ognuno si prenda le proprie responsabilità. Il coach era stato anche convocato durante una seduta della Commissione consiliare Sport del Consiglio comunale della città, revocata e poi rimandata al nuovo anno per parlare proprio delle problematiche dell’impianto.

«Qualche domenica ci confrontiamo con una coppia arbitrale che riesce a capire come non siano problemi da affibbiare a noi, e quindi applica il buon senso non relazionando alcun disagio – spiega Frisenda – Ma altre domeniche, invece, arrivano arbitri con un po’ meno buon senso, che applicano il regolamento alla lettera e ci fanno pagare dei danni che non dobbiamo risolvere noi. La società è stanca, ecco perché ha deciso di chiamare in causa il Comune di Messina, visto anche che da mesi segnaliamo le condizioni dell'impianto. Dopo le feste, inoltre, interverremo anche in tutte le sedi legali possibili, perché questa situazione possa finalmente finire e si possa chiarire se l'impianto vada chiuso o se vada manutenzionato. Chi amministra la cosa pubblica deve prendere delle decisioni, e siccome non è stato fatto nel momento in cui abbiamo chiesto spiegazioni sull’avviso, decidendo di scartare l’ipotesi di un avviso, l'amministrazione deve prendere posizione».

«L'anno scorso, quando eravamo custodi del palazzetto, non abbiamo preso una multa e l'impianto, anche se vecchio, veniva mantenuto in condizioni esemplari, sia per la pulizia che per la sanità – evidenzia il coach a nome della società gialloviola - Quest'anno, che non si capisce chi deve fare cosa, con una forma di “autogestione” in cui ancora non è chiaro chi sia il gestore, perché ogni società che utilizza la struttura ha proprie chiavi (noi Compresi), e per la nostra C Gold fioccano multe. Siamo solo noi a pagare la poca chiarezza. La situazione comincia a diventare pesante, anche perché le sanzioni ad oggi ammontano a più di mille euro, tra spostamenti, rinvii e multe che non dipendono da noi. Circa un mese fa il dipartimento aveva inviato un funzionario affinché redigesse una perizia. Il tecnico ha scritto che ci sono pericoli di crolli di calcinacci e sarà passato un mese da quando il Comune di Messina ha ricevuto questa relazione, ancora l’ufficio tecnico di Palazzo Zanca non ha deciso cosa fare e come intervenire».

«La società è stanca di pagare danni teoricamente surrogati ad un impianto che non è nostro e che il dipartimento, da ottobre, ha completamente abbandonato, lasciando alla deriva anche le società che usufruiscono della struttura – ribadisce Frisenda – Denunciamo crolli di cornicioni da quest’autunno, quando ancora era sotto sotto esame l’avviso che abbiamo presentato al dipartimento, che si sarebbe dovuto esprimere in maniera positiva o negativa, perché l'impianto ha bisogno di manutenzione. La differenza con quest’anno è che l’anno scorso noi abbiamo investito delle somme di denaro sulla manutenzione dell'impianto, interventi tampone, ovviamente, ma che hanno permesso alla struttura di rimanere aperta per un’intera stagione. Quest’anno nessuno interviene, nemmeno il Comune che ne è il proprietario (eccetto l’acquisto delle protezioni). In pratica, abbiamo un impianto “utilizzabile” per giocare ma completamente fatiscente», conclude Filippo Frisenda.

]]>
Thu, 30 Dec 2021 16:35:30 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/658/palaritiro-fatiscente-il-castanea-basket-annuncia-interventi-nelle-sedi-competenti basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Torneo della ripresa, il Baskin Messina torna a casa dopo le finali nazionali https://www.basketcastanea.com/post/657/torneo-della-ripresa-il-baskin-messina-torna-a-casa-dopo-le-finali-nazionali

La società Castanea Basket che si aggiudica un quarto posto nella classifica nazionale, soddisfatta per l’esperienza e il confronto con le altre realtà. Coach Filippo Frisenda: «Abbiamo vinto, perché nel baskin vincono tutti prima ancora di scendere in campo: appena siamo giunti a Lignano Sabbiadoro e abbiamo poggiato il primo piede sul parquet, ci siamo sentiti dei vincenti»

 

MESSINA. È stata un’esperienza ricca di momenti e soddisfazioni quella dell’Asd Castanea Basket a Lignano Sabbiadoro, dove la squadra del Baskin Messina ha gareggiato per le finali del “Torneo della ripresa”. Un quarto posto nella classifica nazionale di questa disciplina che ormai prende sempre più piede, e che grazie al risultato della squadra che fa capo alla società gialloviola approda ai massimi livelli anche a Messina. «Un traguardo, quindi, questo, importante per noi e per tutta la città dello Stretto e il sud Italia», commenta il delegato regionale dell’Eisi, Filippo Frisenda, nonché coach della squadra peloritana, che tiene anche a complimentarsi con la società di Pesaro, vincitrice del campionato.

«È stata un'esperienza veramente importante per la nostra società che ormai da anni si è appassiona a questa nuova disciplina e che, finalmente, riesce ad approdare a un evento nazionale – aggiunge Frisenda – Ci siamo potuti confrontare con realtà molto più solide, che non sono sempre le stesse della nostra Regione. Si è trattato di un momento importante sia a livello politico, per la Sicilia, sia a livello agonistico per noi di Messina».

«Abbiamo avuto l’occasione di vedere anche come si organizzano le altre realtà per preparare questi ragazzi a scendere in campo. Abbiamo realizzato che fuori dalla nostra Sicilia questa disciplina è molto sentita e che ci sono società che fanno solo e unicamente baskin, mentre noi si sa che ci dedichiamo anche al campionato federale e al minibasket – continua – Giocatori normodotati si avvicinano a questo sport con passione, giocando le gare con intensità e con agonismo. Tutti i ruoli sono curati in ogni dettaglio, le realtà sono molto attenzionate e noi vogliamo prenderne esempio per continuare a crescere».

«Abbiamo avuto la possibilità di conoscere anche Fausto Cappellini, altro inventore del baskin, e io come delegato regionale ho avuto modo finalmente di conoscere di persona i delegati delle altre regioni – racconta il coach gialloviola – Il risultato più bello è stato anche aver gettato le basi per programmare tornei nel 2022. Siamo stati invitati all'International Pesaro e, molto probabilmente, programmeremo un torneo qua d'estate, in Sicilia».

«Per quanto riguarda le partite, abbiamo sentito l’assenza di uno dei nostri numero 5, Paolo Corvaglia (sostituito da Smedile). Ma abbiamo anche pagato, nella prima gara, il lungo viaggio. Come abbiamo sempre detto, però, – tiene a precisare Frisenda - il baskin è lo sport più bello del mondo perché prima ancora di scendere in campo hanno già vinto tutti. E così è stato: appena siamo giunti a Lignano Sabbiadoro e abbiamo poggiato il primo piede sul parquet, ci siamo sentiti dei vincenti. Abbiamo vinto nel momento in cui abbiamo raccolto i frutti del nostro duro lavoro e qualcuno ha riconosciuto le fatiche di questi ragazzi e delle loro famiglie, che si sono mosse con noi. Le altre realtà hanno notato che eravamo in 35, infatti, ed è questo lo spirito dell’inclusione».

«Ringraziamo, quindi, chi è venuto con noi e con tanta passione e amore si è affiancato alla squadra, anche se con pochissimi allenamenti, come Valentina Guastella, altro numero 5 venuta per sostituire Simona Grillo. Un ringraziamento va anche ad Andrea Banin, che era uno dei pochi numero 5 che conosceva benissimo il gioco e che si è dovuto mettere a fare gli straordinari – spiega Frisenda - Menzione d’onore anche per Dario Silicato, il capitano, che ha giocato nonostante fosse ancora acciaccato e che quindi non ha potuto dare il 100%, e per Fabio Santoro, che è stato spostato di ruolo da 3 a 4 come Ciccio Magistro, e che quindi hanno avuto difficoltà ad abituarsi alla nuova posizione. Abbiamo fatto di necessità virtù, ma il risultato non ci è comunque interessato, perché il nostro obiettivo era quello di confrontarci e far sentire questi ragazzi parte di qualcosa».

«Abbiamo riportato a casa solo la grande felicità di aver partecipato ad una competizione nazionale, questo è quello che rinvigorisce le motivazioni e gli animi nella brevissima prospettiva del campionato nazionale che inizierà a gennaio, quindi subito, e che si giocherà inizialmente tra le tre realtà siciliane – conclude il delegato regionale dell’Eisi, Filippo Frisenda – La prima di sicilia sarà una delle otto che accederà alle finale finali nazionali e che si spunteranno a Maggio.

]]>
Wed, 22 Dec 2021 11:49:20 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/657/torneo-della-ripresa-il-baskin-messina-torna-a-casa-dopo-le-finali-nazionali basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Baskin Messina, tutto pronto per le finali nazionali di Lignano Sabbiadoro. https://www.basketcastanea.com/post/656/baskin-messina-tutto-pronto-per-le-finali-nazionali-di-lignano-sabbiadoro

Se accederà alla finale, la disputerà contro il roster di Bergamo o di Pesaro. Coach Filippo Frisenda: «La più bella qualità del baskin è che garantisce la vittoria a tutti prima ancora che inizi la gara. Per il lavoro svolto finora, non possiamo che essere orgogliosi e fieri»

 

MESSINA. È tutto pronto per la trasferta che impegnerà la SRR Baskin Messina a Lignano Sabbiadoro, dove la squadra della società Castanea Basket disputerà le finali nazionali del “torneo della ripresa”, dopo aver conquistato l’accesso prima superando la fase regionale e poi quella interregionale.

«Non è stata un'organizzazione facile, perché spostare 35 persone, fra i quali anche elementi abbastanza fragili, da Messina a Lignano Sabbiadoro non è semplice – commenta il delegato regionale dell’Eisi in Sicilia e coach della squadra peloritana, Filippo Frisenda – Per tale motivo, un ringraziamento particolare va proprio all’Eisi per l'appoggio e il sostegno».

Sono state già sorteggiate le combinazioni per le gare che si disputeranno il 18 e il 19 dicembre. Il roster dei gialloviola giocherà contro il Venezia e sarà il secondo match di queste semifinali che si terranno sabato, perché il primo si disputerà fra la formazione di Bergamo e quella di Pesaro.

Per tale motivo, la squadra messinese lascerà la città dello Stretto già sabato mattina, arrivando a Lignano Sabbiadoro nel primo pomeriggio. Domenica, invece, si disputerà la finale che verrà mandata in diretta streaming sul canale nazionale del Baskin.

«L'ambiente è carico e la squadra è motivata – commenta Frisenda - Ci siamo preparati al meglio e stiamo provvedendo a curare gli ultimi dettagli della trasferta. Teniamo a ringraziare la società Vis Reggio Calabria perché ha immediatamente riconosciuto la valenza dell’impegno, accettando la nostra richiesta di anticipo della gara del campionato di Serie C Gold. Per cui grazie al presidente Luigi Di Bernardo che, con questo piccolo gesto, permetterà a questi ragazzi di andare a giocare le finali nazionali».

«Siamo molto contenti di andare a conoscere delle realtà sicuramente più strutturate di noi, in quanto la loro esperienza nel settore è riconosciuta – continua Frisenda - Allo stesso tempo siamo anche fieri di rappresentare il Sud Italia, perché dopo le vittorie a Procida contro la Puglia e la Campania siamo stati candidati come unica realtà del Sud Italia. Insieme a noi giocheranno il roster di Pesaro (campione del centro Italia) e le due squadre del Nord, ovvero Vicenza e Bergamo (rispettivamente le vincitrici degli altri due concentramenti del Settentrione d’Italia, diviso in due)».

«Personalmente sono contento dei risultati che la squadra sta ottenendo, anche guardando ai sacrifici che sono stati fatti e specialmente se pensiamo che a settembre questa realtà era stata destinata ad allenarsi dalle 15 alle 22, con tutti i disagi del caso – spiega coach Frisenda – Oggi, invece, dimostra che è anche assolutissimamente sbagliata la valutazione che era stata fatta per questo sport, ovvero “meramente di propaganda”, mentre è ormai consolidato e strutturato in tutto. Per non parlare del suo ruolo di collante col nuovo ente che lo gestisce in maniera ancora più egregia: l’Eisi è riuscito a radicare questa realtà su tutto il territorio nazionale, compresa la Sicilia. E non è tutto, perché si comincia a parlarne anche fuori dai confini della penisola, come ad esempio in Inghilterra».

«Da delegato, sono veramente fiero e onorato di dirigere questo gruppo. Una cosa mi preme però sottolineare: in questo torneo abbiamo già vinto tutti. La più bella qualità del baskin è che garantisce la vittoria a tutti prima ancora che inizi la gara – conclude Filippo Frisenda - Per cui noi, per quanto ci riguarda e soprattutto se consideriamo il fatto che abbiamo iniziato nel 2017 e in soli due anni (togliendo la pandemia) siamo arrivati a giocarci il campionato nazionale, non possiamo che essere orgogliosi e fieri del nostro lavoro. Detto questo, aspettiamo di scendere in campo e di vedere quello che accadrà, dando il massimo».

]]>
Fri, 17 Dec 2021 08:26:46 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/656/baskin-messina-tutto-pronto-per-le-finali-nazionali-di-lignano-sabbiadoro basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
I Peloritano Campioni a Monte di Procida https://www.basketcastanea.com/post/655/i-peloritano-campioni-a-monte-di-procida

Il Delegato Regionale dell’Eisi e coach dei gialloviola, Filippo Frisenda: «Non giocheremo per il posto in classifica, ma non abbiamo intenzione di mollare nulla: scenderemo in campo e giocheremo per vincere. I ragazzi vogliono questo. Hanno finalmente trovato il loro ruolo all'interno di uno sport. E ci sono attaccati con le unghie»

 

MESSINA. Dopo la grande vittoria contro la Mastia Sport Academy dell’Asd Castanea Basket, il fine settimana di fuoco dei gialloviola era soltanto a metà: il successo della società è arrivato anche da parte della squadra di Baskin, che ha trionfato durante la fase interzona che si è tenuta a Monte Procida sabato e domenica, dando così accesso alla SRR Baskin Messina alle finali nazionali di Lignano Sabbiadoro.

Due gare, una la mattina e una il pomeriggio, in cui il roster peloritano ha avuto modo di conoscere le realtà puglisi e campane, «un momento veramente importante sia per noi che per i ragazzi, di confronto con altri allenatori», ha commentato coach Filippo Frisenda, delegato regionale dell’Eisi per la Sicilia, che tiene anche a ringraziare la Mastria Sport Academy per aver acconsentito ad anticipare la gara contro l’Asd Castanea Basket permettendo allo staff di partire per Monte Procida.

Presenti all’evento anche Antonio Bodini, uno dei due inventori di questa disciplina, e qualche rappresentante della Lega, mentre il torneo è stato arbitrato da Cigoli, presidente del baskin e quindi responsabile del basket nazionale.

«Sono state gare in cui i ragazzi si sono fiondati a testa bassa, senza guardare in faccia l'avversario, giocando e divertendosi – racconta Frisenda – Hanno preso subito un distacco importante ad entrambe le realtà. A fare da padrone però è stato il divertimento, sia da una parte che dall'altra, a prescindere dal risultato. Applausi per tutti, noi siamo riusciti anche grazie un grande Andrea Banin, eroe del fine settimana che ha giocato benissimo».

«Prestazioni spettacolari però da parte di tutta la squadra, da Francesco Magistro a Simone Santoro e Fabio Santoro, tutti i ragazzi hanno risposto veramente bene segnando, difendendo e dando il loro contributo – dichiara coach Frisenda – Alla fine della seconda gara anche qualche lacrima, perché erano anni che si aspettava di raggiungere un traguardo nazionale, e finalmente siamo riusciti a coronare questo piccolo sogno».

 «Adesso programmiamo questa trasferta a Lignano Sabbiadoro, dove ci aspetteranno realtà molto più solide, più consolidate, che fanno Baskin da molto più tempo di noi – spiega Frisenda - Sarà un altro momento durante i quale noi ci confronteremo con realtà che concentrano anima e corpo sono su questo sport. Noi andremo là con la mentalità di chi vuole fare bene, e a prescindere da quello che sarà il risultato, per noi rappresenterà sicuramente un successo. Non giocheremo per il posto in classifica, ma è importante essere lì, per cui ovviamente non abbiamo intenzione di mollare nulla: scenderemo in campo e giocheremo contro ogni squadra per vincere. I ragazzi vogliono questo. Hanno finalmente trovato il loro spazio nel mondo, il loro ruolo all'interno di uno sport. E ci sono attaccati con le unghie. Per cui adesso programmiamo questa trasferta, sistemando l'attività in maniera che possiamo accompagnare questi ragazzi a giocarsi questa finale di torneo».

«Per quanto riguarda me – conclude il delegato regionale dell’Eisi, coach Frisenda - è stato un momento per conoscere esponenti nazionali del Baskin. Ho avuto modo di confrontarmi di nuovo con Antonio Bodini e conoscere i colleghi campani e pugliesi. Non voglio i complimenti per il lavoro svolto finora, ma raccogliamo i frutti di ciò che abbiamo seminato. Siamo pronti per partecipare a questa nuova avventura nazionale che ci vedrà impegnati il 18 e il 19 dicembre».

 

]]>
Wed, 8 Dec 2021 18:31:30 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/655/i-peloritano-campioni-a-monte-di-procida basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Asd Castanea Basket, fuori rosa il giocatore Davis Denafs. https://www.basketcastanea.com/post/654/asd-castanea-basket-fuori-rosa-il-giocatore-davis-denafs

Il ragazzo è stato messo fuori rosa per motivi disciplinari, motivi che sono stati comunicati al ragazzo e al suo procuratore nella speranza che questa decisione da parte dello staff societario possa scuotere l'animo del giovane talento

 

MESSINA. La società Asd castanea Basket comunica che il giocatore Davis Denafs viene messo momentaneamente fuori rosa per motivi disciplinari, motivi che sono stati comunicati al ragazzo e al suo procuratore nella speranza che questa decisione da parte dello staff societario possa scuotere l'animo del giovane talento, al momento non soddisfacente.

Questa decisione viene presa dopo il rifiuto, da parte del giocatore, di scendere in campo nella gara contro il Mastria Sport Academy di sabato scorso, rifiuto che è stato comunicato alla società alla gara stessa.

«L’Asd Castanea Basket ritiene corretto, anche per il bene del ragazzo, dare un segnale nell'attesa e nella speranza che possa capire e comprendere, tornando a dare il suo importante contributo per quelle che sono le capacità che la società gli riconosce, in quanto ritenuto sempre un talento indiscusso - commenta il coach Filippo Frisenda - Per diventare professionista, però, deve prima risolvere i suoi problemi personali, in quanto al momento non si sta comportando in maniera professionale».

]]>
Wed, 8 Dec 2021 08:15:29 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/654/asd-castanea-basket-fuori-rosa-il-giocatore-davis-denafs basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Asd Castanea Basket - Mastria Sport Academy: vittoria netta dei gialloviola. https://www.basketcastanea.com/post/653/asd-castanea-basket-mastria-sport-academy-vittoria-netta-dei-gialloviola

Coach Filippo Frisenda: «Prendiamo atto che le capacità ci sono. I ragazzi sono talentuosi e hanno la capacità di reagire e di giocarsela con tutti. Ancora più positivo è che i ragazzi stanno prendendo sempre più coscienza delle loro possibilità»

 

MESSINA. Si è conclusa per 95 a 63 il match di sabato sera fra Asd Castanea Basket e Mastria Sport Academy, disputato sul parquet del Palaritiro di Messina. Una partita che era stata preparata durante tutta la settimana da coach Filippo Frisenda, che ha educato i suoi a disinnescare i terminali offensivi degli avversari, ovvero Fall, Procopio e rotundo, anche se poi quest’ultimo non ha preso parte alla gara.

Assenze però anche per il Castanea, che si è visto mancare a pochi minuti dall’inizio del match Davis Denafs per gli ennesimi acciacchi oltre a motivi che verranno chiariti successivamente.

«La partita è stata giocata a dei ritmi altissimi e la differenza l'hanno fatto le percentuali: noi abbiamo avuto delle medie molto alte se consideriamo che Papazov è uscito dalla gara come migliore in campo segnando 13 su 13 nei tiri liberi», ha commentando Frisenda.

«Questa partita era molto sentita, sapevamo che era un banco di prova e che avrebbe chiarito se il gruppo sta realmente crescendo o se le nostre ultime partite potevano considerarsi solo dei momenti di gloria – prosegue Frisenda - Dopo questa partita prendiamo atto che le capacità ci sono. Come avevamo detto all'inizio dell'anno, i ragazzi sono talentuosi e hanno la capacità di reagire e di giocarsela con tutti. Ancora più positivo è che i ragazzi stanno prendendo sempre più coscienza delle loro possibilità».

«Su quest’onda continuiamo il lavoro che adesso ci porterà ad affrontare l'altra capolista, ovvero la Basket School, altra realtà solida del campionato – conclude il coach del Castanea Basket - Loro arrivano da una sconfitta, pertanto saranno molto agguerriti, come giusto che sia. Noi però cercheremo di non perdere la concentrazione e di continuare su questa strada».

 

 

ASD Castanea Basket 2010 vs Mastria Espresso Sport Academy 95-63 (21-10/27-28/69-48)

ASD Castanea Basket: Banin 16, Davis, Deividas 15, Eimantas 13, Gustavs 3, Kiril 6, Noah 1, Rado 36, Sam 5, Squillaci.

Coach: Frisenda

Mastria Espresso Sport Academy: Calabretta 8, Procopio 6(k), Rotundo, Mavric 7, Fall 20, Corapi M., Mastria 6, Agosto 8, Brugnano, Shvets 5, Sereni 6.

Coach: Umberto di Martino

]]>
Wed, 8 Dec 2021 08:06:07 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/653/asd-castanea-basket-mastria-sport-academy-vittoria-netta-dei-gialloviola basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
L’ SSR Baskin Messina conquista il passaggio alla fase interzona. https://www.basketcastanea.com/post/652/l-ssr-baskin-messina-conquista-il-passaggio-alla-fase-interzona

La squadra dello Stretto torna da Avola a testa alta ed è pronta per partire destinazione Monte Procida, dove incontrerà le realtà di Ischia (Campania) e Andria (Puglia). Il Delegato Regionale EISI Filippo Frisenda: «Non ci interessa parlare di vittoria: nel baskin vincono tutti, soprattutto quest’anno, che ripartiamo dopo due anni di stop. Contenti di essere tornati in campo e di aver condiviso una giornata con altre bellissime realtà»

 

MESSINA. Combo per l’SSR Baskin Messina, che lo scorso fine settimana ad Avola si è conquistato il passaggio alla fase interzona contro contro l’Asd Super Baskin Avola. Due le gare che si sono disputate sabato e che hanno visto trionfare la squadra dello Stretto, una la mattina e una il pomeriggio.

«Non ci interessa parlare di vittoria – commenta il Delegato Regionale EISI (Ente Italiano Sport Inclusivi) Filippo Frisenda -  perché lo ricordo sempre, e non mi stancherò mai di ripeterlo, nel baskin vincono tutti, specialmente quest’anno, che finalmente, dopo due anni di stop, siamo tornati ad assistere alle partite di questo bellissimo sport».

«La società Castanea Basket si sta già organizzando per la prossima gara, che si disputerà a Monte Procida – continua Frisenda - Fervono i preparativi: si partirà sabato per pernottare lì e giocare durante la giornata di domenica tre gare: due la mattina e una il pomeriggio».

Le realtà che si andranno a sfidare provengono dalla Sicilia (SSR Baskin Messina), dalla Campania (Ischia) e dalla Puglia (Andria). Il vincitore di questo concentramento approderà alle finali Nazionali che si terranno il Lignano Sabbiadoro 18 e 19 Dicembre.

«Siamo contenti di essere giunti fin qui – aggiunge Frisenda – Non è un momento facile e siamo stati tutti chiamati a fare sacrifici. Nonostante questo, però, le famiglie hanno risposto con molta energia. Siamo veramente contenti di essere tornati in campo e di aver incontrato altre bellissime realtà: è questa la vittoria più grande».

«Adesso siamo pronti a fare visita ad altre squadre che non conosciamo a Monte Procida. Lì la federazione di Baskin nazionale invierà una delegazione per vedere le condizioni post pandemia delle realtà di Baskin che approdano a questa fase importante del torneo – dichiara ancora Frisenda - Dedichiamo il passaggio del turno al nostro Capitano, Dario Siligato, che purtroppo si è infortunato ad Avola e sarà presente all’interzona senza poter scendere in campo».

«Per quello che mi riguarda, un ringraziamento particolare lo faccio a questi meravigliosi ragazzi che hanno restituito onore ad una disciplina che proprio nel nostro bel Comune, Messina, era stata classificata “unicamente di propaganda”. Io dal canto mio continuo ad invitare tutti gli ignoranti in materia a venire a vedere una gara di baskin in modo da potergli mostrare cosa significa inclusione, valore sulla quale questa disciplina si fonda», conclude coach Filippo Frisenda.

]]>
Thu, 2 Dec 2021 08:55:54 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/652/l-ssr-baskin-messina-conquista-il-passaggio-alla-fase-interzona basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Asd Castanea Basket - Dierre Reggio Calabria: vincono i gialloviola https://www.basketcastanea.com/post/651/asd-castanea-basket-dierre-reggio-calabria-vincono-i-gialloviola

Il coach del Castanea Basket, Filippo Frisenda: «Una bellissima gara che ha visto combinate competitività, sportività e lealtà. Probabilmente questa partita deve essere vista come una vittoria di entrambi i roster»

 

MESSINA. Si è conclusa per 108 a 95 la partita fra Asd Castanea Basket e Dierre Reggio Calabri adi domenica 28 novembre, che ha visto il trionfo dei gialloviola sul parquet del PalaLumaka in overtime.

«È stata la gara che ci aspettavamo, molto combattuta contro una squadra, la Dierre, che aveva già fatto un percorso importante portando a casa risultati importanti, sia a casa propria, dove aveva ottenuto sempre ottimi risultati, sia fuori casa – commenta Filippo Frisenda, coach dell’asd Castanea Basket - Ci aspettavamo una gara difficile e così è stata. Sapevamo che loro pagavano qualche infortunio, ma è anche vero che negli ultimi giorni hanno registrato qualche innesto importante che sotto sotto canestro danno una presenza di spessore alla squadra».

«Dal canto nostro – continua Frisenda – contiamo ancora un roster corto, anche se c’è stato qualche rientro, ma purtroppo non senza acciacchi: Denafs, infatti, è tornato sul parquet dopo due settimane di stop e non era al massimo della condizione; Squillaci ancora è in panchina ma non può giocare; e poi c’è Struza che ancora non è preparato e pronto ad essere inserito all’interno degli schemi. Pertanto, entrambe le società sapevamo di avere delle difficoltà, ma eravamo anche pronti a fare di tutto per portare a casa il risultato».

«Detto ciò – prosegue il coach del Castanea Basket - Non ci aspettavamo una partita così in equilibrio. Per chi l’ha vista da fuori, infatti, la gara ha divertito. A prova di questo il fatto che entrambe le squadre hanno raccolto i complimenti dell’intero pubblico, perché abbiamo dato veramente un grande spettacolo di pallacanestro, mescolando competitività, sportività e lealtà. Una gara, quindi, a mio parere molto reale e molto sentita».

Per tre quarti le squadre hanno giocato in completo equilibrio. «Nel basket, purtroppo, qualcuno deve vincere – asserisce Frisenda – La gara forse sarebbe dovuta finire in pareggio. L’ago della bilancia ha penduto un po’ più dalla nostra parte, sia perché abbiamo alzato la media tiri e sia perché abbiamo, obiettivamente, avuto anche un po’ di fortuna e un po’ di fiato in più che ci ha favorito nell’overtime. Probabilmente questa partita deve essere vista come una vittoria di entrambi i roster. Decisivo è stato il tiro sulla sirena di Sersenis».

«Per quanto riguarda noi – commenta Frisenda - ci confermiamo una squadra che non ha intenzione di concedere niente a nessuno: andare a Reggio e vincere non è un’impresa facile

Del Castanea Basket si sono sicuramente distinti Denafs, nonostante non fosse al 100% della condizione per il rientro dall’infortunio. Anche Sersenis merita la menzione d’onore, in quanto ha dato la possibilità alla squadra di vincere, anche con una tripla allo scadere. Banin, ma non è più una notizia, si continua a confermare il trascinatore del team e domenica sono arrivati anche punti importanti da Papazov, che nelle ultime due gare non aveva brillato né per i punti né in difesa.

«Naturalmente non si può parlare di ottime difese: cento punti da un lato e novanta dall’altro mettono sotto la lente d’ingrandimento il reparto arretrato. In ogni caso, in overtime la squadra si è compattata, unendosi e dimostrando la voglia di vincere», dichiara Frisenda.

«Adesso occhio alla prossima gara contro il Catanzaro, che ospiteremo sabato in casa e che arriva da un momento positivo: hanno battuto il Basket School Messina, prima in classifica, e hanno battuto anche la  Vis, conquistandosi il secondo posto in classifica sopra di noi. Si tratta di un bellissimo girone, in pieno equilibrio: tutte le squadre sono rinchiuse in un range di 6 punti e questo dimostra che tutti possono andare a vincere da tutti e che non c'è una squadra che prevale sulle altre in modo netto. Discorso diverso rispetto all’altro girone, meno omogeneo».

]]>
Wed, 1 Dec 2021 07:26:40 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/651/asd-castanea-basket-dierre-reggio-calabria-vincono-i-gialloviola basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Basket: questo fine settimana riparte il Baskin in Sicilia https://www.basketcastanea.com/post/650/basket-questo-fine-settimana-riparte-il-baskin-in-sicilia

L’attesa è terminata e finalmente i ragazzi torneranno sul parquet per disputare le prime due gare ad Avola fra i padroni di casa e la squadra di Messina. Il Responsabile Baskin Sicilia, Filippo Frisenda: «Stiamo scaldando i motori. I ragazzi sono emozionati, e noi con loro. Questo fine settimana non potrà che essere positivo, perché la verità è che a Baskin vincono tutti»

 

MESSINA. Finalmente si parte. È tutto pronto per i primi incontri del Baskin Messina che si terranno questo fine settimana ad Avola. Nonostante le tante difficoltà, le stesse riscontrate in tutta Italia per i campi, i turni, le palestre, le visite mediche e la pandemia che non molla, venerdì, sabato e domenica si torna sul parquet secondo il concentramento stabilito dal Baskin Sicilia: con due gare che si disputeranno fra il roster di Messina e quello di Avola si deciderà il vincitore che avrà accesso alla fase interzona, già programmata a Procida il 5 dicembre fra una squadra campana, una pugliese e una siciliana.

Tanta l’emozione che c’è nell’aria, soprattutto per i ragazzi, che dopo due anni tornano a competere in questa disciplina che fa dell'inclusione il suo punto di forza. «Sono contento – dichiara il Delegato Regionale e Responsabile della Sezione Baskin Sicilia, Filippo Frisenda, nonché allenatore del Castanea Basket - Anche se siamo riusciti a far ripartire solo due società, non vedo l’ora di rivedere i ragazzi giocare. Sono entusiasta che si ricominci con lo storico incontro siciliano tra Messina e Avola».

«Stiamo scaldando i motori e finendo di limare gli ultimi dettagli per portare tutto l'indotto regionale in questo fine settimana di basket – continua - Stiamo preparando i refertisti e tutto quello che serve a questo ente che si è strutturato in questi mesi, cercando di mettere in moto una macchina nuova che funzioni in tutti i suoi ingranaggi e che sia allineata alle altre sparse in tutta Italia».

«C’è quindi tanta motivazione, tanta voglia di ripartire e tanta voglia di ricominciare a giocare – asserisce coach Frisenda - I ragazzi sono emozionati, e noi con loro. Questo fine settimana non potrà che essere positivo, perché la verità è che a Baskin vincono tutti».

Nello stesso fine settimana si terrà anche il secondo laboratorio per gli allenatori, quindi, sia per il corso di aggiornamento che per chi si appresta a ricevere il patentino. Quest’anno ci sono state quasi 100 iscrizioni in tutta la Sicilia: «Questo testimonia che il baskin sta crescendo e si sta strutturando sempre di più nella nostra Regione – aveva dichiarato in merito Frisenda qualche settimana fa – È evidente ormai che il baskin è tutto tranne che uno sport di propaganda. Non è quello che qualcuno ha cercato di fare passare, ma un miracolo sportivo, competitivo, che invitiamo a venire a conoscere per evitare gaffe ignoranti».

Dopo la fase interzona a Procida i primi di dicembre, la vincitrice avrà accesso alla fase nazionale che si terrà il 18 e il 19 dicembre nella location designata dalla federazione nazionale, ovvero Lignano Sabbiadoro.

]]>
Sat, 27 Nov 2021 07:59:31 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/650/basket-questo-fine-settimana-riparte-il-baskin-in-sicilia grandefilo@live.it (Filippo Frisenda)
Il Castanea Basket fa suo il derby con la Fortitudo. https://www.basketcastanea.com/post/649/il-castanea-basket-fa-suo-il-derby-con-la-fortitudo

Derby sofferto ma portato a casa dai gialloviola, che regalano una vittoria alla prima partita sul parquet del Palaritiro. Coch Frisenda: «Tante le difficoltà dovute ad infortuni e tesseramenti, ma la squadra si è compattata offrendo un bel gioco»

MESSINA. Finalmente si è tornato a giocare al Palaritiro, con i tifosi del Castanea Basket che hanno potuto assistere ad un match realmente “in casa” e a cui la squadra ha regalato la vittoria del derby contro la Fortitudo Messina. La partita è terminata per 73 a 64 a favore dei gialloviola, dopo quattro quarti non semplici e contro una squadra sempre difficile da affrontare.

«Non è stata una partita facile per diversi motivi – commenta il coach del Castanea Basket Filippo Frisenda – Attualmente il notro roster è corto per problemi con i tesseramenti e per alcuni infortuni, come quello di Davis Denafs, che dovrebbe rientrare la prossima settimana. Anche Squillaci non era disponibile: si trovava in panchina solo per fare numero. Abbiamo dovuto far giocare sin dall’inizio Struza, che non sapevamo come avrebbe reagito. Il ragazzo classe 2003 però si è difeso bene e siamo veramente contenti della sua prestazione».

«Nonostante tutte queste difficoltà, la squadra ha fatto quadrato – aggiunge Frisenda - il gruppo, infatti, si è compattato offrendo un bel gioco e mostrando dei bei giri palla. Abbiamo dimostrato che il gruppo giovani inizia ad entrare nei meccanismi che stiamo impostando. Anche se in un momento di emergenza, quindi, tra infortuni e giocatori al palo che aspettano il tesseramento, siamo riusciti a portare a casa una vittoria sofferta contro una squadra difficile da affrontare».

Partita che ha regalato diverse emozioni durante tutti i 40 minuti di gioco. Squadre in bilico nel primo quarto, terminato per 22 a 20 per i padroni di casa. Poi i gialloviola hanno preso il volo, con un distacco di 41 a 29 nel secondo quarto e fino ad arrivare a +20 nel terzo quarto con un punteggio di 61 a 41. Ultimo quarto, invece, più combattuto, che però ha visto trionfare il Castanea Basket.

In alto alla lista dei marcatori il capitano gialloviola Andrea Banin, che ha realizzato 20 punti: come sempre uno dei più propositivi della squadra. A seguire, Tagliano con 18 punti e poi 16 punti sono stati segnati da Roberto Bellomo e Tomy Ezequiel Vicente. Buone anche le prestazioni di Edvard Struza (13 punti) e di Kiril Kirilov (11).

 

Castanea Basket: Banin 20, Struza 13, Kirilov 11, Mackiw 7, Sersenis 7, Dauksas 6, Papazov 6, Mwana Nzita 3.

Fortitudo Messina: Tagliano 18, Bellomo 16, Vicente 16, Leanza 8, Stevanovic 6.

Arbitri: Arturo Tartamella di Palermo e Giosè Brusca di Palermo.

Note: Uscito per infortunio Mwana Nzita quasi alla fine del match ed espulso Papazov a poco più di 4 minuti dall'inizio del 3/4.

]]>
Mon, 15 Nov 2021 09:24:39 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/649/il-castanea-basket-fa-suo-il-derby-con-la-fortitudo basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Messina, il Castanea Basket torna a casa: omologato il PalaRitiro https://www.basketcastanea.com/post/648/messina-il-castanea-basket-torna-a-casa-omologato-il-palaritiro

Dopo non pochi sacrifici da parte di tutte le società che orbitano intorno all’impianto sportivo, è stata finalmente concessa l’omologazione della struttura ad ospitare le gare casalighe dei gialloviola. Purtroppo, la normativa Covid impone una disponibilità di posti pari al 60% della capienza massima. Ecco quali saranno le modalità di accesso al palazzetto

MESSINA. Finalmente l’Asd Castanea Basket torna a giocare in casa, al Palaritiro, impianto che ospita i gialloviola ormai da due anni e di cui la società peloritana si è sempre presa cura. Proprio grazie agli ultimi interventi, infatti, la struttura ha avuto l’omologazione, con non pochi sacrifici da parte delle realtà che orbitano intorno al Palaritiro.

Cogliendo l’occasione di questa bella notizia, la società gialloviola comunica anche ai tifosi che i numeri saranno contingentati secondo la normativa vigente. Pertanto, si accederà all'impianto solo su autorizzazione strettamente concessa dalla società. Per farne richiesta sarà necessario mandare una mail all’indirizzo basketcastanea@gmail.com.

Naturalmente, la società darà priorità ai tifosi che sono in possesso della “Tessera del tifoso”. Il tetto massimo di posti, il 60% della disponibilità dell’impianto, è pari a 120. I possessori della card sono già stati inseriti in lista, mentre chi farà singola richiesta per gara verrà aggiunto volta per volta fino al raggiungimento della capienza massima.

L’Asd Castanea Basket ha speso e messo in campo numerose risorse per rendere il Palaritiro fruibile, e anche per rispettare le regole imposte dalla normativa contro la diffusione del Covid 19. Pertanto, si chiede ai tifosi di non insistere in caso di risposta negativa alla richiesta di assistere alla partita.

«Ad inizio stagione eravamo contenti di poter finalmente riabbracciare i tifosi in campo – dichiara il massimo dirigente e allenatore della società gialloviola – e adesso lo saremo ancora di più perché potremo sentire il calore dei nostri supporters in quella che noi consideriamo casa nostra. Purtroppo, la pandemia non è ancora finita e questa società ha fatto sempre dell’esagerazione nella prudenza uno dei suoi standard e trampolini per crescere. E non abbiamo intenzione di cedere o chiudere un occhio soprattutto in questo momento in cui sembra vedersi la luce in fondo al tunnel».

A chi non riuscirà ad assistere ai match di presenza, il Castanea ha comunque previsto anche per quest’anno la diretta delle partite sulla sua pagina Facebook, sempre grazie alla serietà e alla grande professionalità di SportMe.

Se qualcuno volesse ottenere la “Tessera del tifoso” potrà, come comunicato ad inizio stagione, contattare la società nella persona di uno dei suoi dirigenti.

]]>
Sat, 6 Nov 2021 17:32:08 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/648/messina-il-castanea-basket-torna-a-casa-omologato-il-palaritiro basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Tanta voglia di Baskin. https://www.basketcastanea.com/post/647/tanta-voglia-di-baskin

È tutto pronto per la ripresa delle attività che vedranno impegnati, tra gli altri, anche i ragazzi dell’Asd Castanea Basket di Coach Frisenda, Delegato Regionale dell’EISI e Responsabile della Sezione Baskin Sicilia: «È evidente ormai che il baskin è tutto tranne che uno sport di propaganda», sottolinea, in riferimento al cospicuo numero di partecipanti siciliani ai corsi di formazione.

 

MESSINA. Riparte il baskin in Sicilia e a Messina. È infatti tutto pronto per la ripresa dei campionati Regionale e Nazionale, con una novità introdotta quest’anno: il “Torneo della ripartenza”, anche questo di caratura Nazionale. Sono state delineate tutte le linee guida che assecondano le dovute precauzioni del caso, usando il protocollo inviato dall’Ente Italiano Sport Inclusivi (Eisi).

In particolare, ad aderire al “Torneo della ripartenza” è anche la squadra di baskin dell’Asd Castanea Basket. Il torneo si svolgerà tra Novembre e Dicembre e vedrà scendere in campo i messinesi sul parquet per il primo appuntamento stagionale proprio il 14 novembre, a Trapani, dove la squadra si giocherà l'accesso alla fase inter zona contro una selezione di Palermo e una di Trapani. La vincente giocherà il 3 o il 4 Dicembre in una location che ancora si dovrà stabilire, perché si disputerà con le prime squadre della Campania e della Puglia.

L'ulteriore vincente della fase inter zona andrà poi a disputare la finale Nazionale a Roma il 18 e il 19 Dicembre, dal momento che da gennaio inizierà il Campionato Regionale tra le 10 realtà siciliane del baskin. Questo, a sua volta, deve terminare entro maggio, perché nel mese di giugno le 8 vincitrici delle fasi regionali e inter zona dovranno partecipare alle finali nazionali.

«Questi ragazzi, praticamente, non avranno un solo Campionato con valenza Nazionale, ma ben due, di cui uno imminente. L'altro è il solito campionato Nazionale dove si concorre per la vittoria dello scudetto», dichiara il Delegato Regionale e Responsabile della Sezione Baskin Sicilia, Filippo Frisenda, nonché allenatore del Castanea Basket, che ha ripreso le attività di squadra già dal mese di Ottobre proprio per potersi preparare a questi eventi.

«Si riparte, quindi. E si riparte con tanta frenesia e con un sacco di appuntamenti molto serrati e molto vicini tra di loro», annuncia Frisenda, evidenziando che la Sicilia è stata una tra le regioni più importanti per numero di candidature ai corsi di formazione di allenatori, refertisti e arbitri, con più di 100 candidati: «Questo testimonia che il baskin sta crescendo e si sta strutturando sempre di più nella nostra Regione – aggiunge Frisenda – Per questo la Sicilia ha avuto mandato dall’Eisi, insieme ad altre poche Regioni, per svolgere e organizzare in loco e in solitaria i corsi di formazione ed i laboratoriali sul campo: il corso, infatti, prevede cinque webinar online (che sono in fase di ultimazione) e una parte laboratoriale. È evidente ormai che il baskin è tutto tranne che uno sport di propaganda, non è quello che qualcuno ha cercato di fare passare ma un miracolo sportivo, competitivo che invitiamo a venire a conoscere per evitare gaffe ignoranti, baskin significa inclusione».

Sono, quindi, stati previsti due incontri formativi: uno il fine settimana tra il 13 e il 14 Novembre, quando si disputerà anche la prima gara del “Torneo della ripartenza”, proprio per dare possibilità ai candidati di vedere realmente cos'è il baskin; e l'altra invece tra il 27 e il 28 novembre, quando si terrà il secondo incontro in Sicilia.

 

Il Baskin è un diamante prezioso da tutelare e difendere.

]]>
Tue, 2 Nov 2021 17:24:26 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/647/tanta-voglia-di-baskin basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Un ottimo Castanea cede il passo al Basket School. https://www.basketcastanea.com/post/646/un-ottimo-castanea-cede-il-passo-al-basket-school

Termina con una sconfitta la terza gara dei gialloviola, che però escono a testa alta dal parquet del Palarussello dopo una buona prestazione consumata soprattutto nell’ultimo quarto, quando la squadra di coach Filippo Frisenda stava per completare una clamorosa rimonta

 

MESSINA. Il parquet del Palarussello, ieri, ha ospitato il match di andata fra Asd Castanea Basket e Basket School Messina. Una gara, disputata dai gialloviola in casa ma non ancora a casa propria per le ormai note difficoltà del Palaritiro (che si sta cercando di mettere in sesto), che si è conclusa per 74 a 82, con i gialloviola che hanno incassato la sconfitta nonostante un’ottima prestazione e una rimonta quasi compiuta.

Prestazione che diventa importante e che conferma ancora una volta il potenziale del roster del Castanea Basket, specie se si considera il calibro dell’avversario a cui la società gialloviola fa i suoi complimenti per la meritata vittoria. Il Castanea, in ogni caso, ha dimostrato di non essere seconda a nessuna e lo dimostra l’aver giocato sempre a viso aperto nonostante le assenze importanti (Radostin Papazov, ad esempio).

Prima dell’inizio del match, c’è stato anche un minuto di silenzio dedicato al giocatore della Fortitudo, Haitem Fathallah, che la scorsa settimana ha avuto un malore sul parquet lasciando questa terra. Il momento solenne è stato molto sentito e commovente, e si è concluso con un caloroso applauso da parte di tutti i presenti.

Primo quarto che si chiude per 15 a 23 per la Basket School Messina, che aveva tentato sin da subito l’allungo. Castanea però che è sempre rimasto in agguato, anche se il secondo e il terzo quarto si sono conclusi con un ampio margine di vantaggio per la Basket School: 34 a 51 (17 punti di svantaggio) e 53 a 69 (16 punti sotto). In particolare, nel secondo quarto era riuscita anche ad arrivare a -3 dagli avversari nel punteggio.

Match che si è deciso solo alla fine, con qualche brivido per la Basket School Messina, che nell’ultimo quarto si era fatto rimontare da un ottimo Castanea Basket, i cui giocatori, motivati dal coach Filippo Frisenda, sono entrati nel parquet con l’obiettivo di chiudere la partita a testa alta. E così è stato perché nonostante lo svantaggio si era fatto consistente (anche 20 punti di differenza), i gialloviola erano riusciti a raggiungere nuovamente la squadra di coach Giuseppe Sidoti, senza però riuscire a sorpassarla e a siglare la vittoria.

Ancora una volta, nell’albo d’oro della partita vanno il capitano Andrea Banin e il giovane Davis Denafs (classe 2002). Il primo ha segnato 16 punti, ma il suo contributo, come al solito, è da ricercare al di là del punteggio: occasioni create, grinta, determinazione e carica nei confronti dei suoi compagni hanno avuto sicuramente il loro peso nell’andamento della gara. Davis, invece, si è regalato il titolo di miglior marcatore del Castanea con 17 punti segnati e tanta qualità messa sul parquet.

Per la Basket School Messina, invece, hanno sicuramente fatto la differenza il numero 13, Kevin Pandolfi, il migliore forse della sua squadra, e il 7 Raivis Scerbinskis, miglior marcatore della gara con ben 26 punti segnati.

Partita sicuramente condizionata dalle numerose interruzioni da parte degli arbitri, non dimostratisi all’altezza di dirigere la gara in quanto hanno fischiato parecchi falli, non graditi dalle panchine perché a volte di difficile comprensione o non pienamente compresi. Solo a Banin, infatti, sono stati fischiati 4 falli nei primi due quarti, e poi il quinto nell’ultimo tempo, costringendo il fuoriclasse gialloviola a lasciare il parquet. Stessa sorte era toccata poco prima al 22 della Basket School Messina, Antonio Sidoti, che ha dovuto spendere l’ultimo fallo a disposizione per fermare un ottimo Davis.

 

Castanea Basket 2010 – Gold & Gold Messina 74-82

Parziali: 15-23, 19-28 (34-51), 19-18 (53-68) 21-13.

Castanea Basket 2010: Banin 16, Denafs 17, Mackiw 13, Sersenis 13, Squillaci, Dauksas 2, Kirilov 10, Mwana Nzita 3. Allenatore: Filippo Frisenda

Gold & Gold Messina: Scerbinskis 26, Scimone n.e., Mazzullo 6, Pandolfi 15, Bianchi n.e., Gotelli 16, Tartamella 5, Sidoti A. 5, Busco 9, Doria n.e., Sidoti M. n.e. Allenatore: Pippo Sidoti. Assistente: Francesco Paladina

Arbitri: Luca Moschitto di Catania e Alice Foti di Acireale

]]>
Mon, 25 Oct 2021 09:27:46 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/646/un-ottimo-castanea-cede-il-passo-al-basket-school basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
A Messina passa la Dierre Reggio Calabria https://www.basketcastanea.com/post/645/a-messina-passa-la-dierre-reggio-calabria

Partita combattuta fra due squadre molto giovani che termina sul punteggio finale di 71 a 80, dopo tre tempi in perfetto equilibrio. Gialloviola che lanciano qualche segnale di qualità ed energia a coach Frisenda, ma che pagano la poca esperienza dovuta alla giovanissima età del roster

MESSINA. Il parquet del Palarussello, ieri, ha ospitato il match di andata fra Asd Castanea Basket e Dierre Reggio Calabria. Partita molto combattuta fra due squadre giovani, ma con grandi ambizioni, che è finita sul punteggio di 71 a 80 per gli ospiti dopo tre tempi su quattro in perfetto equilibrio.

Parziali che, infatti, sono stati di 15 – 15 nel 1/4, di 32 – 31 nel 2/4 e di 49 – 48 nel 3/4. La partita ha preso poi una piega diversa nell’ultimo quarto, quando la squadra ospite ha messo la freccia e accelerando ha preso le distanze dai padroni di casa, ospitati nel messinese dal Savio (il parquet ufficiale del Castanea Basket è quello del Palaritiro).

Squadra giovane, quella gialloviola, che ha lasciato intravedere grandi potenzialità da parte dei suoi giocatori, specie dal suo fuoriclasse con la maglia numero 0: Andrea Banin. Il Castanea era infatti riuscito a mantenere il vantaggio per tre tempi su quattro, anche se di poco, provando ad allungare nel 3/4, durante il quale aveva raggiunto il +7 nel punteggio sui calabresi.

È mancata forse un po’ di esperienza e di grinta ai giocatori gialloviola, la cui media della classe di età oscilla fra il 2000 e il 2002. Margini di crescita che, come dicevano coach Frisenda e il capo dello staff tecnico della squadra, Nino Molino, nel pre-campionato, saranno importanti nello sviluppo della stagione.

Coach Frisenda che, sicuramente, può essere fiero dei suoi, anche se non troppo, perché dalla panchina le indicazioni durante il match sono arrivate e la squadra non ha sfruttato al meglio molte occasioni costruite bene e altre regalate dalla squadra avversaria, che nonostante il punteggio ha sofferto e sbagliato quando il Castanea alzava il pressing.

A farsi notare in campo, oltre Banin anche Denafs e Radostin Papazov, molto presente fino al a meta gara con 14 punti segnati ma poi scomparso nell’ultimo tempo, quando non ha centrato nemmeno un canestro. Il capitano viola, invece, di punti ne ha siglati 17 (secondo nella classifica marcatori), ma la sua presenza è stata consistente soprattutto per le occasioni prodotte e per le geometrie date sul parquet alla squadra, che ne ha beneficiato.

Altro giocatore del Castanea degno di essere menzionato è il giovanissimo classe 2002 Sam Mackiw, che ha firmato solo 3 punti ma che ha fatto un gran lavoro di contenimento e di posizionamento durante tutti i minuti giocati. Purtroppo, qualche volta ha pagato il fisico, specialmente contro giocatori come Luca Laganà (il capitano della Dierre Reggio Calabria), Michele Suraci e Mladen Dmitrovic, presentato come il più forte del roster calabrese e all’altezza delle aspettative.

Adesso, occhi puntati contro la prossima gara, che vedrà il Castanea impegnato fuori casa sul parquet del Mastria Catanzaro domenica alle 18.

]]>
Wed, 13 Oct 2021 13:50:33 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/645/a-messina-passa-la-dierre-reggio-calabria basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Presentato un gradito ritorno. https://www.basketcastanea.com/post/643/presentato-un-gradito-ritorno

Andrea Banin si racconta e racconta il suo ritorno a Messina.

 

Ventisette anni di esperienza, tutti a disposizione del Castanea Basket per la stagione 2021/2022, mescolati ad una quantità incalcolabile di energia ed esplosività. Questo è quello che è pronto a dare alla squadra Andrea Banin, giocatore originario di Broini (Pavia). Alto 180 cm, ha vissuto la sua ultima squadra, l'Olympia Voghera (in provincia di Pavia), come la sua seconda a casa, ed è stato tra coloro che le ha regalato la promozione in Serie C Gold. La sua nuova avventura è a Messina, e ha già ben chiaro quali saranno i suoi obiettivi.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, a cui dice di voler continuare a crescere e migliorare, così come fa da quando in seconda elementare ha toccato il suo primo pallone.

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Gioco nel ruolo di playmaker e le mie specialità sono l'intensità e l'esplosività che metto quando scendo in campo».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«La società viene da due promozioni filate, quindi direi che l'obiettivo principale sarà quello di fare un bel campionato in un ambiente sereno. A livello personale, invece, vorrei migliorare l'aspetto caratteriale e cercare di gestire meglio le mie emozioni in campo. Inoltre, vorrei diventare campione nazionale con i meravigliosi ragazzi del Baskin».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«A loro darò tutto il mio entusiasmo. Sono pronto a mettere me stesso in campo».

Andrea si è gia messo a disposizione dello staff con la sua solita grinta, un caloroso bentornato al "trattorino".

]]>
Sun, 10 Oct 2021 09:16:04 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/643/presentato-un-gradito-ritorno basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Prima gara rinviata https://www.basketcastanea.com/post/644/prima-gara-rinviata
La società ASD Castanea Basket comunica ufficialmente il rinvio della gara, inizialmente prevista per sabato 9 Ottobre, con la DR Reggio Calabria.
Verrà comunicata a breve la data di recupero, che si cercherà di fissare a stretto giro, prevista già per martedi alle ore 21:00 Palarussello, si attende la conferma della DR Reggio Calabria.
]]>
Sun, 10 Oct 2021 08:23:25 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/644/prima-gara-rinviata tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Passaporto Bulgaro ma esperienza italiana. https://www.basketcastanea.com/post/642/passaporto-bulgaro-ma-esperienza-italiana

Ha 23 anni, ma anche molta esperienza: arriva dal “Lokomotiv G.O.”, squadra che gioca nella prima lega bulgara, e sa quanto possa essere difficile lottare per raggiungere un obiettivo. Nato a Veliko Tarnovo, la vecchia capitale della Bulgaria, Radostin Papazov (o anche solo Rado) è pronto a mettere a disposizione del Castanea Basket i suoi quasi 2 metri, la sua grinta e la sua personalità. Vuole portare alto il nome della squadra in Sicilia, una squadra che vede già come la sua famiglia e che è pronto ad aiutare a far crescere, crescendo insieme a lei.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, a cui vuole regalare il piacere e il divertimento di guardare la loro squadra preferita vincere.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato quando avevo 10 anni, dopo aver provato molti altri sport differenti. Un giorno il coach di una squadra di basket è venuto nella mia classe chiedendo a tutti se qualcuno volesse provare a giocare a pallacanestro. Io e qualche altro amico abbiamo pensato potesse essere una buona idea. E in effetti lo è stata».

 

Qual è stata la tua ultima squadra di basket e quali obiettivi hai o avete raggiunto?

«La squadra con cui ho giocato la scorsa stagione si chiama “Lokomotiv G.O.”, dalla NBL bulgara, e il nostro obiettivo era di raggiungere i playoff. E lo abbiamo fatto. Abbiamo vinto il primo match dei playoff, ma purtroppo abbiamo perso il secondo. L’ obiettivo, però, lo abbiamo raggiunto».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono alto 195 cm e gioco come ala piccola. Qui è dove mi sento più a mio agio, perché la mia abilità migliore è andare a canestro e finalizzare».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Prima di tutto il mio obiettivo è andare ai playoffs con il Castanea Basket e, spero, anche di vincerli, rappresentando la squadra con un buon gioco e mostrando a tutti che “Castanea” è un gran nome in Sicilia».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Io darò tutto quello che posso per la squadra, così potremo crescere come una famiglia e singolarmente. Sono certo avremo una buona stagione, dopo che l’ultima è stata interrotta a causa del Coronavirus. Regaleremo ai nostri tifosi il piacere e il divertimento di guardare la loro squadra preferita ancora e al massimo della forza».

Rado si sta allenando con intensità, anche e tra gli ultimi arrivi, ha dimostrato sin da subito di conoscere la pallacanestro italiana il suo inserimento negli ingranaggi tecnici è stato facile e veloce.

]]>
Sat, 2 Oct 2021 10:06:49 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/642/passaporto-bulgaro-ma-esperienza-italiana basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Contribuisci anche tu ! https://www.basketcastanea.com/post/641/contribuisci-anche-tu-

Castanea Basket, torna la tessera del tifoso

La “Casta2010 card” serve per incentivare i supporters della squadra ad utilizzare gli sconti applicati presso tutti gli sponsor, così si potranno anche supportare i giocatori e la società per affrontare la Serie C Gold. Ecco quali sono tutti i vantaggi e le agevolazioni

 

MESSINA. Torna la “Casta2010 card”, la tessera del tifoso lanciata dall’Asd Castanea Basket prima della pandemia per incentivare i sostenitori della squadra ad assistere alle partite ma poi sospesa a causa della diffusione del Coronavirus. Quest’anno, visto che i match torneranno ad essere “a porte aperte”, la società ha deciso di riproporre la tessera, acquistabile con un contributo che aiuterà la squadra ad affrontare la Serie C Gold.

«In questi anni i nostri tifosi ci hanno sempre sostenuto, non solo moralmente, e il seguito che ha avuto la tessera del tifoso quando l’abbiamo lanciata la prima volta ne è la prova – spiega l’Amministratore della società, Filippo Frisenda – A breve inizierà l’avventura in Serie C Gold e il contributo dei nostri supporters aiuterà direttamente la società ad affrontare questa nuova stagione. La C Gold, infatti, essendo un campionato nazionale, porterà sicuramente delle difficoltà in quanto si tratta di una serie più importante anche dal punto di vista delle spese».

«Allo stesso tempo siamo fieri di poter rappresentare la Sicilia e Messina in questa avventura – aggiunge Frisenda – e ci auguriamo che i nostri tifosi vogliano contribuire allo sforzo che la società sta facendo per disputare questo campionato».

«Vista la collaborazione con i nostri sponsor, che hanno appoggiato subito l’iniziativa, l’acquisto della carta procurerà dei vantaggi e delle agevolazioni a chi la richiederà: sono previsti degli sconti negli esercizi commerciali che sono entrati nel circuito di questa tessera e verrà regalato un gadget firmato Castanea Basket. Inoltre – conclude l’Amministratore e coach della squadra - i possessori della tessera potranno partecipare alle varie iniziative che la società organizzerà durante la stagione, come sorteggi ed iniziative legate solo ai tifosi che sono dotati di Tessera».

Per ottenere la “Casta2010 card” basterà contattare uno dei dirigenti, scrivere alla mail basketcastanea@gmail.com o venire al campo durante uno degli eventi che la squadra andrà a disputare durante la stagione. Poi ci sarà solo da compilare un modulo e si entrerà immediatamente nel circuito che la Card prevede. Tutte le info sulla scontistica e i privilegi, invece, sono consultabili sul sito nella sezione dedicata (qui il link).

]]>
Thu, 30 Sep 2021 09:47:50 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/641/contribuisci-anche-tu- basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Altro giovane talento arriva dal Belgio. https://www.basketcastanea.com/post/640/altro-giovane-talento-arriva-dal-belgio

Ha appena 18 anni, ma sa già cosa vuole e, soprattutto, nonostante il suo ruolo in campo sia quello di guardia, ha coscienza di quando prendersi le sue responsabilità e provare anche lui a tirare. Mackiw Sam è uno dei nuovi giocatori che il Castanea Basket ha acquistato per la stagione 2021/2022, altro profilo di spessore che sarà anche utilizzato in C Silver dal Savio Messina. Arriva dal Belgio, dalla cittadina di Mons, dov’è nato, cresciuto e ha iniziato alla sola età di 4 anni, e grazie a suo cugino, a giocare a pallacanestro. Adesso, però, è pronto a trasferirsi nella sua nuova casa, Messina, e a diventare un giocatore professionista.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, per cui è pronto a dare tutto se stesso e a cui confida le proprie ambizioni: scalare la vetta e arrivare il più in alto possibile.

 

Qual è stata la tua ultima squadra e quali risultati avete raggiunto?

«L’ultima squadra per cui ho giocato è stata la “Belfuis Mons Hainaut”. Questa milita nella prima divisione belga e io ho contribuito giocando parecchie della partite, regalando qualche punto e facendo sì che svolgesse un buon campionato».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono alto 187 cm e mi reputo una guardia “creativa”. Però so quando posso assumermi le mie responsabilità e lanciare la palla a canestro».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Voglio raggiungere il mio livello più alto. E poi, perché no, anche giocare nella Euroleage o per la Nba: io sono del parere che dobbiamo sempre puntare il più in alto possibile».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Alla squadra voglio regalare il massimo delle vittorie, mentre ai fans prometto di lasciare felicità negli occhi e anche un po’ di spettacolo».

Il giovane giocatore si sta allenando a disposizione dello staff della società.

]]>
Tue, 28 Sep 2021 13:24:56 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/640/altro-giovane-talento-arriva-dal-belgio basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Confermata la panchina della Società Peloritana. https://www.basketcastanea.com/post/639/confermata-la-panchina-della-societa-peloritana

Ha dato tanto per il Castanea Basket. Ma sa di poter dare ancora molto di più. Amministratore, Fondatore e Capo Allenatore della società, Filippo Frisenda, è pronto a sedersi nella panchina dei gialloviola anche per la stagione 2021/2022. Questa volta, però, lo farà in C Gold, una serie che si è conquistato con scelte, rischi e duro lavoro, suo e di tutto lo staff. Decisioni che hanno regalato a Frisenda e alla squadra delle soddisfazioni e un motivo per continuare a puntare sempre più in alto, nonostante la consapevolezza di essere una realtà giovane e di avere ancora tanta strada da fare.

Nel suo discorso di presentazione c’è amarezza per gli addii dell’anno scorso, speranza nei giovani acquisti su cui la società ha deciso di puntare quest’anno e anche tanta voglia di fare bene e affrontare i giganti della Serie C Gold guardandoli dritti negli occhi. Senza alcun timore. Provando a dare fastidio e a vincere ogni partita.

A poche settimane dall’inizio di un campionato che sarà sicuramente più difficile di quelli degli anni passati, in quanto più competitivo, il coach Filippo Frisenda è pronto a raccontare le sue prime impressioni, le aspettative di quest’anno che la società si è fatta e gli obiettivi che bisogna raggiungere. Con umiltà, ma a testa alta.

 

Mancano poche settimane all’inizio del campionato di Serie C Gold. Siete pronti?

«Siamo super pronti. Manca solo qualche rifinitura atletica, ma dal punto di vista burocratico e tecnico siamo pronti a cominciare questa nuova e impegnativa stagione, sapendo che molti match saranno molto sentiti in quanto derby: il nostro primo girone, infatti, sarà tutto così, in quanto ci sono parecchie squadre di Messina o di Reggio. C’era qualche dubbio sulla mia presenza in panchina, ma è stato tutto risolto: la Federazione italiana di pallacanestro ha accettato la nostra richiesta di deroga e mi sarà concesso di sedermi in panchina in C Gold come capo allenatore a patto che io mi iscriva al primo corso utile».

 

Come ha lavorato la società per il passaggio dalla C Silver alla C Gold?

«Abbiamo cercato di fare il massimo con quelle che sono le nostre possibilità. Bisogna sempre ricordarsi che siamo una società molto giovane e che solo due anni fa (pandemia in mezzo) giocavamo per fare bene (con successo) nel campionato di Serie D. Avevamo le nostre ambizioni, eravamo primi in classifica, ma in un battito di ciglia ci siamo ritrovati catapultati in Serie C Silver. Qui, vuoi per competenza, fortuna e qualche nostra capacità, siamo riusciti ad allestire un roster che ha dato i suoi risultati. Poi (altro battito di ciglia) siamo finiti in C Gold».

 

Un’avanzata che ha stupito anche voi, ma che non vi impaurisce, vero?

«No. Siamo stati felici e stupiti per le ottime annate di queste stagioni, ma questo nostro entusiasmo lo abbiamo assorbito per mettere su una macchina competitiva che non si arresti facilmente. È per questo che, anche se con tante perplessità, quest’anno abbiamo accettato di partecipare al campionato di C Gold. Ma non bisogna mai dimenticare che questa è una realtà molto giovane, condita da giocatori molto giovani, e che le difficoltà non mancano».

 

A proposito di giocatori: la società sta puntando molto sui giovani per un progetto a lungo termine, come diceva anche Nino Molino.

«La società è giovane e vuole crescere a piccoli passi. La stessa filosofia la abbiamo appicata al roster dell’anno scorso e a quello di quest’anno: sarà una squadra che avrà un’età media intorno ai vent’anni. Abbiamo provato a selezionare giovani di talento e aspettiamo di vedere se le nostre scelte sono state corrette o se questi ragazzi non sono ancora pronti. Ci stiamo mettendo in gioco, noi come società e loro con il loro talento, che speriamo riusciranno a mettere in mostra. Qui avranno l’opportunità di diventare professionisti, così come è successo a chi c’era l’anno scorso. Non voglio sbilanciarmi, ma posso dire che i ragazzi stanno lavorando sodo e sono già agli ordini dello staff tecnico».

 

Non solo giovani, però, anche qualcuno più esperto.

«Non si può affrontare una Serie C Gold solo con giovani giocatori. Ovviamente, ai ragazzi abbiamo affiancato qualche elemento un po’ di spessore e di esperienza. Ci sarà qualche gradito ritorno che presenteremo a breve, e anche qualche rinnovo».

 

Molti dei giocatori dell’anno scorso, però, non ci saranno. Come l’ha presa la società?

«Dopo la splendida annata che hanno fatto, con merito, sono andati a provare esperienze in categorie superiori o con stipendi più di spessore. Noi, come società, abbiamo ritenuto giusto che i ragazzi, dopo aver speso tanto ed essersi messi in gioco, abbiano avuto l’opportunità di affrontare nuove esperienze di vita. Questo farà bene al loro percorso, che è la cosa più importante».

 

Ci sono problemi con quella che è stata la vostra casa, il Palaritiro: avete già trovato un posto dove allenarvi?

«Stiamo vivendo un momento difficile. Siamo costretti ad allenarci un po’ ospiti da una parte e un po’ dall’altra perché il Palazzetto del Ritiro ad oggi non è ancora fruibile per motivi amministrativi. Stiamo ancora cercando di capire che cosa ne sarà di questo impianto. Non abbiamo ricevuto alcuna notizia legata all’avviso, pertanto attualmente stiamo cercando di capire quale sarà la nostra casa. Sicuramente un ringraziamento particolare va fatto al Savio, che al momento ci sta ospitando durante i suoi allenamenti, oltre un grazie, anche per la sopportazione, già fatto anche alla Fortitudo Messina».

 

Quali sono le ambizioni della società per questa stagione?

«Sono le stesse di ogni anno: cecare di dare il meglio per raccogliere il massimo dei risultati. Lo abbiamo fatto nell’allestimento del roster, riuscendoci, anche se con qualche sacrificio in più. Non siamo una società che al suo interno ha grossi investitori, ma quello che otteniamo lo raggiungiamo grazie all’aiuto di piccole realtà che ringraziamo, perché senza di loro non potremmo fare nemmeno quel poco che riusciamo. Ad oggi le nostre scelte hanno sempre ripagato: ogni volta che abbiamo rischiato e ci siamo messi in gioco, siamo stati premiati».

 

Cosa vi aspettate da questo campionato?

«Quest’anno probabilmente sarà un campionato più difficile, particolarmente partecipato da società più di spessore, come qualcuna che scende dalla Serie B o che torna a giocare in C Gold e che, quindi, ha una storia e un roster importante. Coerentemente con la nostra piccola ambizione, il nostro obiettivo è dare fastidio a tutti. Non ci sentiamo secondi a nessuno, anche se non vogliamo dare pronostici in quanto matricole: sarà il campo a parlare e raccoglieremo tutto quello che il nostro lavoro produce».

 

Per quanto riguarda lei? Come pensa che vivrà questa nuova avventura?

«Io lavorerò al fianco di Nino Molino. È lui il coach di esperienza e io voglio imparare il più possibile. Non è solo un allenatore: per me lui è un mentore. Purtroppo, essendo anche parte dell’amministrazione di questa società, in quanto amministratore e fondatore, spesso sono chiamato a restare poco in campo, e di questo la squadra ne risente. Infatti, coach Molino non risparmia qualche rimprovero nei miei confronti, perché vorrebbe una mia maggiore presenza durante gli allenamenti. Anche se so che la squadra è in buone mani e so che il nostro staff è di un livello abbastanza alto per sopperire a qualche mia assenza, mi auguro che questo momento di confusione che anticipa l’inizio della stagione passi presto, così che io possa tornare con la squadra e possa imparare stando accanto a lui».

 

Se c’è una cosa su cui il Castanea sta lavorando da anni è la sinergia con altre realtà. Quest’anno, però, l’impegno con altre società si sta incrementando ancora di più.

«Per noi fare rete è importante. Quest’anno stiamo cercando di accordare più corde al nostro strumento: saremo 4 o 5 le società che lavoreremo in sinergia, su più di un campionato, per instaurare finalmente degli accordi che non violano gli interessi di nessuno, ma che li potenzino senza gelosie. Al momento sono veramente contento della collaborazione con il Savio che, come accennavo prima, ci sta aiutando ospitandoci nei suoi turni di allenamento, anche se, frutto dei nostri accordi, sta ospitando i suoi giocatori: alla fine, infatti, noi abbiamo un roster che conta quasi gli stessi cestisti perché tutti i giovani di C Gold giocheranno anche la C Silver. I primi frutti di queste sinergie sono proprio questi aiuti, e già si vedono: se non fosse stato per loro, attualmente saremmo senza impianto per allenarci. Aggiungo che sono sicuro che più avanti si vedranno anche altri tipi di collaborazioni, non solo logistici, ma anche tecnici».

 

Teniamo per ultima una domanda che sappiamo per lei importante se non fondamentale, il Baskin ?

" Sul baskin posso dire solo una cosa, ho rischiato gran parte della mia salute quando quest'anno o dovuto difendere l'attività di questi meravigliosi ragazzi che sono stati classificati come sport PROMOZIONALE, il baskin è uno sport meraviglioso che consiglio di provare e di fare perche migliora l'anima ed a Messina di questo c'è tanto bisogno, per adesso mi permetto di dire solo che sarò sempre pronto a scendere in campo per difendere i diritti dei più fragili ma non con le parole o le pacche sulle spalle come fanno in tanti ma con i fatti, il baskin non si tocca, chiarirò in un secondo momento, dopo il loro rientro in palestra, quello che abbiamo dovuto soffrire quest'anno."

Società viola ai nastri di partenza per una stagione che sarà sicuramente esaltante e piena di impegni importanti.

]]>
Sun, 26 Sep 2021 11:06:07 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/639/confermata-la-panchina-della-societa-peloritana basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Arriva dalla Bulgaria il centro del Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/638/arriva-dalla-bulgaria-il-centro-del-castanea-basket

Ben 206 cm di statura per 27 anni di esperienza. Bulgaro di nascita, Kiril Kirilov è pronto a dare il meglio di sé nella nuova stagione di pallacanestro 2021/2022 indossando la maglia del Castanea Basket. Nel suo Paese è stato tra i protagonisti di un’avanzata che ha portato la sua squadra dalla lega più bassa a quella di élite, e ora vuole ripetere l’impresa regalando ai gialloviola una scalata che gli permetterà di arrivare in alto. La personalità non gli manca, e nemmeno la familiarità con il canestro. Per questo la società peloritana ha deciso di puntare su di lui, dandogli una maglia di fiducia.

Oggi, per la prima volta, si rivolge ai tifosi della squadra messinese, a cui vuole regalare soddisfazione alla fine di ogni match e da cui è pronto a ricevere tutto l’affetto e il supporto che sono pronti a dare.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a giocare a basket quando avevo 10 anni, nell amia città natale. Mi sono appassionato grazie ai miei compagni di classe che già giocavano. Un giorno il loro coach è venuto per convincermi ad entrare nella squadra perché sono alto e presumeva che potessi diventare un buon giocatore di pallacanestro».

 

Qual è stata la tua ultima squadra di basket e quali obiettivi hai o avete raggiunto?

«L’ultima squadra con cui ho giocato è stata nella mia città natale, Shumen, in Bulgarua. Lavorando sodo siamo riusciti ad entrare fra le élite bulgare».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono alto 206 cm e gioco in posizione centrale. Posso andare a canestro da vicino e da lontano, e anche aiutare i miei compagni a segnare facilmente quando il giocatore alto della squadra avversaria non è sotto canestro perché mi tiene lontano per tre secondi».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«I miei obiettivi e le mie visioni sono sempre stati vincere e andare avanti con la squadra per cui gioco. Per questo farò il mio meglio affinché questo accada. Oltre a giocare bene, proveremo ad essere anche appassionati da guardare per i fans e gli spettatori delle nostre partite».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Al Castanea Basket e ai tifosi, come ho già detto, sono pronto a dare il massimo che possiedo per contribuire alle vittorie della squadra, affinché siano soddisfatti del nostro gioco e ci supportino volentieri».

Kitil, dopo aver superato le visite mediche, si è unito al gruppo che si prepara per la prima uscita stagionale in Amichevole domenica a Barcellona P.G. 

]]>
Thu, 23 Sep 2021 10:19:18 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/638/arriva-dalla-bulgaria-il-centro-del-castanea-basket basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Coach Molino ancora a Messina. https://www.basketcastanea.com/post/637/coach-molino-ancora-a-messina

La sua fama lo precede, così come i tanti scudetti vinti e le tante soddisfazioni raccolte in tutti questi anni di carriera con i club e con la nazionale nel panorama cestistico femminile. Nino Molino ha allenato squadre di pallacanestro nella maggiore serie italiana, vincendo due volte la lega, una volta la Coppa Italia e due volte la Super Coppa, alzando sempre la qualità del gioco prodotto dalle sue squadre.

Ma non è tutto. La sua carriera vanta anche 3 promozioni dalla A2 alla A1; ha reso il Basket Bari campione d’Italia under 18; e ha conquistato una medaglia d’argento e una di bronzo con la nazionale italiana agli europei under 20.

La striscia di successi lo ha portato anche a collezionare diversi premi e riconoscimenti, tra questi: “Allenatore benemerito”, il premio “CNA”, quello “USSi”, quello “Donia” e, l’ultimo assegnatogli in ordine temporale, la “Palma d’argento Coni”.

Da due anni, però, è tornato nella sua Messina, dove è iniziata la sua carriera e dove dopo tanti anni è stato accolto da una realtà che lo ha fatto sentire a casa. Adesso ha sposato il progetto dell’Asd Castanea Basket, per cui fornisce una consulenza tecnica che si rivela fondamentale ogni stagione.

Anche quest’anno sarà a capo dello staff tecnico della squadra, affiancando il coach Filippo Frisenda per questa nuova annata. Queste sono le sue impressioni a poche settimane dall’inizio del campionato.

 

Quest’anno il Castanea sta puntando sui giovani, quali sono le sue impressioni?

«È impossibile fare delle valutazioni adesso: si tratta di una squadra molto giovane, il che ci porta a dire che avrà un ampio margine di miglioramento nel tempo, il che sposa il progetto a piccoli passi che la società a deciso di intraprendere e che al momento sta regalando i suoi frutti. Sui giocatori posso solo dire che imparerò a conoscerli strada facendo, nei loro pregi e nei loro difetti».

 

Pensa che il roster molto giovane della squadra possa influire negativamente sulle aspettative della società?

«La società ha le idee molto chiare. In soli due anni ha fatto un salto di ben due categorie e adesso ha come obiettivo quello di consolidarsi dal punto di vista strutturale e tecnico. C’è un progetto a lungo termine dietro ogni scelta, un progetto che prevede un ricambio generazionale per puntare sui giovani e costruire delle fondamenta solide. La società, la dirigenza e l’intera squadra vogliono muoversi a piccoli passi per arrivare in alto».

 

Quali sono secondo lei gli obiettivi a cui può puntare quest’anno la società?

«Io fornisco consulenza, gli obiettivi se li pone la dirigenza. Però, secondo me, l’obiettivo principale deve essere quello di fare un campionato tranquillo, cerchiando le difficoltà che ci saranno in questa categoria per poterle attenzionare e migliorare là dove ci sono stati problemi. Un processo, questo, che deve ripetersi di stagione in stagione».

 

Qual è il rapporto che la lega al Castanea Basket e perché ha deciso di sposare questo progetto?

«Sono stati i primi a contattarmi, dandomi un ruolo che non solo mi stava bene, ma che al tempo stesso mi permetteva di guardarmi intorno e valutare una eventuale chiamata in serie A1 femminile. Le proposte ci sono state, ma nessuna era abbastanza valida per farmi abbandonare questo progetto. Qui sto avendo a che fare con persone, collaboratori e dirigenti che ascoltano i miei consigli e che mi hanno messo nelle migliori condizioni per lavorare. Tutti questi fattori hanno fatto sì che la nostra collaborazione continui a generare frutti. Ed è per questo che anche quest’anno mi metterò a disposizione della società. Inoltre, un’altra cosa che mi ha spinto a restare è la continua ricerca di sinergia che il Castanea Basket fa nel panorama messinese, per cercare di costruire una rete che rafforzi la società e che produca vantaggi. Questo mi porta collaborare con più squadre e mi rende felice e soddisfatto».

Sciolta ogni riserva sulla sua permanenza a Messina il Coach ha già iniziato il lavoro sulla programmazione di questa stagione al comando dello staff tecnico.

]]>
Wed, 22 Sep 2021 08:51:41 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/637/coach-molino-ancora-a-messina basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Una gradita conferma premiata con la fascia di capitano. https://www.basketcastanea.com/post/636/una-gradita-conferma-premiata-con-la-fascia-di-capitano

Gioca per il Castanea Basket già dall’anno scorso, e in un anno è riuscito, grazie alla sua grinta e alla sua personalità, a conquistare il pubblico, contribuendo anche ai vari successi della squadra fino ai playoff, dove per un soffio il Castanea non è riuscito a disputare la finale della Serie C Silver. La Serie C Gold, con la stessa Società, però, adesso aspetta il messinese Paolo Donato Ponzù. E lui è pronto a mettere a disposizione dei compagni i suoi 27 anni di esperienza.

Prima dell’inizio del campionato, ha deciso di raccontarsi di nuovo ai tifosi, per cui è pronto a dare il meglio di sé. Se necessario anche sacrificandosi per la squadra.

 

Quando hai iniziato a giocare a Basket?

«Ho iniziato a giocare a basket all'età di 8 - 9 anni. Mi sono innamorato di questo sport grazie a mio nonno, il noto allenatore messinese Carmelo Fotia».

Quindi, quella di Paolo per il basket è una passione che affonda le sue radici nella famiglia, e che si tramanda di generazione in generazione.

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Gioco da 4 (ala grande), ma mi metto sempre a disposizione dell'allenatore e della squadra. Sono un giocatore che si scarifica molto per i compagni, specialmente nel cosiddetto “lavoro sporco”».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Voglio dare il massimo per la squadra dove gioco ed aiutare i ragazzi più giovani a crescere, motivandoli affinché anche loro diano il meglio di sé. Questo è il mio obiettivo».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Ai tifosi voglio regalare tanta passione per questo sport, la stessa che ho io quando lancio un pallone a canestro: voglio che notino quanta determinazione io ho quando scendo in campo e che la facciano propria. Alla squadra, invece, voglio dare un po’ di me, trasmettere solo le mie buone qualità per aiutare specialmente i ragazzi giovani a dare il massimo».

Paolo, dopo il superamento delle visite mediche, si è messo a disposizione dello staff. La società viola, il direttivo è stato unanime nella scelta, lo ha indicato come nuovo Capitano della Squadra di Serie C Gold.

]]>
Mon, 20 Sep 2021 10:17:11 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/636/una-gradita-conferma-premiata-con-la-fascia-di-capitano basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Altro giovane talentuoso per il Roster Viola https://www.basketcastanea.com/post/635/altro-giovane-talentuoso-per-il-roster-viola

Dauksas Eimantas

 

Classe 2002, è da poco entrato nel mondo dei grandi, ma è già pronto per gareggiare e mettersi in mostra anche fuori dal suo Paese, la Lituania. Per questa stagione, Eimantas, alto 1,85 metri, sarà un giocatore del Castanea Basket, lui che con il pallone da pallacanestro ci giocava prima ancora di saper leggere e scrivere, nel cortile di casa sua. Dopo un’esperienza di due anni nella seconda lega professionale lituana con il “Plunges Olimpas” (con cui ha raggiunto i quarti di finale) e un bronzo conquistato nel campionato studentesco lituano, adesso è pronto per una nuova avventura in Italia, a Messina.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, a cui dice di voler crescere e migliorare sia come giocatore che come persona, non nascondendo le sue (alte) ambizioni. Ho trovato un ambiente accogliente, una società che fa di tutto per metterci in condizione di prepararci bene, ho trovato una società giovane come me e questo mi motiva ancora ulteriormente.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a giocare a basket quando avevo 6 anni, nel cortile di casa mia. Un po’ di tempo dopo, a circa 12 anni ho iniziato a giocare con ragazzi più grandi in un campionato dilettantistico. Dopo quest’altra esperienza, ho deciso di andare in una scuola di basket e ho affrontato giocatori più grandi nel campionato studentesco lituano. E così è come il mio viaggio è iniziato».

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono un playmaker. A me piace fare gioco, crearlo per i miei compagni. Ma se ho l’opportunità di andare a canestro, lo faccio».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«I miei obiettivi sono di andare lontano fin dove posso e di ottenere più vittorie possibili con la mia squadra. Oggi, però, il mio primo obiettivo è quello di disputare una grande stagione e di migliorare sia come giocatore che come persona, dalle prime impressioni sono capitato nel posto giusto, il Castanea Basket lo sento già come una seconda casa».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Lavorerò duro agli allenamenti e in partita farò il meglio che posso. Questo posso dare alla squadra. Ai fans, invece, spero di dare tante vittorie e, perché no, anche qualche trofeo».

Eimantas, dopo aver superato le visite mediche pre season, è già a Messina da due settimane e sta lavorando per prepararsi in vista dell’inizio del campionato, si è messo immediatamente a disposizione dello staff tecnico.

]]>
Wed, 15 Sep 2021 09:54:59 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/635/altro-giovane-talentuoso-per-il-roster-viola basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Innesto di spessore arriva dalla Lettonia. https://www.basketcastanea.com/post/634/innesto-di-spessore-arriva-dalla-lettonia

Davis Denafs

 

Il suo più grande vantaggio è sicuramente un bel carattere. E sa che può sfruttarlo per essere una guida per i suoi compagni. Si presenta con grinta (e con qualche nomination) Davis Denafs, sportivo a tutto tondo e nuovo acquisto del Castanea Basket per la stagione 2021/2022 della Serie C Gold maschile di Pallacanestro. Alto 1,90 metri e classe 2002 (19 anni compiuti il 25 marzo), ha già tagliato diversi traguardi nella sua carriera (anche in altre discipline), in particolare in Lettonia, Paese da cui proviene e per cui ha già giocato in Nazionale.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, dando un buon motivo per guardare le partite della squadra: «Vi garantisco che vi divertirete».

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato quando ero molto piccolo. Prima ero un giocatore di calcio ed ero anche stato selezionato per l’under 12 della nazionale. Ma dopo il calcio ha incominciato a non divertirmi più, così ho iniziato ad allenarmi a basket e sono stato subito selezionato per la nazionale under 14 del mio Paese. Così è come ho iniziato».

 

Qual è stata la tua ultima squadra di Basket e quali traguardi hai raggiunto?

«Fino all’anno scorso ero un giocatore della prima lega lettone e giocavo per il “Bk Ogre”. Sono stato anche nominato miglior giocatore under 17 della stagione. Questa estate, inoltre, ho giocato la Coppa del mondo under 19».

In quest’ultima competizione ha raggiunto una media di punti segnati a partita pari a 17,9 (in 7 partite giocate).

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono un playmaker, ma posso giocare anche come Guardia tiratrice. Sono alto 190 cm e sono un buon giocatore a tutto tondo. Io, però, penso che la mia più grande abilità sia quella di guida».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Per questa stagione, il mio obiettivo è quello di vincere il campionato».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Io posso garantire ad ogni fan che assisterà alle nostre partite che si divertirà e apprezzerà il nostro gioco, vedendo soprattutto delle belle vittorie che porteremo a casa».

Davis è un altro dei ragazzi che sarà chiamato a giocare doppio campionato all’interno del progetto di Castanea e Savio, oltre al suo campionato giovanile di competenza (Under 20), l’atleta, già a Messina da 10 giorni, sta ultimando insieme al gruppo la fase di preparazione fisica sotto l’occhio attento dello staff tecnico.

]]>
Mon, 13 Sep 2021 10:40:17 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/634/innesto-di-spessore-arriva-dalla-lettonia basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Ufficializzata la sinergia tra le due società Messinesi. https://www.basketcastanea.com/post/633/ufficializzata-la-sinergia-tra-le-due-societa-messinesi

Messina, nasce una sinergia tra l’Asd Castanea Basket e il Savio Basket

Le due squadre condivideranno i giocatori under arruolati dal Castanea Basket Messina, che così disputeranno un doppio campionato: quello di serie C Gold e quello di serie C Silver con il Savio Basket Messina. Il massimo dirigente del Castanea, l'Avv. Alessandro Saccà: «Uniamo le forze con una squadra che si sta mettendo in mostra dimostrando eccellenti qualità nella crescita dei giovani»

 

MESSINA. Una nuova sinergia è nata nel panorama sportivo messinese. Si tratta di quella tra le due società di pallacanestro Asd Castanea Basket (salita quest’anno in serie C Gold Nazionale) ed il Savio Basket Messina (squadra che milita in serie C Silver). Tutti gli under arruolati dal Castanea Basket, infatti, quest’anno saranno messi a disposizione del Savio Basket Messina per partecipare anche al campionato di serie C Silver.

«Siamo onorati per la nascita di questa collaborazione tra due realtà che si stanno distinguendo in questo periodo nel palcoscenico cestistico siciliano – dichiara il massimo dirigente del Castanea Basket, Alessandro Saccà - Uniamo le forze con una squadra che si sta mettendo in mostra dimostrando eccellenti qualità nella crescita dei giovani. Quale migliore occasione di questa per condividere dei ragazzi che possiedono tanto talento e che non vedono l’ora di emergere per mettersi in discussione, iniziando così la carriera tra i professionisti. Le due società hanno condiviso scelte, investimenti e scommesse, ma quelli più felici di poter fare un doppio campionato sono proprio i ragazzi».

Inoltre, sia il gruppo di under selezionati che il gruppo ancora in prova saranno impegnati anche nel loro campionato under di competenza.

«Siamo molto felici dell’intesa raggiunta con il Castanea Basket Messina, una scelta che ci permetterà di lavorare in sinergia con la stessa e con un numero di atleti under di altissimo profilo – ha aggiunto Franco Pati, allenatore Savio Basket Messina - Lo scopo dell’accordo è quello di proiettare la nostra società a lavorare sempre di più con i giovani, permettendo alle due società di disputare campionati  competitivi e, allo stesso tempo, di dare l’opportunità ai nostri giovani atleti di confrontarsi con realtà diverse dalla nostra, che permetteranno loro un’ulteriore crescita sportiva».

Le due società hanno già unito le risorse in vista della preparazione che al momento è in fase di ultimazione.

]]>
Sat, 11 Sep 2021 18:13:43 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/633/ufficializzata-la-sinergia-tra-le-due-societa-messinesi basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Altro giovane talento per la societa messinese. https://www.basketcastanea.com/post/632/altro-giovane-talento-per-la-societa-messinese

Il Castanea Basket è lieti di informare di aver perfezionato l’ingaggio del giovane talento lituano.

Deividas Šeršenis Nazionalità Lituana, fino alla scorsa stagione giocava nel "Plungės Olimpas" (squadra che compete per la lega di pallacanestro Regionale), ha una sete insaziabile di punti e, quest’anno, giocherà per il Castanea Basket. Alto circa 1,97 metri, il diciannovenne è un ottimo rimbalzista, abilità che lo caratterizza e che sa di poter sfruttare a vantaggio suo e di tutto il team. Attualmente ben piazzato nel ranking dei giocatori lituani, con un punteggio di 6.338.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi, a cui annuncia che darà tutto se stesso per questa stagione.

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a giocare molto giovane. Su suggerimento di un amico mi sono iscritto ad una scuola di basket, così ho messo a canestro i miei primi palloni».

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Il mio ruolo in campo è quello fare punti e, in particolare, recuperare tanti rimbalzi sia in attacco che in difesa. Sono alto circa 197 cm e, infatti, la mia più grande abilità è giocare sotto i canestri. Sono anche bravo a passare la palla sia in post alto che in post medio, mi piace anche attaccare il ferro in palleggio».

Quali sono i tuoi obiettivi?

«I miei obiettivi per questa stagione sono: migliorare, aiutare I miei compagni a raggiungere gli obbiettivi e, ovviamente, aiutare la squadra a vincere. Mi metterò completamente a disposizione del mio coach».

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Proverò a dare alla squadra e ai fans tutto quello che posso e tutto quello che posso fare».

 

Deividas si è già unito al gruppo che sta lavorando alla preparazione fisica in vista della parte tecnica che avverrà presto in campo.

]]>
Wed, 8 Sep 2021 17:45:00 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/632/altro-giovane-talento-per-la-societa-messinese basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Iniziano le Presentazioni per il Roster di C Gold. https://www.basketcastanea.com/post/631/iniziano-le-presentazioni-per-il-roster-di-c-gold

Giovane classe 2000 (21 anni compiuti a febbraio), originario della Repubblica del Congo e alto 203 cm. Si tratta di Noah Mwananzita, nuovo acquisto del Castanea Basket per la stagione di Serie C Gold maschile 2021/2022. Ala Grande, arriva dall’Angri Pallacanestro (in provincia di Salerno), per cui ha giocato gli ultimi due anni regalando un bottino di 88 punti in 26 presenze.

Oggi, per la prima volta, parla da giocatore del Castanea Basket e si racconta ai tifosi della squadra, puntando lo sguardo verso l’alto ma rimanendo con i piedi per terra.

 

Quando hai iniziato a giocare a pallacanestro?

«Ho iniziato a 16 anni. Un po’ tardi direi, ma questo non ha frenato il mio entusiasmo. Circa cinque anni fa mi è stata offerta un’occasione dall'Aurora Basket Jesi, e da lì è partito tutto».

Ed è proprio partendo dall’under 18 dell’Aurora Basket Jesi, infatti, che il giovane alto oltre 2 metri ha incominciato a scalare la vetta e a raggiungere quota 476 puti segnati in 62 partite giocate, dall’esordio ad oggi.

 

Qual è il tuo ruolo e quali sono le tue specialità?

«Sono un Ala Grande. Sono alto e, nonostante la statura, sono agile e dinamico. Mi piace rimanere in ritmo con la partita e, soprattutto, dare ritmo ai miei compagni».

 

Quali sono i tuoi obiettivi?

«Voglio andare il più lontano possibile. Salire più in alto che posso. È bello sognare, ma conta solo quello che alla fine si realizza».

 

Cosa pensi di poter dare al Castanea Basket e ai tifosi?

«Innanzitutto, voglio fare un gran saluto a tutti i tifosi che ci sosterranno durante questa nuova avventura e a tutto lo staff che ci supporterà, e poi voglio dire che darò tutto me stesso per ogni passo in avanti che farà questa squadra».

La società Viola vuole ringraziare l'Avv. Francesco De Rosa per la professionalità dimostrata nell'ingaggio del giovane giocatore.

Noah dopo aver eseguito tutta la prassi legata alle visite mediche si unirà al gruppo che sei appresta ad iniziare la preparazione, diamo il benvenuto al giovane lungo del Castanea Basket.

]]>
Sun, 5 Sep 2021 09:48:03 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/631/iniziano-le-presentazioni-per-il-roster-di-c-gold basketcastanea@gmail.com (Andrea Denaro)
Serie C Gold maschile 2021/2022 https://www.basketcastanea.com/post/630/serie-c-gold-maschile-20212022

Sta per partire la stagione 2021/2022 del campionato di Basket Serie C Gold maschile e, come ogni anno, il Castanea Basket riparte dai suoi punti di forza, rinnovandoli e rilanciandoli. Alcuni di questi sono l’informazione, l’ufficio stampa ed i social media, per cui la società ha previsto conferme e new entry.

Il Castanea Basket conferma a capo dell’ufficio stampa l’avvocato Daniele Straface, che dirigerà tutti i comunicati che orbiteranno intorno alla società e la squadra.

I comunicati saranno affidati ad Andrea Denaro, giornalista pubblicista che dallo scorso anno si è affiancato alla società mettendosi in gioco con l’informazione sportiva. Andrea vanta un curriculum importante nel palcoscenico dell’informazione messinese, lavorando ormai da qualche anno per “LetteraEmme” e seguendo altre realtà sportive importanti della nostra città.

I social media, invece, saranno curati da Claudia Mangano, anche lei giornalista per la testata “LetteraEmme” e specializzata in social media strategy e copywriting.

Le riprese e le dirette di ogni evento saranno sempre affidate alla sinergia ormai storica che lega strettamente il Castanea Basket a “SportMe”, tutto affidato al sapiente occhio e alle telecamere del solito Nino Famá.

Più in generale, la comunicazione del Castanea Basket, insieme al sito internet, fiore all’occhiello della sodalizio, saranno affidate a “Dabliu”. La professionalità e la competenza di questa giovane realtà messinese, infatti, sarà a nostra disposizione proprio nelle persone di Andrea Denaro e Claudia Mangano.

Nei prossimi giorni la società peloritana, impegnata nella ricerca di nuovi dirigenti per potenziare la squadra del direttivo, inizierà la presentazione dei roster per questa nuova e importante stagione di Serie C Gold maschile.

]]>
Sun, 29 Aug 2021 17:10:54 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/630/serie-c-gold-maschile-20212022 tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Primo comunicato della nuova stagione. https://www.basketcastanea.com/post/629/primo-comunicato-della-nuova-stagione

Il Comunicato arriva direttamente dal suo fondatore, coach Frisenda.

“Ripartiamo con questa nuova avventura della C gold, se devo essere onesto anche questa sfida è stata accolta tra qualche perplessità, non si capisce perché in un anno dove si dovrà pensare alla ripartenza,

e ci sono tanti dubbi su numeri ed investitori, ci siamo trovati a dover scegliere Silver o Gold, le perplessità sono scontate, non dimentichiamoci mai che due stagioni fa eravamo in serie D.

Comunque abbiamo deciso di continuare a rischiare. Torna questa categoria dopo tanti anni, voluta o imposta, cambia poco abbiamo scelto di metterci in gioco per l’ennesima volta. 

Stiamo lavorando alla squadra che inizia a prendere forma, tante nuove leve, tanti ragazzi che hanno voglia di mostrare il loro talento, c’è anche qualche sorpresa per la serie ogni tanto ritornano, anche se stiamo limando i dettagli, un messaggio deve arrivare chiaro che nessuno pensi al Castanea come una squadra che proverà a galleggiare, abbiamo già dimostrato ampiamente che non ci interessa restare a guardare, noi faremo il massimo, per quelle che sono le nostre giovani forze, dopo di che lasceremo il Verdetto al campo.

Molte novità ci saranno anche sul fronte collaborazioni abbiamo intenzione di, finalmente, riunire più società per riuscire ad essere tutti più forti. Il trend deve cambiare, le società devono iniziare a collaborare in maniera seria e duratura il prossimo anno il Castanea Basket proverà a farlo con la certezza di avere individuato società che possono fare bene ed altre che stanno già facendo bene, se riusciamo a trovare tutti la giusta umiltà ci sarà la possibilità di fare cose grandi.

Pronto finalmente anche il mio Baskin, a settembre riabbraccerò i miei magnifici ragazzi, non vedo l’ora di perdermi nei loro spensierati sorrisi.

Vi anticipo che saranno impegnati in due campionati Nazionali, il primo ad ottobre “Il Campionato Nazionale della Ripartenza” il secondo a Maggio “il Campionato Nazionale di Baskin”, ci sarà tanto da divertirsi anche con il Baskin Messina.

Di tutte queste notizie e molte altre sorprese ancora si inizierà a parlare dopo la riunione con la Dirigenza della Società, nella quale io stesso informerò la mia squadra di DR, solo dopo questo passaggio inizieremo formalmente a presentare tutte le attività ed il nuovo Roster di C Gold”.

Appuramento alla fine di agosto per la presentazione di tutte le attività della società viola e conseguente preparazione atletica della C Gold.

]]>
Sun, 15 Aug 2021 12:46:39 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/629/primo-comunicato-della-nuova-stagione tizianaarena@live.it (Stampa Ufficio)
Le parole di un furibondo Coach Frisenda, "forse ci siamo montati la testa". https://www.basketcastanea.com/post/628/le-parole-di-un-furibondo-coach-frisenda-forse-ci-siamo-montati-la-testa

Nell'ultima recita interna della stagione regolare arriva uno dei successi più sofferti per il Castanea Basket 2010 che supera di stretta misura per 90-88 lo Sport Club Gravina autore di un'ottima prestazione. Affermazione giunta soltanto dopo il tempo supplementare quando la tripla dall'angolo di capitan Di Dio è sbattuta sul primo ferro. Nel supplementare Gravina sogna a lungo il colpaccio con l'accoppiata Florio-Santonocito che non sbaglia nulla , servirà un grande Blair a costringere gli etnei al ko. Cinque uomini in doppia cifra che hanno segnato ben 85 punti dei 90 totali, in una serata caratterizzata dalle assenze di Commisso (a referto ma limitato da un problema al polso), Brusca e Landgren. Il pivot svedese è a riposo per un problema al ginocchio, lo staff proverà a ristabilirlo in campo per le semifinali playoff (in programma nel weekend del 6-7 giugno).

Partita molto godibile a Ritiro, i gialloviola schierano Di Dio, Friberg, Schiavoni, Dosic e Cordaro. L'equilibrio è totale in campo con i ragazzi di coach Marchesano che pur non avendo nulla da chiedere al torneo giocano a viso aperto e senza timori. Gran primo quarto del play svedese che sfiora la doppia cifra, a ruota una tripla di Schiavoni, tre punti di Dosic e due rimbalzi di Blair consentono agli uomini di coach Frisenda di rimanere incollati agli avversari (20-21 al 10').
Il copione non cambia minimamente nel secondo quarto con le due squadre racchiuse in pochi punti. Il quartetto composto da Friberg, Blair e i lunghi Cordaro e Dosic prendono per mano la squadra che però all'intervallo lungo conserva due punti di margine (37-39). Gravina ottiene buone soluzioni alternando le difese e passando dalla zona alla uomo mentre coach Frisenda ruota sette uomini con minuti in campo per Ponzù molto attivo in difesa.
Alla ripartenza i gialloviola completano la rimonta e passano in vantaggio con le giuste inziative in attacco. Da questo momento sembrerebbe una gara in discesa ma in realtà pur costretto a inseguire Gravina non mollerà mai e lotterà sino all'ultimo istante. Di Dio è on fire e dopo un primo tempo da 4 punti ne segnerà ben 22 negli ultimi venticinque minuti di gara (pur in una serata da 1/13 da tre). Con lui Cordaro si porta a 9 punti mentre Friberg dà sempre grande saggio della qualità in palleggio ma pur stuzzicato dagli avversari alle volte eccede in agonismo. Blair e le sue quattro triple risolveranno molti grattacapi per cui il 59-56 al 30' lascia immaginare che sarà una gara risolta sui titoli di coda, e sarà proprio così. La gara è molto bella con i rispettivi attacchi abili a colpire le amnesie difensive, diciassette i punti della squadra di casa nei 10 minuti finali. Gravina però ha grande orgoglio e con Spina (13) e Barbera (10) è sempre a contatto e opera anche il sorpasso con diversi viaggi in lunetta. Quando sembra fatta per i peloritani invece gli etnei hanno una grande forza, difendendo bene nell'ultimo possesso con la tripla sbagliata dall'angolo. Alla sirena il 76 pari regala un'emozione supplementare. O.T. dove si segna tantissimo con canestri tutti di pregevole fattura. Florio e Santonocito danno saggio di qualità indiscusse al tiro proiettando i compagni anche a due possessi di vantaggio. Di Dio e Blair dovranno impegnarsi, il play giocherà 43 minuti con tre canestri di assoluta qualità in jumper. Per Friberg soliti numeri di spessore: ben 12 rimbalzi conquistati, 6 assist e 35 di valutazione, sarà però Cordaro con una tripla pesantissima a operare il sorpasso e decretare il sofferto successo della propria squadra.
 
Furibondo Coach Frisenda a fine gara " Sia chiaro non va tolto niente al nostro ospite,anzi,  lo Sport Gravina meritava la vittoria per gioco, grinta e voglia di dimostrare, il problema adesso inizia ad essere il nostro gioco corale, abbiamo un gioco che prima deve premiare ll sistema e solo successivamente puntare su singoli momenti legati alle grandi qualità individuali che abbiamo, inizio invece a vedere i miei ragazzi sconcentrati dai tabbellini, difendere con sufficenza e conservazione, troppo egoismo legato da interessi singoli e non più di squadra, spero di sbagliarmi ma inizio a vedere i miei ragazzi giocare con appagata voglia e scarsa attitudine, forse ci siamo montati la testa, mi auguro che non sia cosi e chiarirò personalmente, approfondendo in spogliatoio, questa mia impressione ma la mancanza di gioco penso sia sotto gli occhi di tutti, sono critico con me stesso figuriamoci con loro, esigo e pretendo che tornino a sentirsi un gruppo senza guardare statistiche e classifica, non abbiamo velleita ne ambizioni di promozione, come più volte ripetuto, ma la voglia di vedere il progressivo lavoro rispecchiarsi in campo questo si lo esigo, i ragazzi devono tornare a sentirsi una squadra unita nel gioco prima e solo poi un gruppo con grandi qualità individuali ma che devono essere messe al servizio del sistema di gioco.
Sicuramente quando si gioca male i meriti sono anche dell'avversario, ed in questa gara molti meriti vanno allo Sport Club Gravina, ma attaccare senza esprimere neanche lontanamente il lavoro che si fa in settimana questo mi crea imbarazzo ed io faccio troppi sacrifici per sentirmi imbarazzato, non ci sto, la mia squadra non può difendere cosi male da prendere 88 punti in casa propria".
 
Il castanea pur con un roster non al meglio dimostra grinta e fiducia nei propri mezzi e costringe la Just Mary a dover rinviare l'ufficialità del primo posto in classifica. Adesso ultima trasferta della regular season a Milazzo, poi qualche giorno di pausa e spazio per le semifinali playoff col Castanea che s'annuncia grande protagonista.

Castanea-Gravina 90-88 (dts)
Parziali: 20-21; 37-39; 59-56; 76-76
Castanea: Cosetta ne, Dosic 5, Commisso ne, Di Dio 26, Cortina, Schiavoni 12, Currò ne, Friberg 16, Blair 19, Cordaro 12. Allenatore: Frisenda.
Gravina: Patanè, Fodale, La Mantia, Barbera 10, Spina 13, Mastrandrea, Florio 28, Santonocito 29, Privitera, Spampinato, Alì 6, Zambataro, Renna 2. Allenatore: Marchesano.
Arbitri: Brusca e Scuderi.
]]>
Fri, 28 May 2021 14:23:57 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/628/le-parole-di-un-furibondo-coach-frisenda-forse-ci-siamo-montati-la-testa basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea si impone sulla MelfaS Gela. https://www.basketcastanea.com/post/627/il-castanea-si-impone-sulla-melfas-gela


La trasferta di Gela giocata al PalaLivatino dura poco più di un quarto per il Castanea che poi prende saldamente le redini dell'incontro e domina nel secondo quarto piegando la resistenza per 89-56 di una squadra che nonostante un indubbio valore tecnico occupa mestamente l'ultima piazza del campionato e ormai ha ben poco da chiedere a questo finale di stagione. Di contro la squadra peloritana ottiene la dodicesima affermazione stagionale e, complice la sconfitta della Just Mary, appaia la capolista e nei prossimi due turni proverà a migliorare il proprio score.


I gialloviola scendono in campo con capitan Di Dio, Friberg, Schiavoni, Landgren e Dosic e il primo quarto è l'unico realmente combattuto prima della resa avversaria arrivata anche a seguito di un infortunio occorso al pivot Milekic. Assoluto mattatore della prima frazione di gioco è lo svedese Landgren che segnerà tre triple e salirà in doppia cifra già dopo nove minuti di gioco. Lo staff tecnico peloritano ruota sin da subito gli interpreti (sono assenti Ponzù, Cosetta e Currò) e il Castanea soffre solo l'intraprendenza del lituano Seskus (alla fine mvp a referto con 28 punti). Sei i punti di vantaggio alla prima sirena per gli ospiti (25-19).


Nel secondo quarto l'accelerata è già decisiva, il gap si amplia con un break di 22-11 che decide la sfida. Doppia cifra e lucida regia per Di Dio, bene in attacco sia Blair che Cordaro con Friberg che inizia a carburare e così il team messinese conquista quasi 20 rimbalzi a metà gara. Alla ripartenza Gela sembra non crederci più anche per problemi di infermeria, il divario diventa incolmabile per la squadra di coach Bernardo che affonda sotto i colpi delle doppie cifre di Landgren, Di Dio, Blair e un otitmo Dosic. Il pivot colleziona un quarto da 8 punti, 5 rimbalzi e 4 palle recuperate che valgono 22 di valutazione. Unica buona notizia per la Melfa's è il ritorno in campo di Gaspare Caiola dopo una lunga assenza.


L'ultimo quarto ha poco da dire. La frazione è utile soltanto per le statistiche, sono due le bombe di Commisso che dimostrano la qualità dell'organico peloritano (11 triple di squadra a fine gara). Non rientra più in campo Landgren uscito per problemi fisici da valutare e successo colto in assoluta scioltezza che dà tranquillità in vista degli ultimi due impegni stagionali con Gravina e Milazzo. Poi la squadra riposerà fino alle semifinali playoff, lì saranno tutte gare da dentro fuori ma il Castanea vuole dire la propria anche nella post season.

Gela – Castanea 56-89


Parziali: 19-25; 30-47; 42-70


Gela: Vancheri, Kuburovic 5, Milekic 6, Moricca, Gazzillo 4, Bozic, E. Caiola ne, Seskus 28, G. Caiola 9, Markovic 2, Tuccio, Ndubuisi 2. Allenatore: Bernardo.


Castanea: Dosic 12, Commisso 5, Di Dio 17, Brusca 5, Cortina 2, Schiavoni 6, Friberg 9, Blair 14, Cordaro 7, Landgren 12. Allenatore FrisendaBiondo.


Arbitri: Perrone e Crisafi.

 
 
]]>
Mon, 24 May 2021 18:03:52 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/627/il-castanea-si-impone-sulla-melfas-gela basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Killer Instinct di Di Dio e Blair consegnano il derby al Castanea. https://www.basketcastanea.com/post/626/il-killer-instinct-di-di-dio-e-blair-consegnano-il-derby-al-castanea-

Autentico antipasto di playoff al PalaRitiro nel big match della settima giornata di ritorno del campionato di serie C Silver tra Castanea Basket e Basket School Messina. Gara che sarà ricordata tra le più belle e intense di questa stagione. In palio c'è una fetta considerevole di secondo posto, piazzamento che permette l'accesso diretto alle semifinali post season saltando il turno dei quarti. Dopo aver accarezzato il sogno di un blitz esterno il Basket School cade per mano di un eroico Castanea che vince col punteggio di 71-70 con un jumper del prorpio capitano Di Dio, autentico trascinatore e miglior giocatore del torneo in questo momento (27 punti come all'andata, 6 rimbalzi e identico dato di valutazione). Con lui splendida la prestazione di Blair jr (17 conditi da tre triple e 11 rimbalzi) e Landgren (doppia doppia da 10 punti e 10 rimbalzi). Merito anche alla formazione ospite che partita a razzo ha comandato per quasi tutto l'arco della gara arrivando sul più 15 ma che è inciampata proprio nel rush finale molto concitato. La sensazione è che queste due squadre possano anche ritrovarsi una di fronte all'altra nella post season e quello potrà essere nuovamente un grande sport per la pallacanestro cittadina.

Da segnalare l'assenza tra le fila di casa di Commisso (problema al polso) e Currò mentre per lo School è assente l'under Doria.

In avvio coach Frisenda s'affida al quintetto composto da Di Dio, Schiavoni, Friberg, Landgren e Cordaro. Coach Sidoti risponde con Busco, Sidoti, De Angelis, Manfrè e Pocius. Il primo quarto è tutto di marca ospite. School parte forte e approfitta di una difesa di casa apparsa non pienamente sintonizzata su questa sfida. I ritmi sono vertiginosi, Di Dio e Landgren provano a scuotere i compagni ma la difesa in maglia rossa limita Friberg e l'unica tripla della serata di Schiavoni fissa a nove punti lo svantaggio interno (15-24 al 10') mentre sul fronte opposto sono Pocius, De Angelis e Busco a creare problemi nel pitturato. Da segnalare un’inchiodata di Blair nel finale.

Nel secondo quarto l’attacco del Castanea comincia a carburare. Saranno venti i punti complessivi messi a referto. Grande la frazione a livello personale per Di Dio che sale a quota 15 imitato da un determinante Blair (8). Le difese mordono sugli attacchi, ne fa le spese l’estro di Friberg fermo a quota 2 e con quattro errori ai tiri liberi. Ospiti che cercano la fuga con la doppia cifra di vantaggio, la tensione in campo si avverte e gli arbitri dialogano con i giocatori ma fischiano spesso con i bonus dei falli che arrivano presto sul tabellone. Si contano due falli tecnici comminati allo School: al 20’ il punteggio sul 35-41.

Si riparte con diversi giocatori da ambo le parti a rischio falli. Nel terzo quarto inizialmente la gara muta: il Castanea si riporta sotto nel punteggio con grande coraggio e il predominio a rimbalzo arrivando anche sul meno due con una lenta ma inesorabile rimonta sempre ben gestita dal proprio playmaker. L’ex Ragusa e Blair si confermano due certezze in una serata in cui i compagni fanno più fatica a entrare in ritmo con continuità. Lo School però nel momento difficile si schiera a zona 2-3 e la scelta paga riconquistando palloni e riportandosi in doppia cifra di vantaggio al 30’ (punteggio di 50-61) con il quartetto Pocius, Manfrè, Busco e Sidoti sugli scudi.   

L’ultimo quarto è da vietare ai deboli di cuore, si parte e fulmineo arriva il break di 4-0 del Castanea che alla fine ribalterà l’incontro con un parziale da 20-9. Cordaro (gli viene comminato un antisportivo), Schiavoni e Friberg devono gestire i 4 falli personali cosi come Manfrè, Sidoti (altro antisportivo) e Busco. Nessuno uscirà per sopraggiunto limite. Pocius parte bene e tocca quota 20 con la tripla del più sei ma Landgren alla distanza lo riesce a limitare concedendogli solo i liberi, lo svedese in attacco segnerà due canestri in precario equilibrio fondamentali. Si lotta su ogni possesso e gli ultimi due minuti sono decisivi: sul 66-68 Sidoti realizza due tiri liberi. Grandi proteste ad un minuto dal termine per una palla contesta a metà campo, col Castanea sotto di quattro punti a 55” dal termine è Blair con calma olimpica a segnare una tripla da sette metri che vale il meno 1. Lo School sbaglia l’attacco seguente e con 21” Friberg amministra il cronometro, chiuso decide di servire Di Dio che con un arresto e tiro da leader segna il suo 27° punto che vale il 71-70 tra la gioia del team gialloviola. Rimane dopo il time out giusto il tempo per lo schema che porta al tiro di Genovese che non va. Gara spettacolare e dagli alti contenuti tecnici decisa da una prodezza del singolo al termine di una grande rimonta. Con l’undicesimo successo stagionale il Castanea mette un’ipoteca sul secondo posto utile in chiave playoff. Meriti anche allo School per una partita coraggiosa e condotta a lungo. Adesso rimangono le ultime tre sfide da calendario, la squadra del presidente Saccà si recherà a Gela poi ospiterà Gravina e chiuderà nel derby di Milazzo. Una stagione da protagonista che ancora potrà dire molto in chiave futura.  

Castanea Basket-Basket School Messina 71-70
Parziali: 15-24, 35-41 (20-17), 50-61 (15-20), 20-9
Castanea Basket: Dosic 2, Cortina, Di Dio 27, Brusca n.e., Schiavoni 3, Friberg 9, Blair 17, Ponzù Donato n.e., Cordaro 3, Landgren 10, Cosetta n.e. Allenatore: Filippo Frisenda.  
Basket School Messina: Sidoti A. 11, Genovese, Olivo ne, Scimone 2, Freni n.e., Manfrè 12, Tartamella, Arena n.e., Sidoti E. n.e., Busco 13, Pocius 20, De Angelis 12. Allenatore: Pippo Sidoti 
Arbitri: Cappello e Foti

]]>
Sun, 16 May 2021 18:45:26 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/626/il-killer-instinct-di-di-dio-e-blair-consegnano-il-derby-al-castanea- basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea Basket passa contro il Cus Catania. https://www.basketcastanea.com/post/625/il-castanea-basket-passa-contro-il-cus-catania-

Il Castanea passa a Catania col brivido finale. Rafforzato il secondo posto

Il turno infrasettimanale conferma il magic moment vissuto dal Castanea Basket 2010 che espugna l'ostico PalaCus di Catania col punteggio di 79-83. Vittoria sofferta, la decima in stagione, arrivata al termine di una gara che il team gialloviola di coach Filippo Frisenda è arrivato a condurre con un massimo vantaggio di 18 punti, sul 41-59.

I catanesi allenati da coach Guadalupi forti di una formazione finalmente al completo risalivano la corrente grazie a Pennisi, Corselli, Guadalupi e al recuperato Mazzoleni (tre uomini in doppai cifra) arrivando fino al 60-63. Un 19-4 di controbreak che riapriva completamente i giochi ma nel finale la vicecapolista manteneva i nervi saldi e ai tiri liberi (straripante lo svedese Friberg con 29 punti) conduceva in porto la gara confermandosi un complesso glaciale a cronometro fermo. Match intenso che vedeva il Castanea partire alla grande e indirizzare l'incontro sui binari più congeniali col predominio dei tabelloni per merito di una maggiore prestanza fisica ed il solito attacco prolifico (quattro triple in avvio per lo specialista Schiavoni). Il punteggio di 12-24 alla prima sirena è esemplificativo del predominio alla prima sirena della squadra in trasferta. Tutto confermato nel secondo parziale chiuso in perfetta parità tra le squadre ed il più dodici ospite all'intervallo lungo.

Capitan Di Dio prendeva per mano la squadra in una serata in cui il totem Landgren era osservato speciale dalla difesa di casa che lo limitava ad un canestro dal campo (ma ugualmente in doppia cifra e presenza solida a rimbalzo). Nel secondo tempo come detto gara sulle montagne russe, il Cus rientra prepotentemente in gara col passare dei minuti ma cede ai nervi con l'espulsione di Guadalupi jr e due falli tecnici. I gialloviola pur sudando conducono in porta l'enesima partita fondamentale in vista della post season.

Si prosegue con ritmi forsennati: sabato attesa stracittadina casalinga contro il Basket School Messina, un incontro che può chiudere il discorso in chiave secondo posto.

Cus Catania-Castanea Basket 79-83


Parziali: 12-24, 35-47 (23-23); 58-63 (23-16), 79-83 (21-20).


Castanea Basket 2010: Dosic, Commisso 3, Di Dio Busà 22, Schiavoni 11, Currò, Friberg 29, Blair 7, Ponzù Donato, Cordaro 1, Landgren 10. All. Frisenda.


Cus Catania 2003: Lo Faro 16, Arena 6, Vasta 7, Cuccia, Corselli 5, Saccà, Sarchioto, Pennisi 23, Mazzoleni 15, Elia, Sgroi ne, Guadalupi Gio. 7. All. Guadalupi Giu.

]]>
Fri, 14 May 2021 12:50:43 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/625/il-castanea-basket-passa-contro-il-cus-catania- basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Anche il Castanea Basket vuole dire la sua sul momento arbitrale. https://www.basketcastanea.com/post/624/anche-il-castanea-basket-vuole-dire-la-sua-sul-momento-arbitrale

Il Castanea si complimenta con l'arbitro Federico Puglisi

Nella serata che ha sancito il successo del Castanea Basket 2010 sulla Fortitudo Messina la società, tramite il racconto di Coach Frisenda, intende sottolineare il bel gesto che ha visto protagonista l'arbitro Federico Puglisi di Acicatena (CT).

Il giovane fischietto etneo, infatti, designato per il derby messinese insieme al collega Rafael Crisafi nel corso del secondo tempo è stato costretto momentaneamente a fermare il gioco a seguito di una dolorosa distorsione alla caviglia riportata durante una fase di gioco che ha richiesto la sottoposizione alle cure dello staff medico di casa dopo che coach Cavalieri ha prontamente segnalato l'episodio al tavolo degli ufficiali e prestato il primo soccorso.


Racconta il coach - "Mi sono accorto del ragazzo a fine gara anche perche il fatto è successo lontano dalla mia panchina, il giovane era visibilmente dolorante a causa di una forte scavigliata e si trasportava sostenuto dal collega, gli va dato atto e merito di essere riuscito a portare a termine la conduzione arbitrale evitando qualsiasi interruzione della sfida o un avvicendamento con un altro fischietto che sarebbe stato oltremodo problematico. Un gesto questo che evidenzia la massima dedizione per il proprio lavoro e che per le società in campo deve rappresenta un esempio sicuramente da seguire in ottica futura anche al fine di riportare al centro delle cronache sportive esclusivamente quanto di bello il rettangolo di gioco è capace di esprimere, non è giusto puntare il dito su questi ragazzi solo quando pensiamo che sbaglino, ricordiamoci sempre che dietro ogni fischietto c'è un ragazzo che per "quattro spicci" ci permette di giocare, questo ragazzo ha dato esempio di quanta passione siano capaci di mettere nel loro "mestiere".

La società di casa ha fatto tutto quello che era nelle sue possibilità per aiutare i due ragazzi nel rientro in casa.Pertanto il Castanea segnala questo episodio meritorio al CIA regionale complimentandosi con l'arbitro Puglisi, gesto che riporta al centro del dibattito sportivo un fatto positivo soppiantando polemiche nelle ultime settimane troppo spesso al centro della scena.   

 
 
]]>
Tue, 11 May 2021 15:46:05 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/624/anche-il-castanea-basket-vuole-dire-la-sua-sul-momento-arbitrale grandefilo@live.it (Filippo Frisenda)
Il derby di Messina va al Castanea Basket. https://www.basketcastanea.com/post/623/il-derby-di-messina-va-al-castanea-basket

Il Castanea supera una Fortitudo volitiva e rafforza il piazzamento sul podio. Vicinanza a Incitti

Gara di grande intensità quella del PalaRitiro tra Castanea Basket 2010 e Fortitudo Messina che metteva di fronte due squadre appaiate nelle zone altissime di classifica a quota sedici punti. Il successo finale per 89-74 premia gli sforzi degli uomini di coach Filippo Frisenda che bissano la vittoria del girone d'andata e rafforzano il piazzamento playoff dietro la battistrada Just Mary che da calendario osserva il turno di riposo. Assenti Currò e Brusca per turnover, la copertina di diritto spetta a capitan Di Dio (ventello con 5 rimbalzi e 8 assist per un 26 di valutazione), doppie cifre anche per Friberg (16 punti, 11 assist e 31 di valutazione), Landgren (15), Cordaro (13) e Blair (12 punti all'esordio per l'ex Pall. Biella). In casa Fortitudo (priva di Davide Bianchi) solita generosità per capitan Bellomo, Di Nezza, Nikoci e Leanza mentre all’inizio dell’ultimo quarto è uscito dal campo dopo una lotta a rimbalzo offensivo per un serio infortunio alla spalla Lorenzo Incitti, ragazzo serio da due anni a Messina al quale la società gialloviola esprime la propria vicinanza e un augurio di pronta guarigione. 

Si parte con Di Dio, Friberg, recuperato dal problema alla caviglia, Schiavoni, Landgren e Cordaro. La gara vede subito ritmi elevati e una posta in palio molto alta. Ottima la partenza ospite con Di Nezza autore di tre canestri in rapida sequenza mentre è bellissima la sfida tra Landgren e Nikoci col giocatore albanese autore di un primo quarto da otto punti e giocate di puro dinamismo. I neroverdi toccano il 3-7 ma è lo stesso Friberg a svoltare l'inerzia del primo quarto con 13 punti e due triple. Lo imita Di Dio che nonostante una difesa importante di Bellomo trova le giocate giuste per dare la prima scossa alla sfida. Cordaro fissa al 10' il punteggio sul 27-16 con l’attacco gialloviola che conferma la propria facilità ad andare a canestro.    

Nel secondo quarto il copione non cambia, la Fortitudo prova con generosità a restare sempre attaccata alla partita mentre il Castanea risolve con iniziative singole tutte le situazioni più complicate. Incitti sale ad otto punti con due canestri e un tiro libero. Di Dio si mette in proprio e raggiunge la doppia cifra personale, si iscrive a referto un Dosic in costante crescita mentre Landgren dimostra le sue grandi qualità sia fisiche che balistiche (una tripla per lui). Al 20' il punteggio è di 46-32.

Alla ripartenza le squadre affilano ulteriormente le armi in fase offensiva. Si segnerà tanto (26-23 il parziale a favore del Castanea). I gialloviola di casa sembrano poter chiudere anzitempo la gara con un Blair che mostra tutte le sue doti balistiche sia nel passaggio (due assist al bacio per i compagni) che al tiro dalla lunga chiuderà con quattro triple in fotocopia dal lato a colpire un tardivo adeguamento difensivo. L’altro uomo del quarto è Landgren che si issa in doppia cifra e mostra tutto il suo valore. Eppure la Fortitudo seppur sempre costretta ad inseguire è sempre lì con cuore e orgoglio: un ottimo quarto di Leanza e di Cavalieri dà la spinta ai propri compagni che con i punti dell’indomito Bellomo si portano alla sirena sotto di undici (69-58). 

La partita si chiude di fatto nei tre minuti d’apertura dell’ultimo quarto, un break poderoso di 11-3 per il Castanea chiude i giochi portando i ragazzi di Filippo Frisenda sull’80-61. Di Dio e due triple di Schiavoni spaccano la gara. La Fortitudo non ne ha più e pur scossa dall’infortunio a Incitti (accompagnato in braccio in ospedale) ha ugualmente il merito di non mollare e dal meno ventidue risale ad un meno quindici più realistico per lo sforzo profuso.

E' il nono successo in stagione per la formazione del presidente Saccà, splendida protagonista in alta classifica. Adesso pochi giorni di riposo, mercoledì spazio per un nuovo turno infrasettimanale col Castanea atteso dalla trasferta sul campo del lanciato Cus Catania, ennesimo banco di prova da superare per un team che dimostra di volersi giocare le proprie carte fino in fondo.       

Castanea Basket-Fortitudo Messina 89-74

Parziali: 27-16; 46-32; 69-58; 89-74

Castanea Basket: Dosic 7, Cortina, Di Dio 20, Commisso ne, Schiavoni 6, Friberg 16, Blair 12, Ponzù ne, Cordaro 13, Landgren 15, Cosetta. All: Frisenda/Biondo.

Fortitudo Messina: Fathallah, Bellomo 10, Di Nezza 13, Cavalieri 7, Leanza 10, A. Bianchi 5, Incitti 8, Nikoci 13, Tagliano 8, Lanza, Saddi. All: Cavalieri

]]>
Mon, 10 May 2021 09:38:43 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/623/il-derby-di-messina-va-al-castanea-basket basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Friberg Sabato in Campo, nuovo arrivo in casa Castanea. https://www.basketcastanea.com/post/622/friberg-sabato-in-campo-nuovo-arrivo-in-casa-castanea

Sul gong della chiusura del mercato fissata per lo scorso 30 aprile il Castanea Basket 2010 comunica la definizione della trattativa con l’ala piccola classe 2000, di 200 cm, Joseph Blair Jr. Autentico figlio d’arte, suo papà Joe è stato, infatti, un grandissimo giocatore di pallacanestro diventando un idolo nelle piazze dove ha militato tra cui Pesaro, Biella e Olimpia Milano nel  nostro paese prima della decisione di intraprendere la carriera da allenatore che attualmente lo vede impegnato in NBA come vice allenatore dei Minnesota Timberwolves dopo una precedente esperienza a Philadelphia. Il ragazzo è nato in Italia ed è un prodotto della Pallacanestro Biella, società con la quale ha disputato i campionati giovanili diventando anche il capitano della formazione Under 18 e togliendosi la soddisfazione di arrivare in prima squadra aggregato agli allenamenti del team allenato a quel tempo da coach Galbiati.                                                                                                                                     

Il ragazzo, che ha già sostenuto la prima settimana di allenamento col suo nuovo gruppo di lavoro, promette di dare un grosso apporto in questo finale di stagione alla squadra allenata da Filippo Frisenda chiamata a difendere una posizione di autentico prestigio in vista dei playoff promozione. La trattativa è stata resa possibile grazie ad alcune conoscenze nel roster gialloviola che hanno agevolato l’arrivo del ragazzo che comunque in estate volerà negli States per intraprendere un’esperienza collegiale in un arco di due-tre anni.

Queste le sue prime dichiarazioni da giocatore del Castanea: “L’idea di venire a giocare qui è stata presa da un mio amico che ha fatto da tramite con la società permettendo il tutto. Tatticamente sono un 3/4 a cui piace giocare in 1vs1 e tirare da tre punti. Ovviamente do una mano anche sotto canestro ed a rimbalzo in considerazione che dispongo di due metri di altezza. Nonostante non abbia ancora definito tutti i dettagli voglio ripartire a breve per l’America verso la metà di agosto per intraprendere un’esperienza di College nel prossimo triennio. Mio padre per questa esperienza è praticamente fondamentale per me e mi sta aiutando molto”.                                 

Al contempo la società gialloviola comunica che gli accertamenti a cui si è sottoposto lo svedese Lukas Friberg hanno avuto esito positivo e il giocatore sta riprendendo la preparazione col resto del gruppo. Il ragazzo ex Uppsala dovrebbe rispondere presente alla convocazione nella prossima gara interna contro la Fortitudo Messina.    

]]>
Fri, 7 May 2021 17:35:26 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/622/friberg-sabato-in-campo-nuovo-arrivo-in-casa-castanea basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Castanea: il bollettino dell’ infermeria. https://www.basketcastanea.com/post/621/castanea-il-bollettino-dell-infermeria

La società Castanea Basket 2010 ha comunicato che il proprio play/guardia di nazionalità svedese Lukas Friberg a seguito di un infortunio alla caviglia occorsogli in allenamento è stato costretto a saltare il big match di alta classifica disputato contro la capolista Just Mary Messina. Il giocatore, che in questa stagione si sta affermando come una delle stelle del roster gialloviola e che sta viaggiando a 16 punti di media, è stato subito sottoposto ad accertamenti clinici curati dal centro specialistico di riabilitazione "Reumaphysio" tenuto sotto osservazione dalla massaggiatrice Martina Cosenza.

In attesa degli esiti strumentali la viva speranza dell'entourage della compagine del presidente Alessandro Saccà è che l'atleta scandinavo possa tornare nel più breve tempo possibile a dare il proprio contributo ai suoi compagni attesi dal rush finale della stagione regolare. Nel frattempo buone notizie arrivano dal pivot Lukas Landgren che dopo tre settimane di assenza dovute ad un problema al polpaccio è tornato in campo in quintetto. Il ragazzo dovrà recuperare la migliore condizione fisica ma l'aggiunta del centro svedese rappresenta un'arma in più per la formazione peloritana.

Da segnalare infine che il Castanea, nell'attesa di capire definitivamente l'evolversi della situazione legata a Friberg con la quantificazione dei tempi di recupero, si è voluto cautelare sul mercato aggregando alla squadra entro i termini di chiusura un nuovo elemento che da questa settimana sta conoscendo il nuovo gruppo. Al termine della valutazione dello staff peloritano il giocatore verrà presentato.     

 
 
]]>
Wed, 5 May 2021 17:38:09 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/621/castanea-il-bollettino-dell-infermeria basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)
Il Castanea continua la corsa. https://www.basketcastanea.com/post/620/il-castanea-continua-la-corsa

Il Castanea Basket 2010 prosegue la sua inarrestabile corsa e nella prima giornata del girone di ritorno batte agevolmente l'Orlandina Lab col punteggio di 85-54. Partita mai in discussione tra due squadre che stanno lottando per obiettivi diversi come dimostrano i rispettivi piazzamenti di classifica con i gialloviola in testa ma prossimi alla disputa del turno di riposo e i giovani paladini ultimi con un solo successo ma che non meritano la posizione occupata. La formazione di coach Frisenda chiude la settimana post Milazzo recuperando tutti i protagonisti e ritrovando capitan Di Dio grande protagonista sul parquet con ben 30 punti e sempre più uomo squadra. Ben nove gli uomini a segno in un roster lungo e variegato con Friberg, Schiavoni e Dosic in doppia cifra. In casa orlandina solita sottolineatura per il classe 2003 Ellis che mostra grandi numeri fisici e tecnici e la sensazione è che in estate possa anche arrivare la chiamata in pianta stabile con la prima squadra. Buone iniziative anche per il duo straniero Klevinskas-Teirumnieks mentre capitan Triassi è stato discontinuo al tiro.
Si parte con Di Dio, Friberg, Schiavoni, Dosic e Cordaro opposti a Ellis, Triassi, Teirumnieks, Dore e Klevinskas. Assenti Landgren da un lato (si tenterà il recupero per la partitissima contro la Just Mary) e Telesca dall'altro.
L'avvio è sfolgorante per il Castanea che in attacco non sbaglia nulla: lo dimostrano i 32 punti nel quarto con ben 28 arrivati dal trio Friberg-Di Dio-Schiavoni (il teramano colpirà tre volte dall'arco) e punirà i rientri difensivi non ben eseguiti dagli ospiti. Ellis e Teirumnieks provano a lasciare in scia i compagni ma il gap anche di struttura fisica tra le squadre è evidente. Al 10' il 32-13 incanala già la sfida sui binari del Castanea.
Nel secondo parziale la musica non cambia ed anzi nonostante la buona volontà dei biancoblu il gap si amplia. I locali girano bene palla e trovano soluzioni efficaci, Dosic è sempre più inserito e sfiora la doppia cifra all'intervallo lungo, Cordaro segna allo scadere dei ventiquattro spendendosi per la squadra, Di Dio sfiora il 90% al tiro da due mentre Friberg conquista 8 rimbalzi e smazza 5 assist ai compagni. 51-26 al 20' con l'Orlandina Lab che mostra numeri ma anche disattenzioni figlie della giovane età. Bene Giacoponello in difesa e alcuni movimenti in attacco.
Alla ripartenza pur col pronostico ormai tutto per la prima della classe la partita registra una reazione d'orgoglio ospite con un break di 9-4 che riporta i ragazzi di coach Brignone anche sul meno 15. La frazione verrà vinta di misura dai paladini per 13-14 che con Klevinskas e un Ellis in ritmo (chiuderà a quota 22) difendono forte e procurano maggiore difficoltà allo sviluppo della manovra peloritana. Da segnalare una tripla per il rientrante Commisso e una schiacciata di Dosic: al 30' è 64-40.
Nell'ultimo quarto la gara ha ormai poco da dire, il cronometro scorre veloce. Lo staff tecnico gialloviola consente il meritato tributo a capitan Di Dio che realizza 30 punti in 29 minuti (più 8 assist per un 34 di valutazione) e Friberg (tripla doppia da 17 punti, 12 rimbalzi e 10 assist per 44 di valutazione) con il ritorno in campo di Currò (bel canestro nel finale) e minuti per l'under Cosetta. Finale 85-64, è l'ottavo successo in stagione per il Castanea che adesso avrà una settimana piena per preparare con cura il big match   contro la Just Mary Messina in programma il 2 maggio al PalaPertini.  

Castanea Basket-Orlandina Lab 85-54
Parziali: 32-13; 51-26; 64-40  
Castanea: Cortina 3, Dosic 12, Commisso 3, Di Dio 30, Brusca, Schiavoni 13, Currò 2, Friberg 17, Ponzù, Cordaro 4, Cosetta 1. All: Frisenda
Orlandina Lab: Giacoponello 2, Ellis 22, Spada, Carlo Stella ne, Pizzurro, Triolo 2, Triassi 9, Colica, Klevinskas 10, Teirumnieks 9, Manera ne., Dore. All: Brignone
Arbitri: Perrone e Sapuppo

]]>
Sun, 25 Apr 2021 12:41:30 +0000 https://www.basketcastanea.com/post/620/il-castanea-continua-la-corsa basketastanea@gmail.it (Daniele Straface)